Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

DOLCETTO O SCHERZETTO?

TRADIZIONI A TAVOLA CON ROCCA (2)

Sold out per il corso di decorazione di biscotti e cake pops promosso
dall’Associazione “Tradizioni a tavola con Rocca”


TRADIZIONI A TAVOLA CON ROCCA (5)

Sabato 20 ottobre dalle ore 9.30 alle ore 12.30 presso il Centro Aperto Polivalente del Comune di Casamassima, la pasticciera Rocca Magnifico ha tenuto un simpatico laboratorio dedicato ai più piccoli. Ventitré bambini, di età non inferiore a 5 anni, si sono cimentati nelle decorazioni con la pasta di zucchero, e hanno ricoperto di glassa biscotti a forma di zucche, pipistrelli e fantasmini per festeggiare Halloween il 31 ottobre prossimo. Il corso prevedeva una quota di partecipazione del tutto simbolica.

Una mattinata all’insegna dell’apprendimento ma anche del divertimento, è quanto hanno trascorso sabato gli allievi di Rocca che hanno condiviso insieme il momento conviviale della merenda, e portato a casa un attestato al termine della lezione.

Rocca Magnifico è fondatrice da poco meno di un mese dell’associazione culturale “Tradizioni a tavola con Rocca”. “Voglia di Partire”, in collaborazione con quest’ultima, organizza dal 10 novembre al 22 dicembre “Pasticciamo e Viaggiamo tra le tradizioni del Natale”. I bambini approfondiranno le abitudini culturali e gastronomiche nella nostra cittadina ad iniziare da Santa Lucia.

TRADIZIONI A TAVOLA CON ROCCA (4)

I bambini realizzeranno dolcetti preparati con gli ingredienti che caratterizzano il territorio di Casamassima e la sua attività

agricola, dunque i biscottini tipici e le paste di mandorla. Un giornalino, scritto anche in lingua inglese, narrerà, tramite le foto e i racconti dei protagonisti, l’iniziativa. Il lavoro sarà inviato alle scuole dell’Iran.

 “Il nostro Natale - spiega Antonietta Spinelli che accanto a Valentina Spinelli e Carmine Laporta ha costituito l’associazione “Voglia di Partire” - deriva da un rito pagano, cioè dal culto del Dio Mitra, o Dio Sole, che è l’antica divinità zoroastriana degli iraniani, i quali celebrano giusto appunto il 21 dicembre La Festa della Luce”.

Avverrà quindi un interscambio tra i bambini casamassimesi e i bambini iraniani, che descriveranno in videoconferenza Skype le proprie reciproche esperienze. Non finisce qui, perché Rocca sta già programmando altri appuntamenti culinari che interessino invece gli adulti. Non vediamo l’ora di assaggiare le sue bontà!

Francesca Valentino

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI