Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Le opere degli studenti della “D. Alighieri” in mostra

IMG_0125

 

La scuola è finita già da qualche settimana ma i ragazzi della “D. Alighieri” non sembrano proprio voler andare in vacanza, impegnati ancora a giugno inoltrato nell’esposizione delle opere realizzate nel corso di due laboratori tenuti durante lo svolgimento di due progettualità, l’una legata alla stampa e l’altra al riciclo creativo.

In particolare, il progetto di stampa svolto, proposto e realizzato per i ragazzi delle sezioni C, F e G allo scopo di avvicinare gli studenti a una tecnica difficilmente affrontata durante le ore curriculari per la sua complessità, quale la stampa e l’incisione sull’adigraf, si è articolato nel seguente modo: all’inizio sono state fornite nozioni in merito a cosa significa stampare, ai materiali specifici da adoperare e anche all’uso di materiale di recupero come frutta, verdura, ortaggi, plastica, legno, per poi osservare e studiare artisti come Picasso e Matisse, che hanno adoperato tale tecnica.

IMG_0104

Per tutti gli alunni il laboratorio, svolto con responsabile la docente Raffaella Longo e con materiali e tecnologie adeguati allo scopo, ha costituito “un’occasione di crescita sotto il profilo cognitivo e prassico, oltre che un’opportunità per acquistare progressivamente fiducia nelle proprie capacità di espressione, migliorando anche i rapporti interpersonali”.

Per dare visibilità al progetto e ai lavori degli alunni (circa 250 stampe, comprese quelle non esposte) a fine anno scolastico è stata allestita una mostra dal titolo “Giochi di stampa”, tenutasi nella sede centrale dell’istituto il 17 giugno scorso e fruibile anche in seguito. L’iniziativa, che è servita a sostenere la motivazione dei ragazzi, è stata anche utile a sensibilizzare i genitori e gli adulti in generale sull’importanza del linguaggio dell’arte, che serve a liberare le emozioni, a sviluppare nei ragazzi forme di conoscenze multiple, a far acquisire scioltezza, fiducia e sicurezza nelle proprie potenzialità espressive, creative e manuali.

IMG_0106

Nella sperimentazione in classe dell’unità di competenza “Mostraci il riciclo”, invece, gli alunni della 3 L hanno trasformato la loro aula in uno spazio espositivo, allestendo una mostra temporanea, inaugurata il 28 giugno 2017, sempre alla centrale della “D. Alighieri”. L’esposizione ha raccolto lavori individuali e di gruppo realizzati nel laboratorio di riciclo creativo della professoressa Elisabetta Fasano.

Ogni manufatto in mostra è stato “il risultato del recupero, da parte degli alunni, di materiali destinati allo smaltimento o di oggetti che in tutte le case vengono spesso accumulati, talvolta dimenticati e poi destinati ad essere gettati: bottiglie di plastica, rasoi usa e getta, etichette, tappi di plastica, stagnola, bottoni, fili di lana, tessuti”. Una volta raccolti i materiali, la ricerca è stata finalizzata a scoprire quali potessero essere le potenzialità espressive di ciascuno di essi. A tale scopo, i ragazzi sono stati invitati a intervenire sui materiali di riciclo tagliandoli, schiacciandoli e manipolandoli, fino a trasformarli in elementi che combinati e associati tra loro creano texture, con una forte qualità, sia tattile che visiva. 

Anche i supporti utilizzati sono stati rigorosamente di riciclo, come scatole di cartone, vecchie cornici, avanzi di reti da recinzione e imballi di vario genere. Talvolta le uniche indicazioni fornite ai ragazzi sono state quelle in merito a formato e dimensioni, altre volte al materiale o ai materiali utilizzati, che hanno suggerito come procedere. Spesso, infatti, dall’associazione di materiali molto diversi per natura, colore e forma sono scaturiti i lavori più interessanti. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI