PARLAVA AL CELLULARE, ARRESTATO SORVEGLIATO SPECIALE

carabinieri-auto

Non poteva utilizzare il cellulare perché sottoposto a sorveglianza speciale, invece è stato sorpreso mentre conversava all’apparecchio mobile ed è finito in carcere. Dovrà difendersi dall’accusa di violazione degli obblighi, Nicola Guardavaccaro, 27enne di Casamassima, arrestato ieri dai Carabinieri della stazione locale.

I militari, nel corso di un servizio perlustrativo finalizzato alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio, hanno notato il sorvegliato, nei pressi della villa comunale, mentre parlava al telefono. Accortosi della pattuglia, il giovane ha cercato di nascondere l’apparecchio, senza tuttavia riuscirci. La perquisizione ha infatti permesso di rinvenire il cellulare, a lui espressamente vietato dalla misura di prevenzione a cui era sottoposto, che è stato poi sequestrato. Tratto in arresto, il sorvegliato è stato associato presso la casa circondariale di Bari.