Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

UERRA, IL FILM GIRATO A CASAMASSIMA, VINCE ALTRI PREMI

uerra

È notizia delle ore scorse che il cortometraggio Uerra, regia di Paolo Sassanelli, girato nelle vie del centro storico casamassimese nella primavera scorsa, abbia conquistato altri due premi, non solo nel panorama nazionale, ma anche e di nuovo oltrefrontiera.

Oltre alle menzioni e ai riconoscimenti ottenuti tra Italia, Spagna e Stati Uniti, si sommano ora il “Miglior cortometraggio internazionale” all’International short film festival in Bulgaria e il “Miglior cortometraggio panorama corti Puglia” al Finibus terrae international film festival del Salento.

Il film, ambientato a Bari, nell’estate del 1946, ricalca le difficoltà e le asperità sociali del Secondo dopoguerra, facendo emergere le stridenti condizioni politiche del periodo e la profonda spaccatura ideologica del popolo: la rivalità di sempre, tra fascismo e socialismo, viene interpretata dai due attori protagonisti, reduci di guerra, che rientrando nel paese di origine si giocano a carte, ogni pomeriggio, la loro competitività.

Il corto è prodotto dalla romana Mood film con il contributo del Ministero per i Beni e le attività culturali e dell’Apulia film commission.locandina uerra_prova

Abbiamo sentito Giuseppe Cupertino, 37enne concittadino, laureato alla Ca’ Foscari di Venezia in Conservazione dei Beni culturali (specializzazione in Archivistica e Biblioteconomia all’Università di Macerata), responsabile, per conto del Comune di Casamassima, delle relazioni con la produzione. Una risorsa “tempista” per la comunità.

È delle ore scorse la notizia che il cortometraggio Uerra abbia vinto altri due festival, Salento e Bulgaria, dopo una serie di riconoscimenti anche di respiro internazionale. Traguardo importante per Casamassima. Ma com’è nata l’idea?

Casamassima è stata individuata come location per il corto dalla produzione, poi sono state avviate le relazioni con l’amministrazione (Assessorato alla Cultura) per l’individuazione dei luoghi dove svolgere le riprese, delle maestranze locali per le scenografie, per le autorizzazioni ecc..

Nel corto sono stati coinvolti personaggi casamassimesi, com’è stata effettuata la selezione?

Sono stato il contatto diretto tra la segretaria di produzione e le associazioni e i cittadini contattati per svolgere i provini. Ovviamente si cercavano determinate figure. Le associazioni come l’Unitre e l’Acca hanno risposto prontamente. È stato fantastico notare l’entusiasmo non solo dei giovani ma anche degli anziani coinvolti.

Quanto tempo sono durate a Casamassima le riprese?

Tre giorni.

Qual è stata la risposta della cittadina?

Ottima. Ovviamente la curiosità era molta, non capita spesso di camminare per il centro storico riscoprendosi all’interno di un set cinematografico.

La sceneggiatura è ambientata nel Secondo dopoguerra. Cosa viene “ricordato” maggiormente nel film?

La difficoltà del ripartire, di ricominciare a vivere dopo la guerra ma anche la dignità e il coraggio dei nostri nonni.

Uno dei temi fondativi del corto è la conquista della libertà, vista anche con ironia, come il pensionamento – di uno dei protagonisti – come invalido di guerra..

Una sorta di monito per noi giovani… la pensione la vedremo mai? Prendiamola con ironia. La libertà di cui noi godiamo i frutti è il risultato del duro lavoro svolto da chi la gioventù forse non l’ha conosciuta perché troppo impegnata a consegnarla nelle nostre mani.

Commenti  

 
#1 nicola magaletti 2012-11-22 10:29
Abbiamo imparato a conoscere Paolo sin dai tempi del " Un medico in famiglia " interpretando personaggi che hanno indotto ad una riflessione collettiva.
E' un piacere che gli sia riconosciuto il talento. L'auspicio è che Casamassima non si limiti ad "ospitare" ma che rivesta un ruolo da protagonista.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.