Lunedì 26 Agosto 2019
   
Text Size

Carelli presenta a Bari il dialetto di Casamassima

giornata del dialetto 2019 (1)

Il presidente dell'Unitre alla settima edizione provinciale della Giornata dei Dialetti di Terra di Bari

Domenica 13 gennaio 2019, presso la libreria “Bari Ignota” (via De Rossi 183 angolo Garrubba) si è svolta la settima edizione provinciale della “Giornata dei dialetti di Terra di Bari”.

L’Accademia della Lingua Barese “Alfredo Giovine” e la Libreria Bari Ignota, col patrocinio della Città Metropolitana di Bari, aderendo all’iniziativa dell’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia), hanno organizzato la singolare e particolare kermesse letteraria dialettale aperta alle associazioni, aggregazioni, appassionati e cultori di tradizioni e storia locale, poeti, scrittori vernacolari e gruppi musicali della Terra di Bari.

giornata del dialetto 2019 (2)

Notevole e qualificata è stata la partecipazione a questa importante rassegna letterari dialettale. Fra i migliori contributi il poderoso squadrone barese verace formato da Peppino Macchia, Michele Aprile, Rino Bizzarro, Gigi De Santis, Lucio Carella, , Emanuele Zambetta, Sante Diomede, Franca Angelillo, Maria Pia Devanna, Giacomo Loconsole (presidente di Puglia Free Flight – collaboratore artistico dell’Unitre di Casamassima) che ha presentato un’inedita lirica dedicata al “vento”; e l’altrettanto poderoso squadrone del resto della provincia di Bari rappresentato da Paolo De Santis per Valenzano, Gianni Serena per Palese, Donato Cappiello per Bitonto, Gianni Monteleone per Adelfia-Canneto, Vito Nicassio per Adelfia-Montrone, Dina Ferorelli per Bitetto, Candido Daresta (direttore artistico del gruppo teatrale dell’Unitre di Casamassima) per Sammichele di Bari.

Il dialetto di Casamassima è stato brillantemente presentato dal nostro concittadino Giuseppe Emilio Carelli, noto cultore e ricercatore del nostro idioma e presidente dell’Unitre – Università delle Tre Età, con due liriche dedicate a suo padre e sua madre ed ispirate e composte sul tema dell’amore filiale.

giornata del dialetto 2019 (3)

L’edizione 2019 della Giornata dei dialetti è stata arricchita dalla presenza di poeti vernacolari in rappresentanza del dialetto di Martina Franca (per la provincia di Taranto) e soprattutto dalla poetessa Rita Branca che ha deliziato l’uditorio con le sonorità del dialetto sardo. E’ stata la prima volta di un dialetto extraregionale partecipava alla rassegna provinciale barese.

Dopo le altrettanto belle edizioni , svoltesi sempre a Bari in occasione della “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali” , presso la Sala Consiliare del Comune, il Palazzo della Provincia, Sala Murat di Piazza Ferrarese, Circolo Canottieri Barion; quest’anno, la manifestazione dialettale è stata ospitata nella Libreria Bari Ignota in Via De Rossi grazie all’intuito artistico e all’intelligenza sociale dei titolari Luigi Bramato e Valeria Bottalico che hanno saputo cogliere l’altrettanto intelligente assist di Felice Giovine presidente dell’Accademia della Lingua Barese.

giornata del dialetto 2019 (4)

In una breve intervista il prof. Carelli dice: “E’ stato bellissimo condividere con Giacomo Loconsole, Candido Daresta e con tutti gli altri amici poeti, attori e scrittori la settima edizione della Giornata Nazionale del dialetto. Sono orgoglioso e onorato di aver fatto parte dal primo momento di questa meravigliosa e insostituibile schiera di persone speciali, amanti e appassionati della nostra "lingua del cuore". Riconosciamo, tutti insieme, il merito a Felice Giovine e Gigi De Santis per la grandiosa e ammirevole opera di archeolinguistica e attualizzazione dei dialetti della Terra di Bari e dintorni. Sottolineo marcatamente la serietà e l'impegno dei nostri succitati cari maestri, i quali non perdono occasione per dare la giusta e corretta importanza e serietà a tutto il movimento linguistico dialettale. Sinceri complimenti a tutti ed in particolare ai titolari della Libreria Bari Ignota che intelligentemente hanno saputo cogliere questa importante e singolare occasione letteraria”.

A cui ha fatto eco una dichiarazione del dott. Felice Giovine: “Caro Peppino Carelli sai sempre essere incisivo e garbato, e ti ringrazio per la tua amicizia; stiamo faticosamente percorrendo la stessa strada, erta e irta di ostacoli e pregiudizi, ma con la nostra pervicacia raggiungeremo il nostro traguardo, perché riteniamo di essere nel giusto, con umiltà e competenza; almeno ci proviamo. Un abbraccio a tutti gli amici”. Buon dialetto a tutti.

(foto di Giacomo Loconsole)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.