Mercoledì 19 Giugno 2019
   
Text Size

Unitre, la manifestazione per il Giorno della Memoria

Antonella Lingria

Ha avuto luogo il 27 gennaio scorso, all'auditorium dell'Addolorata nella centralissima via Roma, la manifestazione organizzata dall'Unitre cittadina per commemorare la Shoah. Ma come si è svolto l'incontro? A rispondere alla domanda è la vicepresidente dell'Unitre, Antonella Lingria.

"Quest'anno abbiamo ricordato la Shoah – spiega Lingria – con un argomento difficile ma di estrema attualità: l'antisemitismo dei nostri giorni. Attraverso un percorso storico, abbiamo esaminato i motivi dell'esclusione, per evidenziare quali sono le attuali preclusioni nei confronti degli ebrei. Indubbiamente, come sostiene l'osservatorio ebraico sull'antisemitismo, si tratta di pregiudizi, di stereotipi, di frasi fatte, riportate dai più senza alcun vaglio critico e, come afferma il grande sociologo e filosofo Zygmunt Bauman, 'senza alcuna remora di carattere etico e morale'. Il suo monito: 'L'orrore può ritornare' presenta, ora più che mai, una valenza che non può essere ignorata".

Perché avete parlato di antisemitismo?

"Azioni e parole contro gli ebrei – prosegue Lingria – sono state riportate anche dalla cronaca recente. E allora ci siamo chiesti: che fare? La risposta non è semplice, perché ciascuno di noi, al di là delle belle parole, dovrebbe eliminare dai propri discorsi e dai propri gesti tutto ciò che induce alla violenza".

 

Cosa possiamo fare per combattere la violenza delle azioni e delle parole nei confronti degli ebrei?

"Siamo ancora in tempo – osserva Lingria – per operare una 'scelta'che non si basi unicamente sulla valutazione egoistica costi-benefici, ma che prenda in esame qualcosa di ben più importante: il valore universale dell'umanità. In questa prospettiva, abbiamo coinvolto il pubblico presente in un dibattito costruttivo, fiduciosi nella possibilità di un cambiamento capace di far riscoprire, a ogni singoloindividuo, l'essenza della vera umanità".

 

Qual è il bilancio della serata?

"I diversi interventi – conclude Lingria - del presidente Unitre Giuseppe Emilio Carelli, mio, di Elena Valentino e della presidente dell'Acca, Sara Mosca, avevano tutti la finalità di stimolare la riflessione.Ricordiamo la bellissima musica che ha accompagnato la manifestazione, merito del maestro Annalisa Peschetola che ha suonato con grande maestria due notturni di Chopin. I nostri ringraziamenti vanno ancora una volta a tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione: il Comune di Casamassima, l'assessore alla cultura, Azzurra Acciani, l'associazione Acca, la fondazione Monsignor Sante Montanaro, l'associazione nazionale Carabinieri e Giovanni Felice".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.