Martedì 23 Ottobre 2018
   
Text Size

RACCONTO DEL GEMELLAGGIO FRA UNITRE

Gemellaggio Unitrè (4)

ORTA NOVA 29 APRILE – CASAMASSIMA 6 MAGGIO 2018

IN PRINCIPIO…

Nell’aprile del 2017, al termine dei lavori dell’assemblea regionale delle Unitre – Università delle Tre Età di Puglia, presieduta dal presidente nazionale Gustavo Guccini, durante il tradizionale convivio, i rappresentanti dell’Unitre di Casamassima socializzano con quelli dei Cinque Reali Siti della provincia di Foggia. E’ lì che nasce l’idea di organizzare un gemellaggio tra le due sedi.

A ottobre dell’anno scorso il neopresidente Giuseppe Emilio Carelli, la presidente uscente Elena Maria Valentino e la direttrice dei corsi Nietta D’Innella si recano a Orta Nova (comune pilota dei Cinque Reali Siti) ove incontrano i rappresentanti dell’Unitre la presidente Rina Di Giorgio Cavaliere e il vicepresidente Annito Di Pietro.

Si gettano subito le basi per la realizzazione di un progetto comune su discipline concordate con l’impegno di organizzare e realizzare un vero e proprio gemellaggio. Si parte con un laboratorio per la realizzazione di presepi attraverso l’utilizzo di nuovi materiali per nuove creazioni. Quindi si conviene che le singole sedi, in piena autonomia,svolgano corsi didattici su temi inerenti l’enogastronomia,l’archeologia, la storia del territorio e delle comunità, l’arte, l’architettura, la geografia, l’artigianato, l’agricoltura ed il linguaggio popolare.

Nel corso dell’anno accademico si sono attivati rapporti e notizie utili alla definizione e realizzazione del progetto di gemellaggio. All’evento sono stati invitati a partecipare e collaborare le rispettive Amministrazioni Comunali e diverse associazioni territoriali.

 

IN VISITA AI 5 REALI SITI

Domenica 29 aprile l’Unitre di Casamassima, con una cinquantina di iscritti, va in visita nella provincia di Foggia, al territorio dell’Unione dei Comuni dei Cinque Reali Siti (Carapelle, Ordona, Orta Nova, Stornara e Stornarella) per incontrare i colleghi dell’Unitre e condividere con loro una giornata all’insegna della simpatia, amicizia e condivisione degli intenti comuni prestabiliti.

La cittadina di riferimento è Orta Nova che ci accoglie festosamente di prima mattina, quindi si parte subito per il parco archeologico di Ordona (l’antica Herdoniae – denominata anche la Pompei pugliese - era uno dei maggiori centri (dauni prima e romani successivamente) dell’antichità. Ciò che resta dell’antica città, cara ad Annibale (per le sue due vittorie sui romani), è in completo abbandono tra pecore al pascolo e contenziosi giuridici tra Ministero ai Beni Culturali e proprietà privata).

Dagli scavi di Ordona si raggiunge il Polo Museale Civico Diocesano di Ascoli Satriano che appare come un luogo misterioso dalle mille storie. Il polo museale ospita reperti archeologici stupefacenti ed è il motivo che spinge a visitare questo luogo remoto. Il museo è straordinario. Le teche conservano corredi funebri lussuosi trovati ad Ascoli nel corso dei secoli:stili diversi, decorazioni particolari e rare, collane d’oro, bracciali d’argento. La statua dell’Apollo, rubata negli anni ’70 ed esposta al GettyMuseum di Los Angeles (USA), è ora esposta qui con la sua olimpica bellezza. La grande meraviglia, però, che assale i visitatori, frastornandoli, si manifesta di fronte alla magnifica tecnica scultorea dei marmi policromi che raggiunge l’apice con i Grifoni, vera e propria attrazione internazionale.

Concluse, con le foto di rito, le visite mattutine, avviene il trasferimento all’agriturismo dei f.lli Losito sulla prov. Orta Nova – Ordona, con degustazione dei prodotti tipici locali. Nel pomeriggio visita al centro urbano e accesso al palazzo municipale per lo svolgimento del gemellaggio, accolti dagli amministratori comunali e dal consiglio direttivo dell’Unitre dei Cinque Reali Siti capitanati dalla presidente Rina Di Giorgio Cavaliere e dal vicepresidente Annito Di Pietro. In una affollatissima sala consiliare del Comune di Orta Nova si svolge la cerimonia protocollare del gemellaggio tra le due Unitre magistralmente condotta da Annito Di Pietro.

Dopo i calorosi e simpatici interventi degli assessori Antonella Di Stasio, Antonio Attino, del consigliere nazionale dell’Unitre Nunzio Paolicelli,della prof.ssa Mariantonietta Angelillo (poesia e storia in versi), dei due presidenti Rina Di Giorgio Cavaliere e Giuseppe Emilio Carelli e la coinvolgente allocuzione dell’assessore Alessandro Paglialonga - delegato dal sindaco Dino Tarantino a presiedere -la cerimonia si conclude con lo scambio di doni (attestati, targhe, libri, ecc.).

La bellissima e indimenticabile giornata trova il suo degno epilogo presso il teatro dell’IstitutoSan Tarcisio, ove la numerosa rappresentanza dell’Unitre di Casamassima viene omaggiata con un concerto di musica popolare del Gargano, allestito da un gruppo folkloristico locale.

 

IN VISITA A CASAMASSIMA

Domenica 6 maggio l’Unitre dell’Unione dei Comuni dei Cinque Reali Siti è gradita ospite nel Comune di Casamassima. La delegazione foggiana arriva nella prima mattinata, accolta dal presidente Giuseppe Emilio Carelli, dai componenti del direttivo e diversi soci unitre. La prima sosta si effettua presso la chiesa del Purgatorio, ove la prof.ssa Elena Maria Valentino, prima sul sagrato e poi all’interno, illustra la storia e la vicenda del miracolo della Madonna del Monte Carmelo patrona di Casamassima.

Il gruppo si trasferisce sulla provinciale per Acquaviva delle Fonti per raggiungere la chiesa più antica di Casamassima, intitolata “Santa Maria del Soccorso”, popolarmente chiamata ”Santa Lucia”. La d.ssa Luna Pastore della Pro Loco e il prof. Angelo Campanella, presidente della sede locale dell’Archeoclub d’Italia dissertano sull’antico insediamento religioso e sulla chiesetta. Tornati in piazza A. Moro, all’ingresso di Porta Orologio, l’architetto Marilina Pagliara accoglie il poderoso gruppo per introdurlo nel tour storico-artistico-architettonico del bellissimo Borgo Antico di Casamassima: denominato “Paese Azzurro”.

Il tour si conclude con l’interessante visita al complesso monastico di “Monacelle”, ove gli ospiti vengono salutati dalla presidente d.ssa Nica Ferri e intrattenuti dalla prof.ssa E.M.Valentino nelle sale della Biblioteca per ammirare alcuni testi antichissimi e dalla d.ssa Luna Pastore nelle sale della Pinacoteca per poter parzialmente conoscere il notevole patrimonio artistico-letterario della Fondazione intitolata a don Sante Montanaro, un illustre e magnanimo monsignore e cittadino di Casamassima.

Alla fine di questo surreale viaggio nella Casamassima del tempo passato, il gruppo si trasferisce presso la Cantina Lattavinodi Giovanni Palmieriche in collaborazione con la moglie Doriana Pastore, Angelo Santoro titolare di “Semi di vita”, Eligio Pugliese di “Fornart” e Pasquale Cristantielli“L’apicoltore del Paese Azzurro”, offrono assaggini della produzione delle loro bontà enogastronomiche: giusto preludio al pranzo presso Fantasy Park.

Alle ore 17:00 le due delegazioni vengono accolte dalla vicecommissaria Giovanna Zampetta nell’androne dell’ingresso storico del Municipio e quindi accompagnate all’interno della sala consiliare. E’ il prof. Giuseppe Emilio Carelli, presidente dell’Unitre di Casamassima, a fare gli onori di casa e a condurre la cerimonia di gemellaggio. Alla chiamata preordinata del presidente Carellisi susseguono gli interventi di: prof.ssa Nietta D’Innella direttrice dei corsi dell’Unitre che illustra il progetto del gemellaggio, cons. naz. Nunzio Paolicelli presidente dell’Unitre di Cerignola, prof.ssa Rina Di Giorgio Cavaliere presidente dell’Unitre dei Cinque Reali Siti,dr. Giuseppe Ferosi presidente dell’Unitre di Lucera, arch. Antonio Pastore presidente della Pro Loco di Casamassima, d.sse Carmela Fatiguso e Teresa Massaro rispettivedirigenti deiServizi Affari Generali e Socio-culturale del Comune di Casamassima.

La sub-commissaria Giovanna Zampetta con la sua gradevole allocuzione finale ha concluso gli interventi ufficiali della cerimonia. Il presidente dell’Unitre di Casamassima, prima dello scambio dei doni ha voluto ringraziare pubblicamente le prof.sse Anna Di Donna e Elena Maria Valentino già presidenti della stessa Unitre, la d.ssa Nica Ferri, l’architetto Marilina Pagliara, il prof. Angelo Campanella e la d.ssa Luna Pastore per la preziosa e indispensabile collaborazione offerta al successo dell’evento. Al termine della cerimonia tutti gli astanti sono stati accolti nell’auditorium dell’Addolorata nel complesso monastico di Monacelle dal “Coro dell’Unitre di Casamassima” per omaggiare gli ospiti con un concerto canoro, nel corso del quale il prof. Giuseppe Emilio Carelli ha declamato una poesia, in dialetto casamassimese, sul tema dell’amicizia.

La bellissima giornata si è conclusa presso le sale del S.A.C. Peucetia ove è stata allestita la mostra dei lavori dei corsisti dell’Unitre nel corso dell’anno accademico 2017/18. Il commiato dagli amici e colleghi foggiani è stato allietato da un momento conviviale con dolci tipici di Casamassima, allestito dalle rappresentanti dei corsisti dell’Unitre Cristina Valenzano e Angela De Bari, coordinate dalla segretaria Mina Cuccovillo.

GIUSEPPE EMILIO CARELLI, PRESIDENTE UNITRE CASAMASSIMA

Le foto di Ordona, Ascoli Satriano e Orta Nova sonodi Tonio Deramo dell’Unitre.
Le foto di Casamassima sono di Luna e Antonio Pastore della Pro Loco.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI