Sabato 15 Giugno 2019
   
Text Size

UN DISEGNO PER RITROVARE IL BELLO DELL’ARTE

child-hand-paint

È un Concorso a premi per la migliore finestra decorata l’iniziativa promossa dal Centro per la Famiglia, ospite nel corrente anno presso I Circolo Didattico “Marconi”, in collaborazione con l’Università della Terza Età di Casamassima; l’obiettivo quello di favorire una proficua integrazione tra i ragazzi del Centro e gli studenti della medesima scuola.

soleIl dirigente scolastico, Rita Rosaria Gagliardi, e il Consiglio di Circolo insieme al direttore del Centro Famiglia, Davide Di Leone, nella settimana in corso, e fino al 25 maggio, hanno incaricato una Commissione esterna costituita da membri dell’Università della Terza Età, di valutare le opere realizzate sulle finestre dagli alunni dell’istituto scolastico “Guglielmo Marconi”, per decretare la classe vincitrice che parteciperà, assieme ai ragazzi del Centro per la Famiglia, che animeranno la giornata, a un’escursione gratuita in orario antimeridiano presso un agriturismo di Cassano, a contatto con la natura e gli animali. La classe sarà ospite della Cooperativa Sociale Vita Activa, gestore del Centro per la Famiglia, che provvederà alle attività di animazione, nonché ludico-ricreative. «Insegneremo con questo progetto ai nostri bambini e alle nostre bambine che l’arte non è morta, né mai morirà, perché, se così fosse, l’uomo perderebbe la capacità di sognare», commentano i promotori.

Abbiamo sentito il dirigente scolastico.

Com’è nata l’idea?

L’idea è nata come semplice mezzo per favorire una proficua integrazione tra gli alunni del C.D. “G. Marconi” e i ragazzi del Centro per la Famiglia. Riteniamo che l’uomo, in quanto persona, non smetta mai di ricercare se stesso attraverso il linguaggio artistico ed estetico, perché, se ciò avvenisse,  perderebbe se stesso, diventerebbe arido e muto di fronte al mondo e a tutto ciò che lo circonda, dentro e fuori di sé.

Da dove nasce la voglia di ritrovare l’arte come fattore di contaminazione “positiva” della società?

Siamo convinti che l’arte, in tutte le sue forme, possa essere il modo per creare dei legami tra generazioni. Solo così, i nostri ragazzi potranno esprimere la loro ricerca del “bello” e, attraverso i colori, esternare i loro sentimenti e le loro emozioni.

Come si articola il concorso?

Il concorso prevede per il giorno 25 maggio dalle ore 16.00 l’insediamento di una giuria di esperti, costituita da alcuni componenti dell’Università della Terza Età e presieduta dalla prof.ssa Anna Didonna  che valuterà l’aspetto artistico-coreografico delle decorazioni di tutte le finestre dell’edificio scolastico.

Quando è prevista la premiazione?

La premiazione avrà luogo il giorno 31 maggio. La classe vincitrice parteciperà ad una visita guidata a Cassano.

Quante classi sono coinvolte, quanti studenti circa?

Tutta la scuola è coinvolta fattivamente nella proposta progettuale. Seicento alunni, talvolta supportati da validi e disponibili genitori, hanno creato, grazie alla loro fantasia fiori dai colori vivaci per rinnovare il prodigio della primavera.

Come si inserisce la collaborazione con l’Università della Terza Età?

Il C.D. “G. Marconi” e la Cooperativa Sociale “Vita Activa” sono concordi nel ritenere prezioso il supporto dell’Università della Terza Età, quale valida fonte di competenze ed esperienze da cui attingere.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI