Lunedì 16 Settembre 2019
   
Text Size

ALLA MARCONI INTERRATI I RIFIUTI

rifiuti zero alla  marconi

Venerdì 21 marzo alcuni alunni della scuola Marconi, in particolare le classi IV e la II E, hanno conferito in maniera differenziata alcuni rifiuti negli appositi cassonetti sistemati nel cortile della scuola, nell'ambito dell'iniziativa organizzata dal comitato Casamassima verso Rifiuti zero in collaborazione con l'Ecologica Pugliese.

Nel corso della mattinata membri del comitato e dell'Ecologica hanno girato tra gli alunni delle classi coinvolte nell'iniziativa, premiandoli per la loro partecipazione con del materiale scolastico (una risma di carta e un pacco di pastelli di legno per classe). A metà mattinata le classi si sono radunate nel cortile della scuola elementare, dove sono intervenuti il vicesindaco Bovino e il preside. Il primo, dopo aver illustrato il progetto delle “Compostiere didattiche” (30 compostiere messe a disposizione dei cittadini tramite un bando comunale) ed aver sfatato alcuni tabù circa quelli che potrebbero essere gli svantaggi delle stesse, ha ricordato anche che per regolamento chi possiede le compostiere ha diritto a uno sgravio del 5% sulla Tarsu. Ha infine posto l'accento sull'importanza di iniziative come questa, volte a sensibilizzare i bambini e i genitori alla raccolta differenziata. “L'ambiente – ha detto il preside Pietro Netti – è un bene prezioso che è in costante pericolo, basti pensare a problemi attuali come la terra dei fuochi o alla discarica di Conversano”, “la scuola – ha aggiunto – crede e vuole sviluppare una cultura ambientale e del rispetto per l'ambiente. Non solo insegnando ai bambini a fare la raccolta differenziata, ma sposando la causa dei Rifiuti zero, con l'intenzione di realizzare altre iniziative del genere”. La Marconi, infatti, ha intenzione di utilizzare una delle compostiere didattiche messe a disposizione tramite il bando comunale.

I bambini hanno poi recitato una filastrocca e cantato una canzone inerenti la tematica dei rifiuti accompagnati dalle insegnanti. È seguita una merenda a base di frutta, rustici e dolci preparati dai genitori. I rifiuti organici derivanti dalla preparazione sono stati interrati in fosse appositamente preparate nel giardino del cortile della scuola in collaborazione con il comitato "Casamassima verso Rifiuti zero", insieme a rifiuti inorganici presi da alcuni bambini tra quelli conferiti. Le fosse saranno riaperte tra qualche mese per mostrare ai bambini come i rifiuti organici siano stati smaltiti, mentre vetro e lattine saranno ancora nel terreno.

Entusiasti dell'iniziativa non solo i piccoli alunni delle classi coinvolte, ma anche i genitori, molti dei quali hanno auspicato il ripetersi di iniziative simili, possibilmente coinvolgendo l'intero istituto. Anche il comitato Casamassima verso Rifiuti zero, che già aveva organizzato un iniziativa del genere con la scuola Rodari, si è manifestato soddisfatto della buona riuscita dell'evento. Pur ringraziando l'Ecologica Pugliese per la collaborazione, il comitato ha voluto sottolineare di aspettarsi un maggiore impegno e una migliore organizzazione nelle prossime iniziative.

[da La voce del paese del 29 marzo 2014]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.