Sabato 14 Dicembre 2019
   
Text Size

Rotary Club : “Tutela, promozione ed evoluzione dei diritti umani”

Casamassima-Rotary Club  “Tutela, promozione ed evoluzione dei diritti umani” (3)

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

I ragazzi della Scuola media protagonisti della II edizione di “Occhio ai diritti umani”.

 

Sabato 28 Novembre, presso l’Aula Magna dell’Università Lum “Jean Monnet”, si è tenuto un importante seminario sulla tutela, promozione ed evoluzione dei diritti umani da parte del Rotary Club Bari Alto Casamassima.

Sono intervenuti il presidente Rotary di Casamassima dott. Emilio Nuzzolese; il dott. Ugo Villani, Professore Ordinario di Diritto Internazionale presso l’Università degli Studi di Bari; la dott.ssa Rita Ciccone, Professore Associato di Diritto Internazionale presso la Lum “Jean Monnet” di Casamassima; il responsabile scientifico del seminario Avv. Arcangelo Procopio e Fiorella Cerchiara, Presidente dell’Associazione “Diritti Umani e Tolleranza Onlus”. Inoltre, hanno partecipato i ragazzi della Scuola Secondaria di I Grado “D. Alighieri” di Casamassima, accompagnati da alcuni docenti e dalla dirigente scolastica prof.ssa Francesca Santolla, protagonisti della II edizione del progetto “Occhio ai diritti umani”.

«Il Rotary Club Bari Alto Casamassima - dichiara il presidente Rotary Emilio Nuzzolese - è impegnato nella diffusione dei valori di amicizia e comprensione mondiale, attraverso varie iniziative per la promozione dei diritti universali dell’uomo. Il progetto “Occhio ai Diritti Umani” - già approvato nell’anno sociale 2013/14 e cofinanziato dal distretto Rotary 2120 nell’anno sociale 2014/15 - ha l’obiettivo di trasferire alle nuove generazioni il significato dei diritti umani e la loro importanza nelle vite di ciascuno di noi».  Nuzzolese, dunque, sostiene che tale convegno non è stato solo tecnico e dall’impronta giuridica, vista la possibilità offerta agli avvocati di accreditarsi professionalmente, ma un momento di confronto aperto a tutti per scorgere i diritti umani anche nel quotidiano.

L’argomento trattato non è per nulla scontato e presenta dei punti di riflessione molto interessanti. Non tutti conoscono le origini dei diritti umani e nemmeno quali siano, secondo alcuni video mostrati dalla presidente dell’Associazione “Diritti Umani e Tolleranza Onlus” Fiorella Cerchiara. Manca la consapevolezza in merito al rispetto di tali diritti: quali leggi effettivamente li tutelano? Come si sono evoluti con la globalizzazione della società? L’impegno della sig. Fiorella, insieme a tutti gli altri membri volontari dell’Associazione, è quello di far conoscere in ogni parte del mondo e soprattutto nei paesi in via di sviluppo la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani firmata a Parigi il 10 Dicembre del 1948, dove le Nazioni Unite sottolinearono, in una redazione, l’applicazione in tutti gli Stati membri. Non a caso, dunque, l’associazione ha realizzato guide, brochure e materiale informativo gratuito per docenti e alunni della Scuola Primaria e Scuola Secondaria. «È importante - commenta la dott.ssa Cerchiara - far conoscere queste cose ai giovani che rappresentano il futuro di una società migliore. Se venisse davvero applicata la dichiarazione universale, molti dei problemi attuali del Mondo potrebbero non sussistere».

Dopo le origini dei diritti umani, il Prof. Ugo Villani ha invece presentato la Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, firmata a Roma il 4 novembre 1950. Questa convenzione ha poi istituito la Corte Europea dei diritti umani a Strasburgo, che rappresenta l’estremo punto di giustizia se non hanno funzionato le condizioni di giudizio nel proprio Paese. Ogni individuo che ritenga gli sia stato negato uno dei diritti tutelati dalla Convenzione Europea ha accesso diretto alla Corte di Strasburgo. Le sentenze di questa Corte sono vincolanti per le parti in causa. Oltre ad accertare l’esistenza della pretesa violazione, la Corte può concedere alla parte lesa una «equa soddisfazione» nel caso in cui l’ordinamento dello Stato responsabile non consenta la rimozione integrale delle conseguenze della violazione.

Il viaggio alla scoperta dei diritti umani prosegue poi con l’intervento della prof.ssa Rita Ciccone, che esordisce con una frase di Norberto Bobbio: «I diritti fondamentali nascono come diritti naturali; si sviluppano come diritti costituzionali e si dirigono verso la meta dei diritti universali». I diritti fondamentali, dunque, sono connaturati all’uomo, disciplinati dalla costituzione del suo stato e poi riconosciuti anche al di fuori. Ciccone si sofferma principalmente sull’evoluzione della tutela dei diritti umani nella Giurisprudenza italiana e mostra questa stretta interconnessione tra il diritto internazionale e la costituzione italiana.

In sintesi, il tema dei diritti umani discusso ci ha portato indietro nel tempo. Ci ha fatto rileggere momenti di storia con occhi sicuramente differenti e soprattutto ha scosso la nostra coscienza. Siamo tutti così certi di non aver mai violato il diritto di libertà? Siamo così certi di aver rispettato il diritto allo studio o alla salute?

Angela Redavid

Casamassima-Rotary Club  “Tutela, promozione ed evoluzione dei diritti umani” (2) Casamassima-Rotary Club  “Tutela, promozione ed evoluzione dei diritti umani” (1)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.