Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Sulle tracce di Monsignor Sante Montanaro

don sante montanaro 2018

Terza edizione, i protagonisti del concorso

Venerdì 5 ottobre 2018 alla 17, presso l’ auditorium dell’Addolorata di palazzo Monacelle in Casamassima, la Fondazione “Mons. Sante Montanaro” ha incontrato i dirigenti o i delegati scolastici dei comuni di Casamassima, Sammichele, Turi, Conversano, Rutigliano, Noicattaro, Cellamare, Capurso, Triggiano, Valenzano, Adelfia, Acquaviva.

Dopo i saluti istituzionali e l’intervento dell’assessore alla cultura, Azzurra Acciani, che si è complimentata per l’iniziativa, la presidente della Fondazione, Nica Ferri, ha tracciato la poliedricità di interessi del suo ideatore e gli obiettivi della Fondazione. L’incontro, finalizzato alla presentazione del progetto “Sulle tracce di don Sante”, indirizzato alle scuole del territorio di ogni ordine e grado, è stato descritto e articolato dalla professoressa Elena Maria Valentino, che ha citato i lavori egregi che i ragazzi delle precedenti edizioni hanno prodotto sotto la guida stimolante dei loro docenti.

È stato un incontro molto importante sia perché ha fatto conoscere il notevole patrimonio librario e iconografico, sapientemente illustrato da Rosa Rizzi e le innumerevoli attività della Fondazione nel biennio 2016 - 2018 sia perché ha contribuito a stabilire rapporti di reciproca collaborazione tra le istituzioni.

Palese l’ammirazione dei convenuti per il pregevole dono di don Sante di cui noi, cittadini di Casamassima, dobbiamo sentirci orgogliosi: la biblioteca della Fondazione, opere antiche, uniche, di inestimabile valore.

La terza edizione del concorso si presenta in maniera innovativa. Non si limita agli alunni delle scuole locali, ma supera i confini di Casamassima per aprirsi ai paesi limitrofi, ai tanti giovani, affini per radici storiche, per riscoprire il valore della lettura e della ricerca nelle biblioteche e l’importanza della cultura, capace di “Promuovere il progresso umano e civile”, come desiderava Monsignore. E noi, amici della Fondazione, condividendo questo ideale, seguiamo le tracce del grande mecenate e benefattore, fiduciosi nel futuro.

Elena Maria Valentino

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI