Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Grande successo per la mostra fotografica sul calcio

Mostra Calcio (5)

Leonardo Camardella e Francesco Camasta fanno rivivere i ricordi del Casamassima

Le foto rappresentano uno scrigno in cui racchiudere tutti i ricordi di una vita passata. I casamassimesi Francesco Camasta, ex dipendente del Miulli di 65 anni, e Leonardo Camardella, farmacista di 65 anni, hanno dato vita a una mostra fotografica dal titolo “Gli indimenticabili anni ’50 e anni ’60 del calcio casamassimese”. Inaugurata venerdì 7 settembre, la mostra è rimasta aperta al pubblico durante le festività di San Rocco, riscuotendo molto successo. Attraverso foto, oltre 70, e documenti inediti provenienti da fondi privati, i due curatori hanno fatto rivivere i ricordi degli anni d’oro della US Casamassima. Formazioni, riunioni, giocate, cene, documenti, verbali dattiloscritti, sono stati visti e osservati, ricordando i protagonisti di quei anni calcistici.

Come nasce l’idea di una mostra calcistica casamassimese? Il materiale presentato è tutto vostro? Ha una dedica speciale?

“L’idea nasce dalla passione giovanile per questo calcio eroico – ha dichiarato Francesco Camasta – Io sono stato segretario della US Casamassima, mentre Camardella è stato un giocatore. È nata per ricordare gli uomini della storia calcistica casamassimese, persone che non sono più tra noi, e la Casamassima di altri tempi. La mostra è dedicata alla figura di due presidenti ‘storici’: Michele Nanna e Donato Gengo, che con l’aiuto di altre personalità, come il comandante Foliani anch’esso presidente per un breve periodo, portarono il calcio locale a buoni livelli”.

 

Siete soddisfatti del successo che ha riscosso questa mostra?

“Sì, all’inizio eravamo increduli – ha raccontato Leonardo Camardella – Pensavamo che fosse un prodotto di nicchia e che sarebbe interessato a pochi, invece fin dalla prima serata la gente è corsa a farci visita. Sono venuti i parenti dei presenti nelle foto o donne che con stupore hanno notato la presenza di altre donne a bordo campo nelle immagini dell’epoca”.

 

Ricordate il nome di qualche talento che all’epoca giocava nel Casamassima?

“Certo – ha proseguito Francesco Camasta – Ancora oggi sono ricordati come talenti di quell’epocaTonino Lorusso, Rocco Pugliese e Tonino Pastore, che è ancora in forma. Inseguitosi sono messi in luce i talenti dei vari Fonsidituri e Terrameo”.

 

L’allora squadra del Casamassima giocava le sue partite nello stadio comunale. Come si presentava all’epoca? Ricordando il passato, osservando il presente e pensando al futuro pensate che Casamassima possa diventare una piazza, come si dice nel gergo calcistico, nuovamente importante?

“I nostri ricordi – ha dichiarato Leonardo Camardella – partono da un campo con spogliatoi, gradinate, acqua corrente, lavori eseguiti durante la presidenza di Michele Nanna.Condizioni migliori di quelle attuali,che vedono un campo sportivo abbandonato a sé stesso e Casamassima senza una compagine calcistica. Secondo noi oggi non ci sono più i presupposti perché Casamassima ritorni a rivivere quei livelli, per vari motivi, anche economici”.

Ringraziamo calorosamente Francesco Camasta e Leonardo Camardella per aver aperto questo scrigno, ricco di ricordi, e per averci fatto fare un salto nel passato calcistico di Casamassima, attraverso le foto, i documenti e le loro storie.

DANIELE FOX

Mostra Calcio (1)

Mostra Calcio (2)

Mostra Calcio (4)

Mostra Calcio (3)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI