ASSOCIAZIONI, INCONTRIAMO CASAMASSIMA FUTURA

logo

Continuiamo il tour intrapreso dalla nostra redazione e oggi incontriamo Casamassima Futura. Abbiamo sentito Marianna Quarto, presidente dell’associazione.

Come nasce Casamassima Futura?

La nostra associazione nasce come evoluzione naturale del gruppo nato sul social network facebook " il gruppo contro il degrado urbano" e che è stato promotore della Fiaccolata del 20 Settembre scorso.
Una iniziativa, a mio parere,  che è riuscita a coinvolgere moltissimi cittadini e che ha dato il via ad una serie di iniziative e soprattutto ha aperto la via al dialogo con l'amministrazione da tempo sorda alle richieste dei cittadini.

Perché manifestare in piazza?

L'idea di manifestare ha portato anche alle famose conferenze cittadine che hanno fatto in modo che per la prima volta cittadini e amministratori si incontrassero in pubblica piazza per parlare di quello che non va nel nostro paese. Questi incontri poi hanno portato l'amministrazione a formulare il famoso PATTO CON I CITTADINI, dieci promesse che purtroppo solo in parte sono state mantenute. Da qui l'esigenza di formalizzare il nostro gruppo, anche per non deludere tutti coloro che avevano riposto in noi fiducia.

Si tratta di un’associazione di volontariato?

Certo, caratteristica fondamentale della nostra associazione è quella di essere una onlus che non persegue scopi di lucro ed è assolutamente APOLITICA.

Qual è il vostro obiettivo?
Quello di provare a scalfire il degrado sociale e morale che purtroppo dilaga nel nostro paese. L'idea è quella di risvegliare la coscienza civica dei cittadini. Noi cittadini dobbiamo essere i primi a rispettare il nostro territorio e a fungere da buon esempio per  la nostra amministrazione e per tutti quei nostri compaesani che non rispettano il bene comune.

Come hanno risposto i casamassimesi?

Una cosa che ci ha molto sorpreso e che poi è stata alla base della nostra voglia di continuare è che Casamassima o meglio i casamassimesi, avevano voglia di parlarsi, confrontarsi su tematiche sociali e non solo. Abbiamo incontrato e parlato con tanti giovani.  Il massimo per noi sarebbe abbattere questa disillusione e sconfiggere il pensiero che "tanto noi non possiamo far nulla per cambiare le cose".

Come state operando?

Abbiamo deciso di prendere parte a tutti i consigli comunali per informarci di ciò che accade nel nostro paese, abbiamo iniziato a fare foto e innumerevoli segnalazioni agli organi di competenza su alcuni disservizi presenti sul territorio in particolare per ciò che riguarda la raccolta dei rifiuti. Abbiamo documentato tutto con foto e video. Abbiamo inoltre deciso di partecipare attivamente  alla vita sociale del nostro paese: partecipando a Natale alla manifestazione del Presepe vivente; dando una mano nell'organizzazione dell'iniziativa M'ILLUMINO DI MENO; promuovendo una petizione popolare per proteggere la Lama S. Giorgio dallo sversamento in superficie delle acque reflue. A questa iniziativa hanno partecipato sinergicamente con noi i Comuni di Sammichele, Rutigliano, Gioia Del colle, e altre associazioni del nostro territorio, promuovendo una campagna di sensibilizzazione attraverso la distribuzione di volantini per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti ingombranti e non, indicando anche gli orari in cui si devono buttare i rifiuti e le multe nelle quali si incorre se non si rispettano tali regole. Inoltre durante la campagna elettorale, abbiamo documentato l'affissione abusiva dei manifesti e abbiamo segnalato tutto alla Polizia municipale che ha provveduto a coprirli.

A cosa state pensando ora?

Abbiamo fatto richiesta per l’adozione di un'area verde e siamo in attesa di una risposta da parte dell'amministrazione. Alcuni di noi hanno preso parte alla scuola CAST tenuta dal Formez e stiamo partecipando a LA BOTTEGA DEL FUTURO. Infine è in corso di svolgimento un sondaggio di opinione. Il sondaggio, anonimo, è riferito al servizio di raccolta rifiuti urbani, ha lo scopo di raccogliere i pareri della cittadinanza anche a fronte dell'ultimo aumento delle relative tasse, ed esporre agli amministratori i risultati pervenuti. Tali risultati costituiranno il punto di partenza per richiedere, sin da subito, maggiori servizi e maggiore qualità. Il sondaggio è disponibile al seguente link: https://spreadsheets.google.com/viewform?formkey=dHQwRi1ITHNtcFhBRFp3TC1YNGxjUUE6MQ