Sabato 14 Dicembre 2019
   
Text Size

Lo Chef Nicola Scarpelli con il made in Italy e il made in Puglia conquista la Francia

Nicola Scarpelli (2)

Grande riconoscimento per Nicola Scarpelli, l’unico pugliese tra i 50 Chef della Brigade des Etoiles de Mougins in Francia, provenienti da tutto il modo.

Evento organizzato in modo impeccabile da Elisabeth Azoulay, responsabile Ufficio Turismo di Mougins in Francia.

Scarpelli, originario di Bari, è stato scelto come unico Ambasciatore della Gastronomia pugliese nel mondo per la valorizzazione del territorio. Premiato dal sindaco Richard Galy e Christophe Tourette, Presidente dell’Ufficio Turismo di Mougins e Assessore al turismo della Costa Azzurra.

Una fusione e sinergia con la città di Mougins (Francia) e la Puglia (Italia).

La Puglia spicca in questo panorama grazie alla professionalità dello Chef Nicola Scarpelli, che parte dalle antiche tradizioni lavorando su prodotti di altissima qualità.

Anni di esperienza nel settore e numerose attività di successo hanno reso lo Chef Nicola Scarpelli un grande conoscitore dei saperi e dei sapori del territorio, si è posto l’obiettivo di valorizzare la sua terra d’origine: la Puglia, con i suoi prodotti a Km. Zero, in collaborazione con le aziende agroalimentari del territorio.

Uno chef sempre pronto ad accettare nuove sfide e alla costante ricerca di inedite opportunità apportatrici di benessere per l’intera comunità, volte alla creazione di una sorta di “Turismo Sostenibile e Sociale” dedicato alla Puglia e alle sue bellezze naturalistiche.

La Puglia è chiamata come ambasciatrice nel mondo per promuoversi come destinazione turistica, ricca di tradizioni storico-culturali e vuole mantenere un forte legame con la Francia e il resto del mondo.

“Sembra un sogno ma è pura realtà” - le prime parole dello Chef Nicola Scarpelli dopo aver indossato la divisa della Brigade des Etoiles de Mougins. “Questo è un punto di partenza, per far conoscere le prelibatezze della nostra terra nel mondo. Essere ambasciatore della gastronomia pugliese ha un grande valore e una grande responsabilità che intendo portare avanti”.

“Sono passati tanti anni da quando ho deciso di impegnarmi nel mondo della ristorazione, è stato un viaggio lungo che continua ogni giorno, la mia maturazione, l'insieme delle esperienze mi ha portato ad una naturale evoluzione ed a fare delle scelte ben precise, l'amore della tradizione Mediterranea "vera".

La grande cucina del bacino del Mediterraneo è il frutto di una storia millenaria, un luogo "allargato" in un mare, scambio di cultura ed usanze, di lingue e sapori, in questo crogiolo si è formata una indistruttibile costruzione che ha reso il bacino del "mare nostrum" il centro del sapore nel mondo” – conclude Scarpelli.

Soddisfatto il manager Filippo Lisi che ha creduto in questo progetto: “Il primo chef su cui puntare a livello internazionale è stato facile individuarlo, lo conosco da 19 anni, superlativo nell'enogastronomia e di raffinato profilo professionale. Ora Nicola è famoso, la mia promessa è stata mantenuta, il suo successo è il mio successo e ne sono molto onorato. Grazie Nicola” - afferma Lisi.

MARIA GIOVANNA LABRUNA

Nicola Scarpelli (1)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.