Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

PENTOLAC...CIAK CASAMASSIMASSIMESE

acciani - petroni

La parola ad Azzurra Acciani e Gino Petroni

A poco meno di un mese da ‘Pentolac...CIAK 2019’, in programma il 9 e 10 marzo prossimi, la commissione sta pianificando i dettagli della quarantaduesima edizione del Carnevale casamassimese. «La pellicola» sarà presentata in conferenza stampa giovedì 21 febbraio.

Come spiega ai microfoni della Voce Del Paese l’architetto Azzurra Acciani, che fa parte della commissione accanto al presidente della Pro Loco, l’architetto Antonio Pastore, alla responsabile dei servizi socio-culturali, Teresa Massaro, al rappresentante dei cartapestai, Raffaello Magnifico, e alla rappresentante delle associazioni, Marisa D’Addabbo, si è messo in piedi questo comitato poiché tutti avessero voce in capitolo, nonostante l’evento nasca come una prerogativa e una creazione della Pro Loco, che ne detiene il marchio, e che è giusto ne conservi la paternità. Tuttavia, è stata una volontà espressa proprio dalla Pro Loco, quella di aprire l’organizzazione e la progettazione della manifestazione alla comunità.

Pastore e la Pro Loco combattono affinché cittadini, negozianti e associazioni sentano la Pentolaccia un patrimonio di proprietà di Casamassima e dei casamassimesi, quindi lavorino insieme per la sua crescita, trasformandolo, senza scimmiottare i paesi vicini, in un appuntamento, gratuito, che rinnovi, anno dopo anno, in maniera crescente l’antico rito della Pentolaccia, attiri turisti, renda famosa Casamassima perla particolare tipicità che caratterizza la nostra tradizione, non soltanto nel circondario.

Una delle caratteristiche del Carnevale casamassimese, che la commissione intende ripristinare, sono i festini. Le origini di tali gioiose riunioni risalgono addirittura agli anni ‘20 e ‘30, quando molte famiglie bandivano in casa festicciole per trascorrere in allegria fra parenti e conoscenti alcune ore della sera. Chissà quanti amori sono sbocciati tra un giro di valzer e una mazurka. Con l’avvento della Pentolaccia, ogni festino scendeva in piazza, ed esibiva il suo gruppo mascherato. L’usanza dei festini è poi andata persa in città, spostandosi invece nella vicina Sammichele, che ha cominciato così ad essere frequentata dai casamassimesi, nostalgici del vecchio e divertente Carnevale. Sono previsti, domenica 3 marzo, e il 5 marzo in occasione del Martedì Grasso, due veglioni, adatti ad adulti e bambini, durante i quali il pubblico potrà sfidarsi all’ultimo sketch. Saranno premiati gli attori più esilaranti delle scenette a tema cinema.

“Il progetto pensato a settembre - osserva l’assessore alla cultura, Azzurra Acciani - era molto ambizioso. Sarebbe stato possibile realizzarlo qualora il Comune di Casamassima avesse vinto il finanziamento messo a bando per i Carnevali Storici. Casamassima però non possedeva i requisiti economici per potervi partecipare. Sarebbe stata esclusa di default. Dunque, abbiamo preferito ritirare la candidatura. Miglioreremo, ma ‘Pentolac…CIAK 2019’ ci vede costretti ad impiegare le risorse comunali e gli sponsor che hanno deciso di investire”.

I buoni propositi della condivisione sono smorzati purtroppo dalla realtà. Gino Petroni, assessore al commercio e alle attività produttive, afferma che i commercianti sono già coinvolti per quanto riguarda la Pentolaccia dato che da sempre, qui a Casamassima, i carristi cercano i propri sponsor, e ogni attività dà il suo contributo al carro e ai gruppi mascheratiin certi termini e quantità. L’amministrazione non può pretendere di più dalle attività produttive, per giunta in un momento di crisi. “Ecco perché - conclude Petroni - il Comune ha ritenuto di attribuire ai carristi l’utile a garantire la continuità dell’artigianato della cartapesta, mentre alla Pro Loco una fetta dibudget più importante, considerato che la Pro Loco stessa ha anche l’onere di sbrogliarela grossa matassa del piano della sicurezza e deve seguire, contribuendo alle spese, le associazioni partecipanti”.

Francesca Valentino

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI