Stramaxima 2019, grande successo per la XXXII edizione

Stramaxima (5)

Più di mille corridori hanno invaso le strade di Casamassima

Una nuova giornata di sport e di festa, è stata questa la XXXII edizione della Stramaxima, la gara podistica casamassimese, organizzata dall’Amatori Atletica “Emanuele Manzari”, che fa convergere nelle strade cittadine tantissimi podisti provenienti dal Sud Italia e da tante altre province italiane. L’edizione del 2019 ha assegnato anche il XXX Trofeo “Emanuele Manzari”. La gara, che ha rappresentato anche l’ottava tappa del Trofeo Provinciale “Terra di Bari”, è riconosciuta dalla Fidal, Federazione italiana di atletica leggera.

Stramaxima (2)

Sono stati 732 gli atleti iscritti della Fidal, appartenenti a 94 società, che hanno percorso i 10 chilometri del tracciato. 597 sono stati uomini, mentre le donne sono state 135. A questi 732 atleti vanno aggiunti i Liberi e i tesserati Aics, Associazione italiana cultura e sport, che sono stati oltre 300. La somma di questi numeri ci conduce a più di 1000 partecipanti provenienti dalla provincia di Bari e da tutta la Puglia. Ci sono state iscrizioni provenienti anche dalla provincia vicina di Matera, di Avellino, di Ancona, di Roma, di Frosinone, di Fermo, di Ravenna, di Sassari e di Varese.

Tra i tesserati ad imporsi nella classifica generale è stato il giovane atleta diciottenne Andrea Palumbo dell’Atletica Amatori Cisternino Ecolservizi, con il tempo di 32 minuti e 56 secondi. Ha preceduto Francesco Quarato, Francesco Milella, Rodolfo Guastamacchia e Giuliano Antonio Gaeta. Tra le donne giunge prima al traguardo con il tempo di 38 minuti e 25 secondi l’altamurana Mariangela Ceglie della Future Athletic team Puglia, che si concede il bis dopo la vittoria nell’edizione del 2018. Alle sue spalle Sara Speroni, Damiana Monfreda, Maddalena Carella, Filomena Casaluce.

Stramaxima (1)

Al vincitore e alla vincitrice assoluti, esclusi dalle rispettive categorie, sono stati premiati con uno zaino tecnico Decathlon, contenente prodotti tipici locali del Panificio "Tradizione Pugliese", e una cassetta di uva bianca varietà Italia. Al termine della loro premiazione sono state premiate allo stesso modo le altre categorie, suddivise per sesso e per età. Il premio societario, l’ambito XXX Trofeo “Emanuele Manzari” è stato consegnato all’As. Dof Amatori Turi. Alla società è stata consegnata una splendida opera del maestro Antonio Cristantielli dell’Azdesign. Una targa ricordo, invece, è stata consegnata alle successive società in classifica, l’Atletica Adelfia, La Pietra, l’Asd La Fenice e i Runners del Levante. Lo zaino tecnico della Decathlon è stato consegnato a estrazione a tre corridori dei liberi e a due tesserati Aics. Infine, è stato sorteggiato un nominativo tra gli iscritti tesserati Fidal. Il fortunato estratto ha vinto un viaggio per una maratona o mezza maratona offerto dalla società Vivi e Sorridi.

Nonostante l’ingente impegno usato per l’organizzazione della gara, undici atleti dell’Atletica Amatori “Emanuele Manzari” hanno partecipato alla gara, conquistando quattro importanti podi. Giacomo Tanzella è giunto quinto nella categoria SM40, Luigi Quaranta è giunto terzo nella categoria SM50, Cassandra Barbieri è giunta seconda nella categoria SF45, Nicola Berardino, l’atleta più anziano casamassimese, è giunto terzo nella categoria SM75.

Stramaxima (4)

Tra i tesserati vogliamo ricordare anche che gli atleti più giovani hanno avuto un’età di 16-17 anni, mentre gli atleti più anziani sono stati Domenico De Carlo, classe 1934, della Polisport Ciclo Club Fasano, e Maria Legrottaglie, classe 1948, della Runners del Levante.

Alla Stramaxima 2019 hanno partecipato oltre a numerose società sportive, anche molte associazioni locali che hanno supportato l’Atletica Amatori “Emanuele Manzari” in questa macchina organizzativa complessa. Vanno ricordate per esempio alcune collaborazioni come ad esempio l’Associazione #mentiCreattive, che ha commentato in diretta la gara dalla piazza, l’Associazione AC Photographers che ha organizzato il concorso fotografico, l’Asd Maximabike Mtb che ha assistito e scortato i corridori lungo i 10 chilometri di percorso, le forze dell’ordine e l’Aserc che hanno garantito la sicurezza, l’ordine e i mezzi di soccorso durante la gara. Queste, insieme a tante altre, hanno garantito un successo straordinario a questa giornata.

Stramaxima (3)

Soddisfatto dei risultati ottenuti e dei numeri il presidente della società organizzatrice Franco Nanna, insieme all’assessore allo sport Michele Loiudice, che ha sottolineato l’importanza di questa gara per la città. La Stramaxima invecchia, quest’anno ha spento XXXII candeline, ma conserva con sé il fascino di un tempo e fa vivere ogni anno una grande giornata di festa alla cittadinanza e alla comunità casamassimese. Arrivederci al prossimo anno, per la XXXIII edizione di questa gara podistica tutta targata Casamassima.

DANIELE FOX

Foto di Vitoronzo Petronelli