IL PRIMO DISCORSO DI MIMMO BIRARDI SINDACO

mimmo birardi

“Questa non è la mia vittoria, non è la vittoria di Mimmo Birardi, ma è la vittoria della mia squadra, della gente che ha lavorato con me per conseguire questo risultato, è il successo di chi mi ha sostenuto e incoraggiato in questa fantastica esperienza”. È un Mimmo Birardi che non riesce a trattenere l’emozione, quello che commenta il risultato elettorale (per primo davanti ai microfoni del nostro portale Casamassimaweb.it) a pochi istanti dall’ufficializzazione della sua vittoria sul candidato del centrosinistra Alessio Nitti. “Questa affermazione decretata dalle urne – prosegue il neo primo cittadino – è il frutto del lavoro di chi ha creduto nel nostro progetto, nelle nostre idee e nei nostri programmi. Il fatto di essere riusciti a ribaltare la situazione politica locale, dopo tanti anni di governo del centrosinistra, ci rende orgogliosi, anche perché la nostra coalizione sin dal primo momento si è presentata agli elettori unita e compatta. Ora ci aspetta un importante lavoro, che io stesso porterò avanti animato da una forte convinzione: sarò il sindaco di tutti i casamassimesi, di quelli che hanno votato per me, ma anche di tutti quei concittadini che al ballottaggio hanno sostenuto la candidatura di Alessio Nitti. Io e la mia squadra abbiamo il dovere e l’obbligo di dare alla gente, a tutta la gente di Casamassima, le risposte che quest’ultima si aspetta da noi”.

Poi Birardi, letteralmente sommerso dai suoi sostenitori ma anche da tanta gente comune arrivata in piazza ad ascoltarlo e a stringergli la mano, fa anche una promessa: “Io non vi deluderò”, afferma il primo cittadino nel corso di un breve comizio improvvisato, organizzato nell’ambito dei festeggiamenti per la sua vittoria; “Mi sono assunto delle responsabilità, assieme ai miei indispensabili collaboratori, e con loro non mi tirerò mai indietro. Non mi spaventa nulla – aggiunge – non mi spaventano i buchi di bilancio, non mi impauriscono le buche che riempiono le nostre strade: abbiamo tanto da fare, e lo faremo per il bene di Casamassima. Ora ho bisogno del sostegno, dei suggerimenti e delle idee di tutti: siamo una bella squadra e lo dimostreremo”.