Fornart. Panetteria, focacceria e pasticceria per passione

Antonio e Eligio Pugliese

I fratelli Antonio e Eligio Pugliese riscoprono i sapori della Settimana Santa con le ricette dì Annina e Achille

Con la festività di Pasqua ormai alle porte, Antonio e Eligio Pugliese portano sulle nostre tavole i prodotti tipici della tradizione casamassimese, che i fratelli Pugliese realizzano seguendo le antiche ricette tramandate da papà Achille e da mamma Annina.

Le scarcelle

Fornart, situato a Casamassima in via Parini 33 - 35, offre ai clienti un vasto assortimento di dolcetti alle mandorle, colombe multi gusto, taralli pazzi con o senza alcool e taralloni glassati, scarcelle in pasta frolla o di pasta biscotto. Da Fornart, l’impasto delle scarcelle è quello classico delle paste da latte con farina, olio extra vergine di oliva, ammoniaca, bicarbonato, zucchero e uova. Si tratta di un pezzo di massa dolce, a forma di cestino, colomba, coniglio, campana, pulcino, cuore, fiore, ecc, il quale ha legate su di sé una o due uova sode. Il dolce simboleggia la liberazione dal peccato originale. Per mangiare la scarcella, le uova vanno appunto «scarcerate» dall’intreccio di pasta. Questo, forse, spiegherebbe il suo nome, che in dialetto si pronuncia “scarcedd”.

Il panificio Pugliese personalizza le scarcelle che, soprattutto in passato, era di buon auspicio scambiarsi il giorno di Pasqua fra parenti e amici, utilizzando decorazioni varie, confetti e perline. Però, Fornart sa come fare felici anche i bambini, infatti soltanto da Fornart i più piccoli possono trovare sulla scarcella pasquale un uovo Kinder al posto dell’uovo normale.

I taralli pazzi

Al forno di Antonio e Eligio Pugliese è già Pasqua! Ce ne accorgiamo dalla fragranza dei taralli all’uovo che inonda il laboratorio. Da una vecchia usanza, nascono nel cuore di Casamassima i taralli pazzi. I taralli pazzi sono preparati con pochi ingredienti ma buoni: farina; acqua; uova; olio extra vergine di oliva; un pizzico di ammoniaca; quanto basta di sale. Antonio e Eligio rispettano le dosi e il procedimento ereditati dai mastri fornai Achille e Annina. I taralli, in origine tutti tondeggianti, si lasciano asciugare e riposare dopo la bollitura. Mentre ai classici rotondi viene data la forma di una ciambella ed un taglio, che fa alzare la cupola sopra il biscotto dando vita al tarallone di Pasqua, ai taralli pazzi si imprimono dei giri con le mani. Da qui, deriva l’appellativo di tarallo pazzo, perché i taralli entrano in forno che sono circolari e poi, una volta che va avanti la cottura, assumono forme sempre diverse.

Presso il panificio Fornart, è possibile acquistare inoltre la versione con l’aggiunta di alcool. L’alcool contribuisce a donare ai taralli pazzi un aspetto ancora più originale, in quanto crea delle pieghe e li fa gonfiare in forno. I taralli all’uovo vengono ricoperti di glassa. Fornart scrive una storia lunga 44 anni.

Il panificio Pugliese sorge a Casamassima nel 1975, quando Achille Pugliese e Annina Barbara Esposito si trasferiscono dalla Calabria. I figli Antonio e Eligio cominciano a lavorare nell’attività di famiglia da piccolissimi durante le vacanze estive. Antonio, in particolare, affianca stabilmente il padre dall’età di 14 anni, invece Eligio subentra all’azienda terminati gli studi. I fratelli Pugliese hanno innovato il panificio dei genitori, dove producono le specialità locali. Vieni ad assaggiarle! Fornart ti aspetta a Casamassima in via Parini ai civici 33 e 35, nelle vicinanze del campo sportivo, a metà strada tra l’ufficio postale e l’area mercatale di piazzale Nazariantz, dal lunedì al sabato dalle 7 alle 14.15 e dalle 16.30 alle 21.30. Di domenica, il negozio è aperto la mattina dalle ore 7 alle ore 14.15.

Visita la pagina facebook https://www.facebook.com/Fornart/

Info e prenotazioni ai numeri 0804042494 - 3346167727.

Francesca Valentino
Foto di Davide Specchia