Venerdì 24 Maggio 2019
   
Text Size

ALLEGRIA FA RIMA CON SINERGIA

Carri pentolaccia (1)

Cinque carri allegorici per la quarantaduesima edizione della pentolaccia casamassimese

Continua il viaggio tra i capannoni, dove i maestri del Carnevale casamassimese stanno ultimando le loro opere in cartapesta. Sono quattro i carri allegorici dì prima categoria, che seguiranno fedeli e maestosi la grande Pentolaccia sabato 9 marzo e domenica 10 marzo, e che si associano al tema di Pentolac...CIAK-Cinema:

Carri pentolaccia (2)

Il conte Dracula di Francesco Colapinto, Giuseppe Roberto e Marco Colapinto – Ass. Cartapestai Casamassimesi. Ispirato al film prodotto nel 1970 e tratto dal romanzo di Bram Stoker. Trainerà il carro il trattorista Giuseppe Verroca, mentre in consolle e alla voce ci sarà MrMarvis dj. Corpo di ballo della scuola Quimbara Dance di Patrizia Longo ;

Ciak si gira e di azzurro si respira di Vincenzo Monfreda, Giandomenico Romito, Stefano Monfreda, Rosanna Campagna, Saverio Mazzei e Michele Lagioia – Ass. Fungai Casamassimesi. Ispirato alla miniserie televisiva PIETRO MENNEA - LA FRECCIA DEL SUD ideata e diretta da Ricky Tognazzi, basata sulla vita dell'atleta olimpionico. Il carro è composto da una struttura di ventitré pupazzi incastonati tra i monumenti più belli del borgo antico casamassimese, sempre più noto come ‘Paese Azzurro’: Porta Orologio, Chiesa Madre, Monacelle, Santa Chiara e l’Arco delle Ombre. Per Ciak si gira e di azzurro si respira, ballerà l’Ads Fire Dance School di Angela Giovinazzo.

Totò cerca casa nel Paese Azzurro di Andrea De Filippis e Leonardo Cristantielli – Ass. ‘Maestri Della Cartapesta’.Sullo scenario di un cinema teatro immaginario, che hanno chiamato “Maxima”, viene proposta una versione ridisegnata sotto chiave casamassimese della pellicola “Totò cerca casa”. Coreografie della scuola di danza Scarpette Rosa di Lucianna Ariemma.

Carri pentolaccia (3)

L’Armata Brancaleone di Paolo Montanaro, Silvio Montanaro, Gianni Verroca, Giuseppe Verroca, Francesco Fonsidituri e Massimiliano Nanna – Ass. ‘Carneval’arte-Creazione e Tradizione’. Il carro ripercorre le scene principali della celebre pellicola scritta dalla penna di Mario Monicelli, e che fu girata nel 1966. I personaggi però sono i politici di oggi: il premier Conte tenta di salvare l’Italia dalle grinfie di un drago, i danni arrecati all’Italia dalla vecchia politica. Sotto giacciono le macerie lasciate da Matteo Renzi e Mario Monti. Due fantasmi senza volto stanno a significare la Prima Repubblica e la Seconda Repubblica, ormai trapassate. La scenografia è costituita, come nel film, dal castello medioevale di Norcia, dal quale in questo caso fuoriesce Sergio Mattarella, invece Salvini e Di Maio vestono i panni dei soldati saraceni. Alla pari degli antichi romani, il popolo italiano è schiavo di Beppe Grillo, che perciò viene raffigurato seduto su un leone dentro il Colosseo. Dall’armata di Brancaleone, la vocalist Simoncina Labbate scalderà la piazza sulle musiche di Sebasound. Mentre, le coreografie saranno a cura della scuola Flash Dance 2000 di Adelfia.

Inoltre, inseguito al gemellaggio avvenuto tra Casamassima e il Comune di Bari - Municipio San Paolo, un carro, proveniente dal Carnevale del San Paolo, sfilerà accanto ai nostri. I carristi hanno ricevuto la visita della commissione pro gestione della Pentolaccia, composta da Azzurra Acciani, Teresa Massaro, Marisa D’Addabbo, Angela Di Donna, Antonio Pastore e Raffaello Magnifico.

Carri pentolaccia (4)

“Casamassima - come ha ricordato il presidente dell’associazione turistica Pro Loco, l’architetto Antonio Pastore, durante la conferenza stampa di giovedì 21 febbraio - si onora di avere ben 8000 nuovi cittadini, diversi dei quali sono a tutti gli effetti casamassimesi dal momento che abitano nel nostro paese da oltre venti anni. In ragione di questa idea di fratellanza, la Pro Loco ha sposato completamente l’iniziativa, promossa dall’Amministrazione, di costituire dapprima quest’anno una commissione, e successivamente la consulta, in quanto vogliamo che le manifestazioni non siano più delle associazioni titolari che le organizzano, bensì diventino della comunità casamassimese, e vengano prodotte da tutti i cittadini, ivi compresi gli stakeholder dei commercianti-artigiani, a vantaggio non soltanto di Casamassima, ma dell’intera area metropolitana di Bari e dell’Italia. Già, dico dell’Italia, perché Casamassima non soltanto gode di location importanti e veramente uniche (Paese Azzurro, Cimitero dei Polacchi, Lama San Giorgio, chiese, abbazie), ma ha anche a repertorio belle manifestazioni che hanno avuto una certa notorietà in passato, e che la hanno tuttora. Dunque, dovremmo tutti insieme puntare su un numero ristretto di eventi, facendoli diventare momenti aggregativi della comunità, ovvero un’occasione per vivere meglio, un’attrattiva per far venire turisti.

Ad esempio, nel periodo della Pentolaccia, del Corteo Storico Corrado IV, oppure per visitare il Paese Azzurro, la Pro Loco è stata contattata da diverse agenzie, anche del settentrione, che ci hanno chiesto di indicargli: bedandbreakfast; ristoranti; cosa visitare prima e dopo la manifestazione; dove parcheggiare pullman e camper. In tal caso, lo spazio che più si presta a ciò è piazzale Nazariantz, che però il sabato mattina è occupato dal mercato settimanale.

Si tratta di tanti piccoli dettagli che una comunità, la quale vuole fare il salto di qualità presentandosi all’area metropolitana né come fanalino di coda né come città a cui spettano gli avanzi di una programmazione metropolitana o regionale, ma da attore principale, deve considerare”.

I negozianti, gli artigiani e gli agricoltori di Casamassima riuniti in un comitato da lui capeggiato. E’ questa la mission che si è prefissato l’assessore Gino Petroni, assegnatario delle deleghe al commercio, all’artigianato, all’agricoltura, alle politiche per lo sviluppo economico, il lavoro e la tutela dei consumatori, nell’intento di rilanciare, e portare al successo, le manifestazioni del luogo grazie alla collaborazione delle attività produttive con associazioni e istituzioni.

Francesca Valentino

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI