Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

Oratorio in festa

19105904_1064408053661077_7015331180534180177_n

 

Si è appena conclusa la 17esima edizione della Festa dell’Oratorio della Chiesa Madre. Una realtà, quella dell’oratorio casamassimese molto presente sul territorio ed estremamente aggregante per tanti ragazzi e giovani adulti. Una boccata di ossigeno se si pensa alla considerevole portata del fenomeno del disagio minorile nel nostro comune.

«L’evento è stato organizzata dall’oratorio stesso, come ogni anno, a conclusione di un cammino che si è fatto durante l’anno ma che non termina sicuramente con la festa dell’Oratorio. Si può definire sia una fine che un inizio, perché poi gli impegni continuano» - racconta ai nostri microfoni il giovane Luca Castellano, da sempre parte attiva, organizzatore di eventi e portavoce della comunità parrocchiale della Chiesa Madre. Il tema di quest’anno era “niente è impossibile”, tema che si ricollega alla speranza.

Armati dunque di speranza e positività, i ragazzi dell’oratorio hanno dato luogo alla loro settimana di festa, ospitata dal cortile dell’Istituto Cristo Re. Molti pomeriggi sono stati dedicati ai più piccoli, con giochi e animazione, mai fini a se stessi: anche il divertimento ha avuto un insegnamento, che quest’anno è stato quello dell’ascoltare le proprie emozioni. Molti giochi, dunque, sono stati ispirati al cartone animato Inside Out, film di animazione del 2015 che rappresenta in maniera a tratti geniale tutte le sfaccettature dei sentimenti umani.

Anche per i più grandi non sono mancate le occasioni di divertimento: dalle serata karaoke a quelle dedicate al cinema.

«La novità di quest’anno - prosegue Luca Castellano - è stata la serata del lunedì,  preceduta dal momento di preghiera che ha aperto ufficialmente la settimana». Lunedì 12, infatti, in collaborazione con l’Associazione “Comunione è vita” e con il Liceo San Benedetto di Conversano, si è parlato di amori adolescenziali, ispirandosi alle teorie “dell’amore sano e dell’amore malato nell’adolescenza” della famosa psicoterapeuta Nunzia Tarantini, ideatrice del metodo Ars Pueri. Un momento di riflessione e di cultura davvero interessante per ragazzi e genitori.

A una festa così ben organizzata, non poteva mancare una sigla. Racconta Castellano: «La sigla che è stata adattata dai giovani dell’oratorio, cantata da alcuni di loro e persino eseguita live durante tutte le serate di festa, con tanto di coreografia». Un entusiasmo e una voglia di fare, quella dei ragazzi dell’oratorio, davvero ammirevoli. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI