GRANDINE, STATO DI CALAMITÀ NATURALE?

regione-puglia-esterno

In considerazione dei gravissimi danni causati dall’ondata di maltempo di ieri in Puglia e, in particolare, della violenta grandinata che ha colpito il sud barese danneggiando e in alcuni casi distruggendo completamente i raccolti di frutta e verdura, il gruppo del Pdl alla Regione Puglia, ha chiesto alla giunta regionale di adottare quanto prima una delibera di riconoscimento di calamità naturale, in modo da poter subito quantificare i danni e procedere ai necessari aiuti finanziari nei confronti dei Comuni, dei cittadini e delle attività produttive: “La grandine ha colpito in particolare colture di ciliegie, pesche, albicocche già pronte per la raccolta provocando danni enormi all’economia agricola; chiediamo quindi alla Giunta regionale e all’assessore Stefano di intervenire quanto prima”.

E Salvatore Greco, consigliere regionale e coordinatore regionale della Puglia prima di tutto, incalza: "La Regione si attivi ad horas per chiedere la dichiarazione di stato di calamità naturale e attivare ogni utile adempimento che favorisca l'accesso alle risorse stanziate ieri dall'Unione europea per le conseguenze del batterio killer". "La grandinata delle scorse ore - spiega ancora - ha fatto danni ingenti alle colture del sud barese e in un periodo non certo felice per il settore questo rischia di dare una mazzata a molte realtà economiche del territorio. Se a ciò si aggiungono gli effetti paralizzanti che stanno avendo le notizie del batterio killer sul commercio dell'ortofrutta, emerge in tutta la sua evidenza la difficoltà in cui versa l'agricoltura".