Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

I balconi più fioriti e la Targa Speciale Paese Azzurro

DSCN7945 - Copia

 

Anche questa 18° edizione del Balcone Fiorito ha visto protagonisti finestre, balconi e chiassi del nostro bel borgo, anche se molti delle passate edizioni purtroppo non hanno potuto partecipare, in quanto penalizzati dalla nevicata e gelate varie invernali che hanno distrutto il verde che arricchiva le abitazioni. La giuria giudicatrice è stata un pò speciale, ma anche molto esperta nonostante la giovane età. Difatti tre erano i volontari del Servizio Civile Pro Loco, che molto hanno a cuore il nostro borgo, seguendo attivamente alcune iniziative, tra cui I Piccoli Architetti per il Paese Azzurro, e cioè Massimo Nanna laureando in ingegneria e appassionato di recupero storico-architettonico, Gabriella Birardi Mazzone esperta di tradizioni e componente di I Musicanti del Paese Azzurro e Giuseppe Saponaro laureando in agraria. Gli altri due giurati erano Maria Vita Acito laureanda in agraria e Marco Claudio fiorista. A conclusione della votazione, questi i risultati: Categoria Balcone 1) Margherita Marotti via Farini; 2) Vincenzo Napolitano chiasso Carità; Rosalba Minurri piazza del Popolo. Categoria Finestra-vignale 1) Anna Micucci via Paliodoro; 2) Andrea De Filippis via Forno; 3) Domenica Macino via Forno. Categoria Chiasso 1) Rosa Colapinto vico Scale; 2) Anna Locorotondo chiasso Carità; 3) Giuseppina Barone via Farini.

 

Il miglior recupero edilizio.

DSCN8245

E veniamo alla Targa Speciale Paese Azzurro 2016, ossia il miglior recupero edilizio dello scorso anno, un recupero che ha visto in questi anni un aumento delle case del borgo ridipinte di azzurro anche se non si è trattato di un vero e proprio restauro inserito in una pianificazione collettiva, quale dovrebbe essere, ma di interventi individuali.  Ricordiamo che un centro antico è da intendersi come un monumento unico vincolato nel suo insieme, una sorta di grande “condominio” nel quale è assolutamente vietata l’arbitrarietà, ma occorre seguire delle regole precise dettate da un piano di recupero che ne garantisca l’uniformità e la salvaguardia, ormai urgente considerando l’aumento degli abitanti, in specie giovani coppie, l’aumento dei turisti, anche stranieri, alla ricerca della “città azzurra” e delle attività di B&B.

 

Ci sono ancora scempi e abusi.

Ma purtroppo si assiste ancora a degli scempi, interventi abusivi, interventi con tanto di cartelli (?) da parte di geometri ai quali è assolutamente vietato mettere mano su edifici storico-architettonici, e il borgo lo è tutto. Ricordiamo ancora una volta che la Corte di Giustizia Europea, la Corte Costituzionale e il Consiglio di Stato dichiarano che: “Gli interventi di restauro e ripristino sugli immobili di interesse storico-artistico restano di esclusiva competenza degli architetti “.  L’intervento che è stato premiato non segue alla perfezione tutti i canoni, ma rende preziosa e accattivante una casa tipica contadina di via Paliodoro, nell’armonia dei colori e dei particolari, costituendo comunque un invito al recupero del Paese Azzurro. La 8a Targa Speciale è stata quindi consegnata nel corso delle premiazioni al Balcone Fiorito al sig. Pasquale Marsala. Restiamo in attesa (breve) e fiduciosi che sia affrontato in maniera seria e decisiva con un progetto univoco e condiviso il sempre più ricercato Paese Azzurro, fonte di benessere socio-culturale e redditività. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI