COSTI DELLA POLITICA, RIDOTTA LA PRESENZA IN COMMISSIONE

consiglio comunale2

Meno componenti per le commissioni consiliari. L’ultimo consiglio comunale ha infatti approvato un provvedimento attraverso il quale le commissioni consiliari non saranno più composte da 7 persone, ma da 5. Mentre prima il rapporto in commissione tra maggioranza e opposizione era di 4 a 3, d’ora in avanti sarà di 3 a 2. Il consigliere del Pd Michele Loiudice ha avanzato anche una proposta a riguardo: “Perché – ha detto Loiudice – non riduciamo i costi, facendo passare il numero dei componenti delle commissioni da 7 a 5, mantenendo però, solo per una questione di rappresentanza di base, identico il numero delle persone che partecipano ai lavori con proposte e idee? In questo modo garantiremmo a tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale il diritto di essere rappresentate”.

E mentre il sindaco Mimmo Birardi ha precisato che “anche la retribuzione del primo cittadino, degli assessori e dei revisori ha subito delle riduzioni determinate per legge”, l’assessore alle Politiche fiscali e finanziarie, Ninni Columbo, ha sottolineato che “se è vero che la riduzione dei componenti delle commissioni potrebbe non dare rappresentanza a tutte le forze politiche, è altrettanto vero che renderà sicuramente più agevole il raggiungimento del numero legale, facilitando il lavoro delle commissioni stesse”.