Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

FARM ART FESTIVAL

Il team di terra d'Incontro con Miguel Gomez

 

Se c’è un aggettivo che descrive al meglio l’arte contemporanea è sicuramente ‘liquida’, non nel senso inteso da Zygmunt Bauman che così qualificò la società odierna sottolineandone il perenne stato di incertezza e soggettivismo, ma nel senso di un’arte che ‘sgorga’ dai musei e gallerie per diffondersi ovunque, ‘immergendo’ posti insoliti e ‘bagnando’ le persone senza che neanche se ne accorgano. L’arte contemporanea nell’ultimo decennio è arrivata dappertutto, piazze, uffici, negozi, centri commerciali, stazioni, metropolitane, aeroporti e così via all’infinito, con interventi site-specific che esaltano i luoghi che li ospitano proiettandone una nuova immagine e colpendo gli osservatori incuriositi e talvolta increduli.

 

In Puglia, sempre più spesso, l’arte contemporanea sta occupando le nostre amate masserie, è accaduto anche a Casamassima lo scorso weekend nella masseria sociale Terra d’Incontro che ha ospitato Farm Art Festival, una festa delle arti organizzata da Federico II Eventi.

 

Nel meraviglioso scenario della campagna pittura, scultura, land art, visual art, teatro, danza, performing art, musica e food art si sono susseguiti mescolando generi ed ingredienti suscitando un continuo “effetto sorpresa” nel pubblico accorso. La masseria e la campagna circostante sono state animate da un’atmosfera suggestiva ed inusuale da pomeriggio a sera, accompagnando l’arte a degustazioni a base di prodotti biologici e piatti tipici della tradizione rurale per terminare con una cena finale di food art da gustare con gli occhi e il palato.

 

“Sono stati due giorni d’arte intensi ed emozionanti – ha commentato ai nostri microfoni Daniela Carofiglio, titolare dell’azienda agricola - per noi la scommessa è stata vinta. Tanti sacrifici, tanto lavoro, ma anche tanti incontri e confronti. Le opere e le performance, tutte di alto livello, sono entrati in colloquio tra loro, contaminati dalla forza della natura, delle campagne. Il messaggio del festival è ricco di poesia, amore per il territorio e per l’arte. Ringrazio tutti gli artisti partecipanti Giuseppe Mintrone, Gregorio Sgarra, Sergio Scarcelli, Nilde Mastrosimone De Troyli, Armando Mele, Pietro De Scisciolo, Ferruccio Magaraggia, Michele Agostinelli, Mario Valerio, Simona Carofiglio, Michele Napoletano, Nadia Divittorio, la compagnia Sognando la ribalta, Carmen Toscano e Miguel Gomez, insieme a loro gli sponsor e quanti hanno promosso l’evento. Un grazie sincero a Nello De Padova per averci indirizzato e suggerito aspetti fondamentali a livello organizzativo e all’assessore Giuseppe Cupertino per il suo incoraggiamento continuo durante, pre e post festival. Ma il mio grazie più profondo va ai miei amici e fratelli Massimo Loiacono e Grazia Loiacono per aver desiderato la realizzazione di questo splendido evento e per aver condiviso insieme momenti unici d’arte. Ed infine mio marito Luca Schiavulli e Simona Carofiglio, la mia forza. Saremo felici di riproporre questo festival per il prossimo anno.”

68

Terra d’incontro, azienda agricola, masseria didattica e prima fattoria sociale del Meridione, si apre ad eventi non per forza legati alla campagna, ma che esaltano lo spirito levantino, creativo e flessibile di noi pugliesi. Per quest’estate sono pronti i campi estivi per bambini e ragazzi con laboratori didattici dal riciclo alla creazione di colori con erbe tintorie, dal prodotto raccolto alla preparazione con degustazione, dal legno alla realizzazione di un giocattolo, attività divertenti che i piccoli potranno provare all’aria aperta, negli affascinanti spazi della masseria.

 

INFO: tel. 3477512300

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI