IDENTITA' DOPPIE, TRA MASCHILE E FEMMINILE, OGGI A MONACELLE

palazzo monacelle

Una nuova iniziativa prende il via questo pomeriggio a cura della Pro Loco: è REBIS, mostra fotografica di Viky Zizzo. L’obiettivo dell’associazione è quello di affermare Palazzo Monacelle come contenitore attivo per la crescita socio-culturale della popolazione.

La serata del 3 luglio presenta una scaletta articolata. L’apertura è alle ore 18.30 ma solo per stampa, critici e storici dell’arte, professori, artisti e chiunque voglia accreditarsi preventivamente (info e accrediti 380 6811373). L'accesso alla mostra, sconsigliata ai minori di 18 anni, sarà possibile a una persona per volta, affinché lo spettatore possa stabilire un dialogo solitario con la fotografia e così iniziare un percorso volto all'introspezione.

Al termine della visita ci sarà un breve dibattito, previsto per le ore 20.30, mediato da Enzo Varricchio con la partecipazione di Milena Marzano, dottore in psicologia presso l'Università di Bari. Il dibattito verterà sulle reazioni suscitate dalla visione del video e della mostra fotografica e, soprattutto sul tema dell'identità sessuale nell'arte, del doppio e della ricerca introspettiva.

La giovane Vincenza Zizzo, nata a Bari nel 1984, si dedica completamente alla fotografia nel 2010 abbandonando ogni altro suo impegno. La mostra REBIS raccoglie il frutto delle sue ultime ricerche nell’ambito di un progetto fotografico che nasce da una performance di nudo artistico. Il tema trattato è quello dell'identità sessuale, della scelta tra bene e male, della conoscenza e definizione di se stessi. L’obiettivo dell’artista è il REBIS, un simbolo che racchiude nel suo interno il mistero del numero due. Da “res bina“, la cosa doppia, il rebis è una famosa figura ermetica che rappresenta un androgino con due teste, una femminile e una maschile, che tiene sottomesso un drago alato e che con la sinistra stringe un compasso mentre con la destra impugna una squadra. L'androgino è un doppio, una cosa duplice in cui maschile e femminile si completano e si esaltano a vicenda, invece di neutralizzarsi, perché sono in stato di equilibrio conflittuale.

Dalle ore 22.30 circa, nel cortile delle Monacelle, si potrà chiacchierare e scambiarsi opinioni durante il Dj set di samueltron.

La Pro Loco Casamassima organizza un’altra serata di “Arte totale” che unisce e stimola varie sfere dell’intelletto umano certa com’è che la promozione della cultura possa essere la giusta arma per il superamento del degrado di cui tanto si è parlato nei mesi scorsi. Ai casamassimesi l’ardua sentenza.

monacelle_rebis