BIRARDI PARLA DI NATURA ALLA PASSEGGIATA ECOLOGICA

passeggiata ecologica_02

Orgoglio casamassimese ed euforia hanno caratterizzato la XXIII edizione della Passeggiata ecologica in bicicletta organizzata dall’Associazione Gruppo Natura, che opera sul territorio di Casamassima dal 1993.

La manifestazione si propone di far trascorrere ai partecipanti una giornata nelle campagne che circondano il nostro paese per far conoscere le tante masserie e spazi verdi nascosti utilizzando un mezzo altamente ecologico come la bicicletta. Un invito, insomma, a conoscere il proprio patrimonio rurale e ad amarlo, rispettandolo e non inquinandolo.

I 3passeggiata ecologica_0125 iscritti di questa edizione si sono radunati alle ore 9.00 di domenica 25 settembre nei pressi della storica sede dell’associazione in piazzetta San Francesco. Dopo un breve discorso del sindaco Domenico Birardi che ha invitato tutti a impegnarsi per la pulizia e salvaguardia del paese e delle campagne circostanti, i ciclisti hanno iniziato la loro passeggiata seguiti da, immancabile ormai da anni, Angelo Di Masi, straordinario per la sua competenza tecnica ma soprattutto per la passione con cui partecipa alla manifestazione e aiuta i ciclisti in difficoltà.

Dopo aver percorso per quasi un’ora le strade urbane, i partecipanti proseguono in via Cellamare per una breve prima sosta presso Masseria Di Gemma in cui sono stati rifocillati con i taralli della nostra tradizione e acqua e tè freschi. A questo punto si intraprende la vecchia strada che congiunge Casamassima alla vicina Rutigliano e che costeggia la Lama San Giorgio, da anni al centro dell’attenzione per la sua salvaguardia.

Verso le ore 12.30 finalmente si raggiunge la meta finale, per il terzo anno consecutivo, la splendida Oasi Mater Domini, sita proprio sulla vecchia strada Casamassima-Rutigliano. L’oasi, annessa alla seicentesca chiesetta Mater Domini, è uno spazio verde attrezzato che si presta ad accogliere famiglie e pellegrini gestito da un’associazione rutiglianese che organizza diverse manifestazioni durante l’anno al fine di raccogliere fondi per la loro bella struttura e per aiutare le famiglie meno abbienti.

Dopo i ringraziamenti di rito di Francesco D’Eredità e signora, Anna Gentile, che sostituiscono per la giornata Maria Bardoscia, presidente dell’associazione, i partecipanti hanno preso posto alle tavole in legno e hanno pranzato tutti assieme.

La giornata è stata felicemente allietata da spettacoli e concerti di noti casamassimesi a partire da The Zizzi Street Band, di cui fanno parte Mimmo Settanni, Gino Straface, Nicola Patrono e Nicola Busco che propongono pop e rock italiano, proseguendo con I Musicanti del Paese Azzurro, nuova formazione di Vito Tanzella con Gabriella Birardi Mazzone, Beatrice Birardi, Ester De Leonardis e Teresa Bux. Conoscevamo già i componenti di questo gruppo dopo averli visti esibirsi alla XII edizione de Il Balcone fiorito, all’Abbazia di San Lorenzo e alla recente iniziativa presso le Monacelle della giovane associazione InComune. Colpiti dal nuovo nome della band abbiamo posto loro alcune domande. Ci spiegano che il termine “musicanti” richiama la musica popolare sicuramente presente anche nella vecchia Casamassima, conosciuta come il Paese azzurro appunto. Alcuni anziani ricordano che anche da noi fino alla fine dell’Ottocento si ballava la Pizzica e si cantava nei campi durane il lavoro. I Musicanti sono alla ricerca di racconti e magari canti e musiche della tradizione casamassimase, così, sfruttando i media e la nostra testata, i componenti della neoband popolare lanciano un appello a chiunque possa aiutarli nella loro ricerca.

Concludono in totale euforia Ester De Leonardis con le sue allieve del corso di Pizzica dell’ass. Gimnikos che invitano tutte le donne a unirsi a loro nella travolgente e coinvolgente danza della Pizzica pugliese.

passeggiata ecologica_04

Gli obiettivi dell’associazione Gruppo natura sono da sempre stimolare il rispetto e l’amore verso la natura e l’ecologia e denunciare gli abusi e le contaminazioni a cielo aperto come le tante discariche che purtroppo circondano Casamassima. L’associazione al momento è molto limitata nell’organizzazione di eventi in quanto sprovvista di sede, ma ha ancora vivo il desiderio di aiutare i ragazzi di oggi ad amare il territorio come ha fatto con intere generazioni nei decenni scorsi.

Chi scrive ha ben vivi in mente i pomeriggi trascorsi nella sede del Gruppo natura per i tanti corsi e laboratori organizzati e nella villa comunale per le numerose iniziative en plein air.

A Casamassima sono oramai numerose le associazioni dedite alla tutela del territorio urbano e rurale, un invito a queste a rivolgersi in particolar modo a bambini e ragazzi, gli adulti di domani, che spesso non conoscono affatto la bellezza e la storia del nostro paesaggio.