Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

La Madietta: genuinità, salute e calore familiare

Madietta inaugurazione (2)

Un nuovo panificio attento alle intolleranze

Impugnando un grande mattarello in legno varchi la soglia di ‘La Madietta’, il panificio attento alle intolleranze che ha aperto i battenti lo scorso lunedì in via Turi 30 a Casamassima.

Madietta inaugurazione (3)

Il grande dipinto realizzato sulla parete destra del locale dall'artista casamassimese Angela Palmieri e che raffigura una nonnina e un uomo impegnati nell’impastare il pane quotidiano su una vecchia madia, già racconta passato, presente e futuro della nuova attività. L’anziana signora richiama infatti la tradizione a cui guardano i prodotti realizzati all’interno del laboratorio, mentre l’uomo rappresenta l’immagine di onestà e lavoro, valori che ispirano i De Leonardis, proprietari del panificio.

Con un arredamento rustico, originale e accogliente e profumi e sapori naturali, si respira genuinità, passione e salute, ma anche una bellissima atmosfera familiare. Titolare è il papà Nicola, esperienza venticinquennale al reparto panetteria del centro commerciale, il motore è sua moglie Maria Pastore, creativa ed energica tuttofare, e nella brigata anche i sorridenti figli Angelo e il giovanissimo Vito Pio che sta ultimando l’istituto Alberghiero a Casamassima.

A pochi metri da Largo Lago, dunque posizione centrale, ‘La Madietta’ facilita la spesa a chi ha particolari esigenze alimentari prive di glutine ma anche di uova, lattosio e nichel. Infatti nel laboratorio-cucina, visibile alle spalle del bancone attraverso un’ampia vetrata, si utilizza solo olio extravergine di oliva italiano e si preparano prodotti da forno salati e dolci come pane, focaccia, rustici, taralli, paste da latte e paste di mandorla con l’utilizzo di materie prime e pentolame adatti ad ogni specifica caratteristica e dieta della clientela. Sugli scaffali anche diversi prodotti, paste, farine, conserve dolci e salate, condimenti, legumi e bevande confezionate.

Madietta inaugurazione (1)

“Il mio obiettivo – ci ha spiegato Maria – è che chi è intollerante non debba necessariamente sentirsi malato o diverso essendo costretto ad acquistare il proprio cibo in farmacia, ma che possa finalmente essere libero di entrare in un panificio per scegliere quello che preferisce. Prepariamo tutti i giorni prodotti senza glutine che siano il più naturali possibile, su ordinazione possiamo provvedere anche a chi necessita di una dieta personalizzata, anche a chi ha molte difficoltà a trovare qualcosa di pronto per via delle proprie allergie e intolleranze.

“Abbiamo maturato una grande esperienza in famiglia perché sia mia moglie che mio figlio Angelo sono intolleranti al glutine – aggiunge Nicola - Siamo quindi stati noi clienti per anni e abbiamo riscontrato la mancanza di un panificio che rispondesse alle esigenze particolari di questa categoria. Mancavano spesso prodotti freschi e da forno per cui eravamo obbligati a comprare tutto confezionato, quindi da un bisogno è nata la voglia di lanciarci in questa impresa.”

Madietta inaugurazione (4)

Con un'offerta ampia di panetteria, rosticceria, pasticceria, e presto anche gastronomia, i De Leonardis, grazie ad una convenzione con la Asl, possono ritirare i buoni che ricevono i celiaci.

Alla inaugurazione, a cui abbiamo partecipato rimanendo davvero colpiti dall’affetto di chi si è mosso per portare i propri auguri e dalla emozione e sensibilità della famiglia di Nicola, sono intervenuti anche Don Carlo e il nostro Primo Cittadino “Mi ha commosso moltissimo la grande affluenza, le bellissime parole di benedizione di Don Carlo e la presenza del Sindaco Giuseppe Nitti che ci ha dato un grande supporto nelle ultime settimane. Tutto ha contribuito all'atmosfera calorosa. Lasciare un posto fisso per una impresa personale richiede dal coraggio – ha risposto Nicola quando gli abbiamo chiesto come è riuscito a rinunciare ad uno stipendio sicuro e a gettarsi alla cieca – ma credo che quando si è mossi dalla passione e si ha la famiglia accanto si riesce in qualsiasi attività.”

La madia era un contenitore, o meglio una dispensa in legno a sponde alte, in cui venivano custoditi alimenti, lievito, farina ecc. e aveva un coperchio ribaltabile che proteggeva un piano su cui si impastava il pane casereccio. In via Turi la madietta si veste ‘gluten free’ portando sulle tavole prodotti tipici pugliesi utilizzando ricette delle nonne con cereali alternativi.

LUNA PASTORE

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.