Lunedì 22 Aprile 2019
   
Text Size

Un ‘buon’ 2019 con le associazioni casamassimesi

amadeus e acca casamassima

2° parte tra obiettivi, programmi e desideri per il nuovo anno

Continuiamo dallo scorso numero il viaggio fra le associazioni casamassimesi per scoprire obiettivi, progetti e desideri per questo 2019 e cosa chiedono all’Amministrazione Nitti.

Lo avevamo scritto la scorsa settimana, ma replichiamo per chi non dovesse essere riuscito ad accaparrarsi une delle copie del primo numero dell’anno andato a ruba nelle edicole.

Il 2019 sarà l’anno del turismo lento per scoprire il nostro Belpaese in modalità slow. L’anno di Matera Capitale della cultura con il suo programma fitto e ricco che racchiude una miriade di eventi straordinari che, a partire da sabato 19 gennaio, investiranno la magnifica città lucana portando benefici a tutti i comuni pugliesi contigui. E Casamassima è fra questi, infatti già dalla scorsa estate il nostro comune sta beneficiando dell’inevitabile e positivo effetto domino di Matera 2019, accogliendo i turisti di passaggio, che trovano più facilmente e preferibilmente qui alloggio essendo un ottimo crocevia per la Basilicata, la celebre Alberobello e il mare.

L’anno del Paese Azzurro, sì, l’anno in cui sforzi e sogni di un piccolissimo gruppo di folli potranno finalmente trovare compimento. È vero? Noi ce lo auguriamo e il successo del ‘Blue Christmas’, se non nei numeri, sicuramente nei sentimenti e apprezzamento riscossi ce lo fa sperare. L’amministrazione Nitti, e in particolare l’assessore Azzurra Acciani, stanno dimostrando di credere fortemente nel progetto e ci stanno mettendo entusiasmo e coraggio.

Dopo la Pro Loco, #mentiCreattive e Il Vicinato, sentiamo questa settimana l’ass. musicale Amadeus e la compagnia teatrale locale Acca che nei scorsi giorni ha rinnovato direttivo e presidente.

 

Maurizio Matarrese

MAURIZIO MATARRESE, PRESIDENTE E DIRETTORE ARTISTICO ASS. AMADEUS

“Gli obiettivi della nostra associazione sono oramai molto chiari: portare la musica classica e musicisti di livello a Casamassima. La rassegna “Itinerari musicali”, arrivata alla 17° edizione, si svolgerà come al solito in autunno con i consueti 6/7 concerti. Spero di poter contribuire con altri eventi negli altri periodi dell'anno inserendomi nelle manifestazioni storiche di Casamassima come la Pentolaccia, la Festa della Musica e l'Estate Casamassimese.

L'unico vero problema riguarda l'aspetto economico, spero nel contributo regionale, ma francamente vorrei avere una maggiore partecipazione da parte dell'amministrazione comunale, questa nuova giunta deve avere il coraggio di investire sulla cultura, mettendo a disposizione delle associazioni che lavorano da anni sul territorio maggiori risorse, non è possibile che quando si parla di cultura, non ci sono mai soldi a disposizione. Inoltre il bellissimo Auditorium dell'Addolorata dev'essere risistemato con un allargamento della pedana, una nuova scrivania mobile e delle poltroncine più pratiche e comode per rendere lo spazio più flessibile e fruibile”.

 

Sara Mosca

SARA MOSCA, NEO PRESIDENTE DELL’ACCA

“Come Acca e nuovo direttivo ci impegniamo sicuramente a proseguire sulla strada già aperta dai precedenti direttivi. L'Acca è sempre più aperta al dialogo con le altre associazioni e sempre ricca di tante energie e proposte nuove.

Per il 2019 abbiamo tante idee, sicuramente riproponiamo il nostro fiore all'occhiello, ovvero la Rassegna teatrale, che tornerà anche quest'anno con tante proposte, come sempre per tutti i palati! Siamo molto emozionati e siamo in via di definizione per quelle che saranno le opere che si alterneranno sul nostro ‘palco’.

Torneremo anche noi finalmente in scena dopo la pausa dell'anno scorso a conclusione della rassegna con due repliche della nostra ultima fatica ‘Qualcuno volò sul nido del cuculo’, una bella scommessa per l'Acca, ma che ci sta appassionando molto.

Non vi sarà solo la rassegna. Abbiamo in programma di riprendere, come già in passato, le trasferte che ci hanno restituito sempre tanta soddisfazione e apprezzamento. Una grande novità che finalmente possiamo svelare è quella che abbiamo partecipato con esito positivo a un bando regionale che ci vede partner nell'organizzazione di un importante evento che si terrà in estate a Casamassima nei locali, ora riconvertiti, dell'ex carcere.

Cosa vorremmo e cosa ci aspettiamo dall’amministrazione? Tanto e niente, vorremmo poter fare molto di più. Quest'anno abbiamo finalmente una nostra sede e nonostante questo rappresenti un costo importante per noi, che ci siamo autotassati per garantirci un luogo dove poter ‘fare teatro’, non ci lamentiamo né ci aspettiamo troppo dagli altri. Non perché ci siamo arresi, anzi! Sappiamo bene che le istituzioni non possono permettersi grandi impegni economici quindi non pretendiamo nulla,abbiamo però un sogno. Vorremmo tanto un giorno poter dire di avere di nuovo un teatro a Casamassima, non tanto per noi quanto perché crediamo fermamente che serva al paese”.

 

Rinnovato il direttivo dell’Acca
Conosciamo meglio Sara Mosca

Come anticipato, qualche settimana dopo aver compiuto 36 anni la compagnia teatrale locale Acca ha rinnovato il direttivo. Loro stessi dicono che il segreto della loro longevità risiede nel ricambio continuo di energie. In effetti il direttivo dell’associazione si rinnova ogni 2 anni e il presidente ogni 3. “Ci arricchiamo ogni anno di nuovi soci, pur mantenendo sempre il nostro nucleo storico, custode della tradizione. Così l'Acca può attingere alla forza di tanti senza identificarsi mai con pochi.”

Il nuovo direttivo del'Acca

Quindi a inizio anno Francesca Meliota ha lasciato il suo incarico di Presidente che ha svolto con amore, responsabilità ed entusiasmo e ha ceduto il passo al nuovo Direttivo che guiderà l’associazione verso tante nuove soddisfazioni. Presidente è Sara Mosca, coordinatore Gerardo Gintili, segretario Alessandro Iacovelli e infine tesoriere Marisa D’Addabbo. Direttore artistico/socio fondatore resta Giulio Antonello Santonocito.

Abbiamo approfittato dell’intervista generale alle associazioni per conoscere Sara, nuova presidente, più da vicino.

“Faccio parte dell'Acca dal 2012 e, sebbene non sia una veterana, sin da subito ho avvertito il valore dell'appartenenza a questa associazione. Già da 2 anni ricoprivo il ruolo di coordinatrice e ora sono stata scelta per la nuova presidenza. Sicuramente mi porto dietro l'esempio lodevole della presidenza di Francesca Meliota che si è prodigata davvero tanto, forse più di chiunque, dando anima e corpo a questa associazione. Ora io raccolgo il suo ‘scottante’ testimone e spero di saper fare quanto lei.

Se dovessi scegliere vorrei che la mia presidenza fosse caratterizzata da impegno nel valorizzare tutte le peculiarità di ciascun componente dell'Acca affinché tutti si possano sentire apprezzati ed esprimere al meglio il proprio talento. Largo ai giovani, l'Acca, nonostante abbia più di 35 anni, è sempre stata un'associazione giovane, ma io mi auguro che i giovani continuino a sentire il fascino di questa esperienza e si avvicinino, come sta accadendo già negli ultimi mesi. Ci sono tra noi diverse nuove leve e ci auguriamo tutti, io in primis, che imparino a sentire il legame forte con il teatro. Io personalmente amo molto il teatro, ne sono sempre rimasta affascinata dalla potenza. Poterlo fare poi è un'esperienza indescrivibile che ti permette di essere chiunque desideri pur restando sempre te stessa.

Mi faccio gli auguri di vivere al meglio questa esperienza che sarà un'opportunità di crescita sicuramente e allo stesso tempo auguro a tutti i componenti dell'Acca di vivere al meglio questo nuovo ciclo insieme.”.

LUNA PASTORE

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI