AL VIA I FESGTEGGIAMENTI DELLA MADONNA DEL CARMELO

madonna del carmine

Il documento attraverso il quale i governatori cittadini e tutta la popolazione casamassimese elessero la Madonna del Carmine protettrice del nostro paese è un’antica pergamena del 14 luglio 1799. Tuttora, nella sagrestia della chiesa del Purgatorio, è conservata una copia conforme all’originale di questo documento del 1799, stilata il 25 maggio 1876 e firmata dall’allora sindaco Rocco Borreggine.  Per mezzo di questo documento, le autorità cittadine e la gente del paese si impegnarono, con voto perpetuo, a offrire un contributo in denaro  per la celebrazione della festa della Madonna, da tenersi nel mese di luglio.

Nel rispetto di quanto viene riportato sull’antica pergamena, inoltre, ancora oggi il sindaco di Casamassima, oltre ad affidare alla Vergine del Carmelo le chiavi simboliche del paese, depone una busta ai piedi della statua. Tale busta, nell’osservanza dell’impegno perpetuo assunto dai governanti casamassimesi, ancora adesso contiene un contributo in denaro che l’amministrazione dona alla Confraternita del Purgatorio, e che viene utilizzato per organizzare la festa.

Dato che all’epoca il contributo in denaro offerto alla Madonna – come raccontano molti ricercatori e studiosi dell’argomento – serviva soprattutto per acquistare i ceri da accendere in suo onore, tuttora il primo cittadino del paese depone due ceri ai piedi della statua della Madonna, compiendo il gesto davanti all’ingresso della chiesa del Purgatorio.

Riportiamo adesso un breve passaggio estratto dalla pergamena del 1876 e riportato nel libro – che in queste righe ricopiamo fedelmente – ‘La storia di Casamassima’ di Mino Laricchia. “Ragion vuole che detta Santissima Vergine Carmelo – si legge in un capoverso a pagina 55 del testo pubblicato da Laricchia – si eligga per nostra Avvocata e Principal Protettrice, ed alla medesima si mostri un segno di nostra fervosa divozione, nonché di grandissima obbligazione per le tante grazie e favori compartitici”.

 

La pergamena riprodotta, inaugurazione stasera

Una riproduzione della vecchia pergamena del 14 luglio 1799, ingrandita e resa leggibile in tutte le sue parti, sarà inaugurata – come spiegato dall’attuale priore della Confraternita del Purgatorio, Giuseppe De Cesare - nel corso della festa di quest’anno e posizionata in cima alle scale del Purgatorio, al lato della porta d’ingresso della chiesa. Tutti i curiosi e gli appassionati di storia e tradizioni locali potranno dunque ammirarla, oggi e domani, durante i due giorni di festa. Insomma, un pezzo del nostro passato potrà finalmente tornare a splendere ed eventualmente ad animare nuovi studi e nuove ricerche circa il culto di Maria Santissima del Carmelo. Questo stesso documento poi, finita la festa, sarà conservato al Purgatorio.

madonna del carmine_02_pergamena

LO SPECIALE MADONNA DEL CARMINE SUL SETTIMANALE IN EDICOLA