Giovedì 14 Novembre 2019
   
Text Size

RODI, NESSUN APPARENTAMENTO E NESSUNA RICHIESTA ASSESSORILE

casamassima1

Vito Rodi ringrazia gli elettori, ma ora voto libero e responsabile. Non facciamo compravendita di professionalità

«Il risultato di queste amministrative è un segnale di evidente insofferenza per la politica anziana e ripetente, ed è inaccettabile che possa ancora avvicendarsi a se stessa, ma è altrettanto evidente che i casamassimesi hanno premiato proprio quella». Con queste parole Vito Rodi commenta il primo turno delle comunali del 15 e 16 maggio scorsi, ricordando che i voti ottenuti dalle liste civiche da lui rappresentate, Autonomia cittadina e Vivere Casamassima, sono il frutto della protesta verso quella politica che ha consentito il degrado e lo stato di abbandono nel quale è scivolato il paese: «Così come è difficile arrampicarsi sugli specchi, altrettanto difficile sarà ora aggrapparsi sulle pareti lisce della memoria corta. Chi e come manterrà le promesse fatte in campagna elettorale? Le persone proposte – e che risulterebbero elette – sono le medesime da anni, da una parte e dall’altra; ma siamo in democrazia e se i cittadini hanno scelto di premiare loro ora si assumano la responsabilità di dare nelle loro mani il governo di Casamassima. Per queste ragioni lasciamo liberi i nostri elettori di esprimere il loro consenso. Noi non spariremo però, la nostra battaglia non è certamente conclusa».

Nessun dubbio, quindi, per i candidati consiglieri e per il candidato sindaco: «Siamo una specie di fenomeno in Italia, nessuna lista civica in tutto il Paese ha raggiunto percentuali così elevate di consenso popolare. Se non si perde di vista il fatto che non siamo appoggiati dai partiti il nostro consenso vale doppio».

Ma la squadra, unitamente, preferisce la strada (lunga e impegnativa) della coerenza di posizione. «Sarebbe “conveniente” chiedere assessorati a destra e sinistra, ma mai – in nessun caso – e non come riportato dalla Gazzetta del Mezzogiorno di oggi a firma di Valentino Sgaramella, è stato chiesto alcunché a nessuno, semmai abbiamo solo ricevuto offerte da entrambi i candidati. Riteniamo il quotidiano troppo serio per cedere al plagio, ma abbiamo letto con rammarico queste parole: “L’ex dirigente dell’area Attività produttive del Comune sta trattando. Vicesindaco e assessore all’Urbanistica: questa sarebbe la richiesta minima, in cambio del suo appoggio”. Ci dissociamo con forza e determinazione, perché mai è stata avanzata questa richiesta, né da me né dalla delegazione delle nostre liste, e se qualcosa del genere fosse sfuggita a qualche esponente degli schieramenti al ballottaggio certamente è per farci apparire quello che non siamo, mercenari! L’unica soluzione per l’attuazione del nostro programma era l’apparentamento ufficiale e alla luce del sole per essere determinanti in Consiglio (non ci interessavano le cariche assessorili). Le nostre professionalità sono assai preziose, è tanto evidente, ma non facciamo compravendita», conclude Rodi.

Commenti  

 
#44 xxx 2011-05-24 20:21
Completo l'Arianna Zizzo. Alle donne l'invidia le fa ingrassare e le fa venire le rughe. Agli uomini il naso lungo.
 
 
#43 xxx 2011-05-24 20:08
Ai rotti di palle. Ripulitevi dei parenti e degli amiconi dei berlusconiani e poi ne riparliamo.
Da sinistra ovviamente.
Dove noi, che non siamo di partito, stiamo e voi no.
Mai visto Rifondazione votare a destra.
Un grande onore essersi presi un applauso scrosciante da quelli del PDL.Mai visto candidati consiglieri (trombati) di sinistra(????) dare indicazioni di voto pro Birardi (destra vera, sennò come terzo polo nazionale non stavano più col PDL).Gramsci,Togliatti con gli altri padri fondatori del comunismo si staranno rivoltando nella tomba.
A noi ci sta rivoltando lo stomaco.E qualcuno inizia a chiedersi pure cosa ne ricavate dall'accanimento (non riuscite nemmeno ad essere neutrali come Rodi che è un gran signore a confronto)contro Nitti che va tutto a favore di Birardi.
Perchè il sindaco se non sarà Nitti, dovrà essere Birardi.D'Addabbo è fuori. E pure Orofino.
 
 
#42 .it 2011-05-24 18:15
la sinistra, legittimamente, voleva un segno di discontinuità con l'amministrazione passata.. non ha mai messo una pregiudiziale sulla persona Alessio Nitti che tranquillamente avrebbe potuto ricandidarsi se avesse deciso di rinunciare alla candidatura come sindaco. Non essendoci stata una pregiudiziale su Alessio Nitti come individuo politico allora mi chiedo come mai la sinistra (una piccolissima parte di essa anche se determinante nelle scelte da quello che vedo) continua, inperterrita,anche dopo la loro sconfitta, ad andare contro Alessio Nitti..a tal punto da farsi ringraziare pubblicamente dal candidato Birardi? Chiaritemi sta cosa.
P.S. Ci sono individui che se la ridono nei suv in compagnmia dei poteri forti....a farli ridere sono questi atti che non son altro i disegni di chi, a vostra insaputa, dimostra, a chi elergisce cospicue somme di denaro. di avere la situazione in pugno. SVEGLIA.
 
 
#41 granata 2011-05-24 17:24
Non sono mai stato invidioso in vita mia, sopratutto perchè non mi interessa governare, altrimenti mi sarei candidato anch'io. Ho seguito da vicino i Consigli Comunali e le vicende della scorsa amministrazione perchè da buon cittadino volevo essere informato sui provvedimenti della politica per il nostro paese. Sono daccordo con Arianna Zizzo che non serve saper scrivere bene, ma essere ONESTI e LEALI con chi ti ha votato. L'ignoranza la si può perdonare
laddove vi sia la volontà e l'impegno di produrre qualcosa per il bene del paese senza approfittare del ruolo che si ricopre!!!! Uno dei doveri dei cosiglieri è proprio l'impegno e credo che lei non ne abbia dispensato molto, oltre ad altre faccende che l'hanno vista protagonista e di cui è meglio non parlare adesso, per correttezza, visto che siamo in campagna elettorale. Aspettiamo, naturalmente, che lei vinca insieme al suo candidato sindaco e questa volta, come dice lo slogan, farete meglio. Vedremo... Tornando all'invidia, dalla sua descrizione dettagliata e sentita, deduco che deve esserne stata vittima e che il suo midollo sia tutto rosicchiato. Si rilassi, vedrà che andrà tutto bene, per lei e per le cose che ha da fare.
 
 
#40 regolare 2011-05-24 14:50
anche la sinistra estrema è speciale a Casamassima. Una sfiga totale sto paese.
 
 
#39 Disco Pax 2011-05-24 14:33
Caro Granata, la Bindi e Giovanardi provengono entrambi dalla Democrazia Cristiana, eppure una qualche differenza tra i due mi pare che esista.
Attento, quindi, a fare il duro e puro ad oltranza: rischi di comportarti come Rossi e Turigliatto che, pur di rimarcare la propria diversità rispetto a Prodi, hanno contribuito a riconsegnare il Paese a Berlusconi.
Ma, visti i precedenti, temo che per te non ci sia alcuna differenza neppure tra questi ultimi due.
 
 
#38 Arianna Zizzo 2011-05-24 13:53
Ringrazio tutti coloro che si preoccupano tanto della mia entrata in consiglio comunale perchè, evidentemente, sanno che Alessio Nitti vincerà, sono talmente logorati dall'invidia (granata) che continuano a sputare veleno e sentenze. Ricordo a tutti che il maggior suffragato è Gianni Rella che è l'unico, insieme a Nitti e Loiudice, in caso di perdita, ad entrare in consiglio. Condivido l'analisi di DiscoPax e come lui ancora oggi mi chiedo se le forze di sinistra abbiano chiaro in mente che la contrapposizione non è il PD, forza di sinistra, ma il candidato sindaco Birardi che rappresenta la destra. La coerenza non centra nulla. Lo so è difficile ammettere che nonostante tutto il PD, da solo ha avuto consensi, tanto da arrivare al ballottaggio contro tutto e tutti. Quanto alla mia provenienza politica messa in discussione, la trovo assai penosa, tutti sanno che vengo da un'associazione della società civile che da sempre fa politica e molto coerentemente non mi sono candidata in altri partiti o liste, pur avendo avuto la possibilità. Far politica a volte non significa saper scrivere bene ma significa saper essere leali e ONESTI con le persone che ti hanno votato e rispettosa del partito che ti ha candidato, forse è fare politica all'antica ma credo che primeggiare o peggio tramare contro il proprio partito non abbia portato mai nulla di buono.
Concludo dicendo ch l'invidia è una brutta bestia che va tenuta a freno altrimente ti logora fino al midollo.
 
 
#37 granata 2011-05-24 11:57
sinceramente non vedo molta differenza tra Genco, Columbo , Birardi e Nitti, Loiudice e la Zizzo. le loro storie personali parlano chiaro, soprattutto la loro provenienza politica. In un caso o nell'altro voteremo per la DESTRA! Che guaio!
 
 
#36 GiuseppeCristantiell 2011-05-24 11:50
PIRIPICCHIO ANCORA TU????????
 
 
#35 Disco Pax 2011-05-24 11:29
Continuo a non capire il richiamo alla coerenza fatto da alcuni militanti di sinistra, per giustificare la loro volontà di non sostenere Nitti al ballottaggio.
Si sa che, in vista di queste elezioni, tra il PD e gli altri partiti della sinistra ci sono state delle grosse divergenze (più sui nomi che sui contenuti, a me pare) e che, vista l'impossibilità di convergere su un candidato unitario, si è preferito che fossero gli elettori a scegliere chi, tra Nitti e D'Addabbo, mandare al ballottaggio.
Mi pare, peraltro, che non sia la prima volta che a Casamassima la sinistra moderata e la sinistra radicale siano andate al voto separate, per cui ho ritenuto giusto che, coerentemente, ognuno abbia preferito restare sulle proprie posizioni andando al voto per conto proprio, anche se ciò comportava il rischio di non mandare al ballottaggio nessuno dei due contendenti.

Adesso però il primo turno è alle spalle, e al ballottaggio ciascun elettore sarà chiamato a scegliere non il proprio candidato ideale in senso assoluto, bensì quello che preferisce tra i due rimasti in gara.
Allora mi chiedo: cosa c'entra la coerenza?
Qui non dovrete più scegliere il proprio candidato ideale (D'Addabbo), ma quello che, tra i due rimasti in gara, si considera il più vicino o, se preferite, il meno distante.
Se ancora non fosse chiaro: qui non si tratta più di scegliere tra Nitti e D'Addabbo, ma tra Nitti e Birardi, ciascuno con la propria squadra di consiglieri.
E allora mi chiedo: possibile che un militante della sinistra radicale o dell'IdV senta di avere più punti di contatto con Birardi, Columbo e Gengo che non con Nitti, Loiudice e la Zizzo?
Giusto per capire: ai prossimi referedum voterete come il PD o (non voterete) come il PDL?
E allora turatevi il naso e votate quella compagine di governo che ritenete meno distante dalle vostre idee!

Del resto, non è ciò che il PD farà a Napoli?
Anche lì il centro sinistra non è riuscito a convergere su una candidatura unitaria, ma il PD, pur sconfitto, ha subito espresso il proprio appoggio (incondizionato) per De Magistris, nonostante quest'ultimo avesse fin da subito chiarito che non avrebbe accettato alcun apparentamento.

Se poi ritenete di avere più affinità con Birardi, Columbo e Gengo che con Nitti, Loiudice e la Zizzo, allora come non detto: si vede che vi siete spinti così tanto a sinistra, che avete finito per ritrovarvi dall'altra parte!
 
 
#34 Piripicchio 2011-05-24 11:20
Giuseppe senza mal di pancia e a rullo compressore??? Ma da quanto tempo non fai politica attiva??? Ci saranno sempre quei tre consiglieri che stanno male nel caso in cui non vengano approvate le prorpie richieste!!! E, dando un'occhiata ai risultati elettorali ..... sono più di tre!!! SPERIAMO CHE BIRARDI ABBIA UN OTTIMO RISULTATO!!!!!!!!!
 
 
#33 Vito Cassano 2011-05-24 10:53
Il nomignolo rdp (e l'ora di postazione) la dice lunga sullo stato d'animo di chi ha dovuto constatare che deve ricominciare da zero. Leggere la politica con il macete è impolitico e non aiuta nessuno a crescere. So che non vi è peggior sordo di chi non voglia sentire, ma la giunta, si voglia o non si voglia, è caduta per lo scontro tra il vicesindaco Alessio Nitti e un centro destra incapace di fare opposizione e trincerata dietro il potere di interdizione delle burocrazie. Messo alle strette, (bando unico e quindi gara pubblica per il rifacimento del manto stradale per una spesa di 1.100.000 euro) il centro destra si è compattato nello studio di un notaio e, facendo cadere la giunta, ha impedito che il consiglio si esprimesse. Questa la realtà. Sono stati troppi sette anni? Lascio ai politici-cronometristi l'ardua sentenza, io so per certo che dopo 150 anni vi è ancora chi si oppone all'unità d'Italia. Personalmente, comunque, penso sia più utile sostenere personalità come Pisapia o De magistris, che consegnare a quel centro destra Milano e Napoli. Al di là della singola storia personale o peggio del profilo ematico di ciascuno, il Partito Democratico sta sostenendo l'uno indicato dalle primarie, e l'altro vincitore per il ballottaggio. Del resto in prima battuta non hanno concorso tutti per vincere? Ora, siamo nel momento in cui, al di là del come si è vinto, è necessario scegliere se far governare Birardi o Nitti punto. Non so dove il giornalista della Gazzetta abbia attinto le notizie pubblicate, ma voglio dare atto che a me risulta un Vito Rodi che da subito ha scelto per l'apparentamento ufficiale in modo da avere in consiglio una sua chiara visibilità, collocazione e peso politico senza altre pretese. Questa strada è stata ritenuta impercorribile, per come si è sviluppata la campagna elettorale, e quindi, in modo assolutamente coerente, Rodi ha scelto di indicare ai suoi candidati ed elettori assoluta responsabilità e libertà di scelta nel secondo turno. Per quanto mi riguarda questa è una dimostrazione di sana e lungimirante politica.
 
 
#32 rotto di palle 2011-05-24 01:17
e basta con questa storia degli infiltrati nell'estrema sinistra ( che poi è semplicemente la vera sinistra ), con la leggenda dei poteri forti infiltrati per far vincere la destra. La coerenza è coerenza, chi viene dal PCI è normale che militi a sinistra, mentre chi viene dalla DC o meglio dalla Margherita ha una mentalità di destra e lo si è visto nella incoerenza dell'amministrazione passata. Tutti i principi di sinistra sono stati disattesi!!!!! Ora incolpano l'estrema sinistra di aver spaccato il centrosinistra, ma la gente deve sapere che è esattamente il contrario. L'arroganza e la presunzione con cui hanno gestito le trattative imponendo le loro scelte anche di fronte ad una votazione democratica sul candidato sindaco, che naturalmente non era l'attuale, hanno di fatto impedito l'unità delle forze del centrosinistra. E' stato chiesto, persino dagli organi provinciali di arretrare tutti e mettere una candidatura condivisa da tutti ( magari della società civile ) e il PD ha risposto picche. Sapete come vedono l'unità del centro sinistra nel PD? Un inchinarsi alla loro magnificenza. Ancora ieri, con il tentativo fatto persino dal loro segretario provinciale di apparentarsi con IDV e SEL hanno risposto negativamente. Con Rodi hanno tentato un accordo sottobanco e hanno ricevuto una risposta negativa. Preferiscono vincere da soli e amministrare da soli i loro interessi. Il candidato sindaco sa bene, da buon pasticcere, che dividere la torta è sconveniente. I poteri forti hanno fame e hanno ancora l'acquolina in bocca, da quando è caduta l'amminitrazione. Signori, attenzione: i poteri forti si sono infiltrati nel PD e l'hanno distrutto!!! Il risultato elettorale parla chiaro, hanno perso oltre il 50% dei consensi e se non fosse che il buon ex sindaco e qualche altro ex che hanno distribuito i loro voti su alcune persone sarebbero ancora a più della metà di voti persi. Nelle liste i soliti nulla facenti che non hanno prodotto nulla e hanno pensato ai fatti loro.
Pensate che faranno qualcosa di buono? Perchè mai dovrebbero? finora cosa hanno fatto, oltre a trovare scuse e incolpare altri della loro incapacità? Se qualcuno si è messo di traverso, chidetevi almeno il perchè? potrebbe essere che volessero difendere gli interessi dei cittadini. La favola dell'ufficio tecnico non regge più, è diventata una semplice leggenda metropolitana. Chi poteva contrastare quell'ufficio, ove ve ne fosse bisogno, era l'assessore all'urbanistica che per ben sette anni e mezzo ha avuto tutto il tempo di farlo, ma non l'ha fatto e non credo che qualcuno glielo poteva impedire. Il potere di farlo era solo suo, della Giunta e del Sindaco!
Qualche vecchio, ai comizi del candidato sindaco del PD ha commentato: ma cuss, fin e mò addò stev? La mia domanda è: ma cuss addò vol stà? La risposta è sempre la stessa: in tutte le stanze tranne in quelle dove si lavora per il bene di Casamassima!
 
 
#31 GiuseppeCristantiell 2011-05-23 20:49
Peppino! Peppino! Che significa purtroppo per noi?????
45 sta per 4 \ 5
65 sta per 5 \ 6.
Se poi non comprendi il seguito, non è colpa mia... Ciao Peppino!
 
 
#30 politica alla pari 2011-05-23 18:23
...ma non credete che la presunzione, il senso d'assolutismo se possono risultare utili nella vita privata (anche se al riguardo ho dei grandi dubbi, ma per alcuni funziona così), nella vita pubblica e politica possono risultare nocive e controproducenti?
La POLITICA ha bisogno di ben altro.
Da condividere il punto di vista dell'arch. Pastore.

L'analisi di Max Volume è impeccabile.

In politica tutto ha un senso logico e razionale: è fatta da uomini e non certo da ultrauomini "unti" di infallibilità divina.

Chiara
 
 
#29 www 2011-05-23 17:16
per non parlare degli infiltrati nella sinistra estrema che prendono in giro i giovani (autentici) che militano in quel partito.
 
 
#28 Festa 2011-05-23 16:06
L'opera della classe dirigente di Casamassima è quasi sempre fasulla a cui oggi si aggiunge la marginalità del degrado sociale barese.
Una lista civica con ombre alle spalle, il movimento 5 stelle rappresentato da chi ha dichiarato di non credere in esso, il centrosinistra che si ripropone con il vicesindaco della vecchia amministrazione, il centrodestra inguardabile.
Questi vogliono cambiare Casamassima?
 
 
#27 giovane sostenitore 2011-05-23 15:56
un ps per Max Volume: se legge la Gazzetta di ieri e di oggi vedrà e capirà tante cose che ignora, ahinoi... (tanti casamassimesi si informano solo in piazza e, allucinante, diventano fonti inattendibili per i giornalisti della Gazzetta e che non sono manco di Casamassima). Raschiamo il barile!!!
 
 
#26 giovane sostenitore 2011-05-23 15:49
Si vede che fare l'invenzione dell'acqua fresca è di moda in questo periodo (anche se stando a quanti erano presenti al forum organizzato un mesetto fa alle Officine Ufo mi viene da pensare che i casamassimesi, come sempre, sono buoni solo a parlare e a farsi comprare): si legge chiaramente che erano interessati all'apparentamento ufficiale. E questo significa pari diritti e doveri, pari consiglieri. E' scritto: "per l'attuazione del nostro programma". Che in dialetto significa che non gliene frega niente degli assessorati. Ma è tanto difficile leggere???
E la delusione: chi non lo sarebbe stato? Che credete, che i candidati abbiano fatto festa dopo aver saputo che oltre 300 voti erano stati annullati??
Attenzione al Pd, che qualche consigliere s'è già fatto i conti in tasca.
 
 
#25 trilly 2011-05-23 15:41
perche' adesso con il gettone di presenza che prendono i consiglieri uno puo' permettersi di nn lavorare piu'??sign.peppino....ma che va dicendo????
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.