Venerdì 17 Agosto 2018
   
Text Size

EVASIONI...

Infoponit IAT Casamassima

Sempre più frequentemente si stanno verificando episodi di vandalismo ai danni della struttura ex-carceraria, in minima parte adibita dal 2015 ad Info-point Puglia Promozione, gestito dalla Pro Loco, ma in gran parte in stato di semi-abbandono, in quanto i lavori e la destinazione definitiva non si sono mai completati. Anzi, si è creata una gran confusione circa il da farsi, che ne ha compromesso la finalità ben chiara nelle indicazioni progettuali.

I lavori ad oggi sono stati finanziati dal Gal Sud-Est Barese, nell’ambito del “Programma Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007-2013 Fondo Feasr Asse III – Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale nella Misura 321– Servizi Essenziali per l’Economia e le Popolazioni Rurali con Bando Pubblico per la Presentazione di Domande di Aiuto”, per recuperare l’ex-Carcere Mandamentale, con un intervento finalizzato a servizi di carattere didattico, culturale e ricreativo a favore soprattutto dei giovani in età scolare, dall’accattivante nome di Evasioni.

Secondo le direttive Gal dovrebbero riguardare l’attività didattica per la riscoperta dei valori del lavoro del mondo agricolo e delle sue produzioni e l’educazione alimentare; l’attività culturale per la conoscenza di antichi mestieri e dell’architettura rurale; l’attività ricreativa per il tempo libero, entrando nella sfera della socializzazione, del divertimento e della conoscenza (attività di biblioteca, di spettacolo, di intrattenimento, di sport), quindi un grande contenitore didattico-socio-culturale e di trattenimento alternativo, che può generare un futuro lavorativo ai giovani fruitori delle attività che vi si svolgeranno, “evadendo” dal periodo buio che stiamo attraversando e andando incontro alla realizzazione di un sogno che può durare un breve lasso di tempo o per sempre, facendo emergere le loro qualità imprenditoriali, tecniche, culturali, artistiche e sportive, per poterle a loro volta far diventare sostegno di vita e lavoro.

Per questo si è voluto denominare questa “Fabbrica di sogni” col nome dal doppio significato di Evasioni. Essendo l'immobile un ex-carcere, in relazione ad esso l'evasione è risaputamente la fuga da questa struttura coercitiva verso un'ipotizzata e tentata libertà. Nella trasformazione dell'edificio a centro didattico-socio-culturale, le Evasioni diventano la fuga dalla repressione socio-culturale-lavorativa alla quale oggi siamo costretti, dovuta soprattutto alla perdita graduale dei valori e degli ideali, che hanno 'imprigionato' qualsiasi desiderio di realizzazione, breve o lunga che sia. Le Evasioni nella nostra struttura, con la conoscenza, l’esercizio e la sperimentazione devono invece 'liberare' i sogni, la creatività, gli interessi, farne oggetto di uso quotidiano che nell'applicazione seguita possa plasmare il soggetto fruitore fino a che il suo essere 'evaso' dalla prigione delle idee generi un soggetto attivo, libero e propositivo che possa occupare un ruolo trainante e dall’identità decisa nella società del domani, contribuendo a contrastare fenomeni di abbandono del territorio.

Una volta realizzato il centro Evasioni sarà a servizio del Comune di Casamassima, scuole, associazioni, mondo del lavoro, con ampie sale per mostre, convegni, laboratori per la didattica, attività agricole, artigianali, artistiche e culturali e con servizi per la cittadinanza legati soprattutto al mondo rurale; spazi per l'intrattenimento e lo sport, che comprendono l’adiacente campo multifunzione e la possibilità di un teatro all’aperto copribile con una tensostruttura. La gestione deve perseguire l'obiettivo di coprire le carenze esistenti nel comune e ampliare l'efficienza della didattica scolare, dell'assistenza sociale ai giovani e non, attraverso attività formative e di coinvolgimento della popolazione, che mirano alla socializzazione. In altri luoghi ove questi centri sono stati già realizzati, si registra una capacità attrattiva elevata e di ottima qualità nel rispetto della struttura. Obiettivo di tutti, importante e raggiungibile anche in tempi brevi solo con tanta buona volontà.

MARILINA PAGLIARA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI