Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

ANCHE LA SINISTRA SCEGLIE LA COERENZA DI POSIZIONE: NESSUN ACCORDO

prc-idv-sel

A pochi giorni dal ballottaggio, e dopo il termine ultimo per gli apparentamenti ufficiali, anche la sinistra (Prc-Idv-Sel) resta sulla posizione pre-urne, scegliendo la strada dell’indipendenza dal partito maggiore del centrosinistra e contravvenendo alla linea intrapresa a livello nazionale; questo a conferma del fatto che ogni realtà conosce se stessa in casa sua. E mentre Giovanni Carlo D’Addabbo definisce “inquietante” lo scenario politico attuale, dalla coalizione “Ricomincio da 3!” fanno giungere chiaro il messaggio: “il nostro consigliere sarà il ‘pungolo’ per tutti e garanzia di trasparenza per l’intera cittadinanza”. Abbiamo incontrato Nica Lilli, con cui abbiamo scambiato qualche parola.

La sinistra si ripresenta divisa pure al ballottaggio. Dopo Rifondazione, anche voi decidete di restare sulla vostra posizione. Come mai?
Dire dopo rifondazione non è correttissimo, siamo una coalizione è vero, ma comunque questo non c'impedisce un’autonomia, abbiamo tempi diversi ma obiettivi comuni. Loro sono dei ragazzacci impulsivi (sorride). Scherzo ovviamente. Mi chiede come mai. Ritenevamo fosse giunto il momento di cambiare. Pensavamo sarebbe bastato l'amore e la passione del fare politica insieme all’orgoglio di sentirsi casamassimesi, provando a ripartire dalle persone per bene. Partire da persone "nuove" che non fossero i "professionisti" della politica. Credevamo che i cittadini si fossero stancati di pagare di tasca loro il conto degli sperperi perpetuati dall'ultima amministrazione, che avessero capito che gli interessi clientelari di pochi alla fine li paghiamo tutti, con minori servizi e con aumenti delle tariffe (vedi la Tarsu). Pensavamo, e ancora pensiamo, che non ci fosse altra alternativa se non la reale rottura con il passato se volevamo davvero aiutare Casamassima a uscire dall'emergenza civile in cui si trova. Abbiamo creduto fortemente in questo progetto, convinti che i cittadini erano ormai stanchi del modo in cui era stata gestita la cosa pubblica negli ultimi anni. Ecco perché, indipendentemente da tutte le bestialità che si sono raccontate abbiamo sostenuto e proposto Giancarlo (uomo raro per dignità, onestà trasparenza... e molto altro). Tutto questo non è stato possibile realizzarlo, perché c'è qualcuno che non è disposto a fare un passo indietro e riconoscere i propri errori.

Si respira, a livello nazionale, un recupero del centrosinistra sul centrodestra: non crede che un apparentamento avrebbe potuto innescare un meccanismo di rinnovata fiducia?
Io credo che non si possa e non si debba generalizzare. Perché un apparentamento – e non un accordo tacito (questo è quanto ci è stato proposto, noi non abbiamo chiesto nulla) – si possa verificare, devono esistere i presupposti e in questo momento io non credo ce ne siano, persino il dialogo è difficile. La posizione del PD resta "granitica" proprio come la candidatura del loro candidato sindaco. Atteggiamento tenuto sia durante le trattative che in quest'ultima fase, ancora più delicata. L'analisi del voto non è stata sufficiente per rendere consapevole il PD di quello che sta accadendo dalle loro parti.

Come vede lo scenario politico casamassimese attuale? Secondo lei come si evolverà?
Per dirla con una frase di Antonio Gramsci: “L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva, la storia insegna, ma non ha scolari”.
no grazie

Commenti  

 
#51 idealista 2011-05-29 15:35
qui a Casamassima c'è qualcosa che non riesco a comprendere bene. Qualcosa d'inspiegabile. sembrerebbe o che c'è una stupidità dilagante o la classe dirigente è tutta corrotta.
 
 
#50 carlos 2011-05-28 14:36
Nella diatriba a sinistra nessuno è senza colpe. Sarebbe bastato un pò di buon senso e di lungimiranza politica al fine della positiva aggregazione delle liste. Non vi è stato alcuno sforzo da entrambi i lati atto a superare le divergenze, NON SUL PROGRAMMA (che è similare) e quindi a favore della collettività, ma presumibilmente sul nome del candidato sindaco. Mi auguro che Lunedi sera non si reciti il mea culpa col conseguente ed inevitabile rimbalzo delle responsabilità. PS. Il voto a sinistra viene dal cuore e difficilmente va a destra.
 
 
#49 SUONO 2011-05-28 12:34
....e fu così, che ricomincio da tre, inizia a perdere pezzi........
 
 
#48 francesco 2011-05-28 10:27
Ormai i giochi sono fatti tra due giorni sapremo il sindaco di casamassima e la sua squadra di governo sperando che sia composta da gente con capacita' e con interesse per la collettivita'.
 
 
#47 informato 2011-05-28 08:02
Del caso Nardò nessuno ha finora parlato. Il questo comune il candidato sindaco del Pd (perdente) si è alleato con quello del centro destra che va al ballottaggio, contro il candidato sindaco di SEL.
 
 
#46 LA TORRE 2011-05-28 00:15
Caro Alfiere nero, quanta demagogia e quanto finto ardore leggo nelle sue parole. Poca conoscenza dei fatti o meglio finta conoscenza. Lei, che scrive anche di mestiere, sa bene che la verità non è quella che lei racconta. Tattica politica che vuole il risultato a tutti i costi. Anche quello di sostenere chi non ha funzionato e non funzionerà, in nome dell'appartenenza a sinistra. E la democrazia? Messa sotto i piedi da valutazioni superficiali e dalle solite logiche che vedono destra e sinistra come squadre rivali, come famiglie rivali, come cricche, o peggio, rivali. Solito clichè, così vanno le cose e così devono andare. Appuntamento alla prossima iniziativa , magari con Impastato e tutti, mi raccomando, a battere le mani. GLI EROI SONO SEMPRE SOLI!!!!! La gente mediocre se ne accorge tardi, troppo tardi. Qualche volta il sacrificio, la rinuncia servono a costruire un futuro migliore. Ci rifletta, prima di votare!
 
 
#45 Simpatizzante 2011-05-27 22:18
Ciao Sinistra Forever,
non lanciare la pietra nascondendo la mano, dicci il motivo per il quale Giovanni RELLA vorrebbe a tutti i costi occupare quella poltrona e da chi è pilotato, abbi il coraggio, tira fuori le .....
 
 
#44 xxx 2011-05-27 18:26
Egregio Prof. D'Addabbo, lei è una persona sconcertante. E i suoi ragionamenti lasciano allibiti. Apprezzo che per la prima volta un esponente del tris abbia espressamente dichiarato (per la prima volta a fine campagna elettorale) che Birardi e accoliti sono inguardabili ed invotabili. Ma per tutto il resto...noi stiamo qui a fare questioni di lana caprina, tutti sapendo che per quanto se ne possa dire dell'avv. Nitti, parliamo di una persona onesta e per nulla interessata al denaro altrui.E mentre lei disquisisce e si TORMENTA, dall'altra parte c'è il nulla di un elettorato senza alcuna opinione politica che da il suo voto in cambio di un buono di benzina.Un mare di soldi in circolazione messi in giro da lei sa bene chi e perchè.E tutto questo, e ciò che dietro c'è, le fa ancora avere dubbi su scheda nulla, bianca, astensione e solo in ultima analisi voto a Nitti?Ma lei l'ha visto, nome e cognome, a chi andrebbe le maggioranza del consiglio comunale?
Di tutta questa stupidità ciò che non capisco è perchè dobbiamo pagarla noi per voi, per lei, per la lilli, il massaro (era penoso al comizio di ieri sera.Dopo quel manifesto contro una persona parlare di diffamazione in loro danno è disonesto intellettualmente e moralmente), l'orofino, il busco ecc.ecc.. Voi e le questioni, solo vostre, di principio che portano al buio.C'è chi dice che tutto questo origina dall'invidia che è un sentimento umano. Ma io mi rifiuto di credere che persone che la politica col cervello la fanno da decenni possano far prevalere un sentimento personale sul bene collettivo delle idee
 
 
#43 per la verità 2011-05-27 16:46
@ suono...eravate un partito maggioiritario, perdete pezzi e fate acqua da tutte le parti, vi tiene in piedi solo l'arroganza.Mi piacerebbe scambiare due chiacchiere con quei candidati consiglieri che la sera del 16 maggio urlavano come furie perchè erano stati "ciullati" dai loro stessi compagni di partito ( PD) non ritrovavano i loro voti e come dannati nei gironi danteschi sputavano fuoco e veleno. Oggi li rivedo andare sotto braccio con chi avrebbe costruito il loro dissenso, sorridere e sostenere l'insostenibile. L'unica vera forza del PD a Casamassima è l'essere allineati e coperti sempre e comunque...di politico non vi è nulla!
 
 
#42 x controcorrente 2011-05-27 16:05
La De Gregorio fa un favore al PD dicendo che "non c’è dubbio che in nessuno di questi tre casi si tratterebbe di una vittoria del Pd di Bersani"?!? Ma per piacere!!!
Il suo ragionamento è chiaro! Che vinca il candidato di Bersani o quello di Vendola non deve importare, perché comunque sarà una vittoria di tutta la sinistra.
Basta coi personalismi!!!
 
 
#41 .it 2011-05-27 15:35
E' penoso vedere un paese preso per il culo dal potere in cui c'è una sinistra che si prende ds sola per il culo.
Chi mai potrà salvare casamassima?
 
 
#40 Nicola 2011-05-27 15:33
Caro professore daddabbo per quanto la posso stimare non posso che dissentire con la sua scelta. lei dimentica che la politica è al servizio della citta e degli uomini che la vivono.. e lei meglio dio me puo immagginare il progetto del centrodestra su casamassima. Non si puo non capire che adesso, in questo momento, urge impedire al centrodestra di andare al governo di Casamassima. Il resto è risolvivibile in un secondo momento.
 
 
#39 Barbara 2011-05-27 15:25
quello che mi lascia allibita seriamente è il comizio del prof Daddabbo..nemmeno una parola contro il centrodestra casamassimese e il loro progetto malsano. Tutto contro il pd e Nitti e anche con D'alema se le preso. Siceramente se penso alla vittoria di Nitti non posso evitare di pensare al prof. daddabbo all'opposizione con il pdl.
Una scenetta ridicola ma tutta casamassimese.
 
 
#38 controcorrente 2011-05-27 15:07
E ci mancherebbe altro che Concita De Gregorio non facesse un semone pro domo sua. Nel senso che, intende a tutti i costi dare visibilità al PD. Bisognerebbe ricordarle che le candidature di Pisapia e De Magistris non hanno niente a che vedere con il suo partito che ora vuole salire a tutti i costi sul carro dei vincitori. A giochi fatti. E quando i candidati PD non sono passati.
 
 
#37 RELLA GIOVANNI 2011-05-27 13:37
di solito non rispondo ai commenti sterili, ma questa volta, vorrei rispondere a sinistra forever....devi sapere che in consiglio comunale la mano non si alza da un po' di tempo poiche' ora è tutto digitale,questo dimostra che lei non è aggiornato/a, per quanto mi riguarda in aula ho votato solo perche' sentivo di farlo senza padroni;l'unico motivo per cui mi sono riproposto è il bene del paese!!! non ci sono motivi personali o di lavoro come qualcuno potrebbe pensare e sfido chiunque a dimostrare il contrario anche di persona .......
 
 
#36 Riflessioni 2011-05-27 13:29
Vorrei solo sapere una cosa,come mai i big della sinistra casamassimese non dicono esplicitamente per chi votare e basta? Senza enigmi?
 
 
#35 Peppino! 2011-05-27 11:32
Cariisimo prof. D'Addabbo leggendo il suo post ho avuto l'impressione che lei ha paura della vittoria di Nitti solo xchè ritiene di non essere in grado...o di trovarsi in enorme difficoltà nel fare e condividere l'opposizione con i consiglieri del PDL! le dico questo xchè non sò su cosa lei possa fare opposizione dato che il programma era stato condiviso e partecipato anche dalle forzepolitiche che l'hanno sostenuta, e che l'unica discriminante era solo il nome di NITTI?????????
 
 
#34 unita 2011-05-27 10:21
Concita De Gregorio su l'Unità di ieri 26 maggio:

"Non c’è solo Milano. Il vento di mare che soffia da Napoli e da Cagliari è un buon vento. Vi proponiamo oggi due interviste, due ritratti: Giovanni Maria Bellu è a Cagliari con Zedda, l’enfant prodige di Sel che viene da una lunga trafila e da un’antica tradizione politica. Nessuno ci avrebbe scommesso, lui ne era sicuro e ci spiega perchè. Massimiliano Amato cammina per Napoli con Luigi De Magistris, l’autocandidato dell’Italia dei Valori che contro tutto e contro tutti (in buona parte anche contro Antonio di Pietro, per lo meno al principio) ha cambiato il volto di una gara data per persa: promette di liberare Napoli e di riportare sotto il Vesuvio Roberto Saviano, che sorride e ringrazia. Si potrebbe obiettare che, essendo anche Pisapia candidato di Sel, in nessuno di questi tre casi - se dovessero vincere ai ballottaggi - si tratterebbe di una vittoria del Pd di Bersani. Si tratta anzi di candidati in origine piuttosto invisi al segretario e al suo stretto entourage. Non c’è dubbio che sia così, ma chi dovesse ancora ragionare in questo modo darebbe mostra di non aver capito che cosa ci stanno dicendo queste elezioni amministrative: non solo che l’Italia è stanca del malgoverno della destra ma che è stanca, stanchissima anche della logica stantia di una politica tutta interna alle segrete stanze fatta solo di risse interne e di piccoli poteri contrapposti. E vedrete che alla fine la voce degli elettori prevarrà e che se dovesse vincere nell’urna dirà a tutti, ma proprio a tutti, che è arrivato il momento di voltare pagina, di passare la mano a chi sa lavorare fianco a fianco col vicino ed esultare insieme per la vittoria comune"

(http://www.unita.it/musica-e-molestie-1.297585)
 
 
#33 alfiere nero 2011-05-27 10:19
Cari Nica e Carlo: "Non è di maggio questa impura aria" (incipit di Pasolini alle Ceneri di Gramsci ).
Non chiedo un quaresimale o un'arringa d'assise ai miei incubi polemisti. Usata giudiziosamente, l'arnese risposta aiuta a capire i fatti.Dov'è "il tenebroso regime" inquinatore delle anime, alias Berlusca, se gli elettori non gli votano contro? Scusate questa mia osssesione per l'egoarca di Arcore.
Ripetiamolo: la partita non è destra o sinistra, finché abbiamo addosso lui; rimosso lui, l'Italia troverebbe una fisiologia politica.E ogni tatticismo politico, ogni titubanza, ogni astensione, risultano guerce e storpie.Vogliamo che lunedì sera dopo la vittoria di Birardi ci rivolgeremo a lui con:Carissimo nemico....Non basta! Lo so, il vostro pentimento sarebbe psicologicamente impossibile tanto siete legati alle disposizione dei vostri dirigenti di partito.Lo so: questa discrasia era già presente ai tempi di De Tommaso; covava sotto la cenere...Che tristezza. Comunque non comprendendo il significato logico del perché di una eventuale mancata risposta da parte vostra ne dedurrò quanto segue…
O il buon senso e l’attenzione del destinatario alle richieste di umanità è troppo superiore ai veri eventi della vita. O il candore di chi scrive è troppo al di sotto.
Gradirei appunto una risposta.
 
 
#32 Giancarlo DAddabbo 2011-05-27 09:23
Scopro solo ora questo intenso dibattito, indice di passione politica ed interesse per le sorti del paese, e me ne rallegro. Ripeto: Su Birardi e le sue liste il giudizio negativo è netto. Non ho mai considerato neppure lontanamente l'ipotesi di un voto per lui.
Nessuna pressione su di me. La scelta pubblica è scaturita dalla logica delle cose e dal confronto. Ancor oggi il PD non ha indicato un cambiamento di rotta, nè la possibile squadra di governo. Solo offerte di incarichi. Dovremmo quindi appoggiarlo e votarlo solo perchè questo, come dice D'Alema, è un voto contro Berlusconi? Lasciate a me, a quelli che mi sono stati vicini in questa campagna elettorale, a quelli che si riconoscono in questi valori, il diritto di un travaglio interiore perchè le scelte, quando sono consapevoli, non sono mai facili. Chiacchierando una sera, ho colto in altri che appena conoscevo, lo stesso travaglio. Purtroppo non è la prima volta che lo vivo. Sono stato capogruppo dei DS dal 2003 al 2008 quando la Giunta era composta da De Tommaso, Nitti, Vallarelli (l'assessore sempre assente ora nell'UDC), Susca (dal PD all'UDC), Tripoli e Loiudice (che stimo ma in passato a destra) ed ho dovuto lottare per affermare con gli altri consiglieri, sovente contro le indicazioni dei partiti, una politica di scelte per il bene del paese. Verificando in alto continui accordi di fatto con molti di coloro che sono stati sempre a destra: Columbo, Pignataro. Lavorando talvolta noi in basso con altri (Mirizio, N. Acito) che a destra non vedo più. Quante scelte difficili, talvolta partendo da dati parziali e distorti! Non ditemi, per favore, che eseguo gli ordini di qualcuno. Piuttosto, Togliete le maschere! e lavoriamo insieme. E lasciatemi il mio travaglio interiore: Nitti, Bianca o Nulla?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.