Domenica 27 Settembre 2020
   
Text Size

PAGLIACCI AL PALESTRONE, APPLAUSI E CRITICHE

pagliacci spettacolo 02

Lo spettacolo messo in scena ieri sera al Palazzetto dello sport da Gerardo Spinelli merita tutto il plauso per la qualità di esibizione e la partecipazione di pubblico. Resta nel dubbio l’accoglienza.

Da quanto abbiamo registrato prima dell’opera, il malcontento – soprattutto negli anziani – ha influito sulla percezione dell’organizzazione, ritenuta un po’ di parte con certi ospiti: pare che fossero “già seduti ai loro posti i raccomandati e noi qui a morire di freddo; almeno ci facesse entrare e rimaniamo vicino alla porta se proprio non possiamo sederci”, secondo quanto riferito da una anziana signora, cardiopatica, proveniente da Cassano, che – ha aggiunto – “sono dovuti intervenire addirittura i Vigili e i Carabinieri, ma a nulla è valso la loro intercessione”.

I presenti hanno dovuto attendere un’ora all’aperto, fuori alla struttura, con una temperatura di 10 gradi e, la maggior parte superava i 70 anni.

pagliacci spettacolo 01

Varie sono state le discussioni createsi tra il pubblico e l’organizzatore: Gerardo Spinelli alle 20.15, ha stato riferito a gran voce che sui biglietti era “riportato l’ingresso alle 20.30 e lo spettacolo alle 21.00”. Ma a rivedere la locandina esposta (così come i biglietti), in realtà l’unico orario segnato era le 20.30. Errore di interpretazione?

Da quanto riferito dai ben informati, già dalle 20.00 qualcuno era seduto al proprio posto, anche se non è dato sapere chi: lo spettacolo, in ogni caso, è cominciato alle 21.20 circa, tre quarti d’ora con ritardo rispetto al calendario. Il primo atto, durato un’ora circa, si è concluso con un grande applauso, ma quello più fragoroso ha sostenuto l’entrata in scena, alla fine del secondo atto, di tutto il cast e in particolare di Pantaleo Metta, nel ruolo del pagliaccio.

E mentre i più polemici hanno continuato a ribattere che “è l’organizzazione che lascia a desiderare ma lo spettacolo non è male”, qualcun altro si è lanciato in valutazioni ‘tecniche’ sull’amplificazione: “scarso il livello dell’acustica e delle luci, devono studiare molto ancora ma ogni tanto qualcosa del genere a Casamassima fa bene”.

Un gruppo di anziani provenienti da Cassano delle Murge e arrivato a Casamassima con un pullman è rimasto soddisfatto dello spettacolo: “siamo molto delusi dal comportamento dell’organizzazione, ci saremmo aspettati un’accoglienza migliore”, ha infine commentato un anziano mentre si avviava verso il ritorno a casa.

Ma in fondo, come biasimare: il Palestrone non è mica un teatro!

Commenti  

 
#4 altro fruitore 2011-12-04 13:00
Probabilmente si attende, come spesso in Italia, che qualcuno di faccia male.
Per fortuna che abbiamo un sindaco che si è definito in campagna elettorale "amante dello sport". Ops, potrebbe essere interessato ai giochi d'acqua ......
 
 
#3 Fruitore PALASPORT 2011-12-01 20:05
...faccio notare che sul lato opposto alle gradinate, lungo la linea laterale che delimita il campo da Volley, gocciola acqua dal tetto sia quando piove e sia quando c'è molta umidità (come in questo periodo)....con la formazione di pericolose "pozzanghere"!
In questo "Palasport" si allenano bambini, ragazzi ed adulti ed il rischio di scivolare e farsi male (come già capitato) è molto alto.....per non parlare del rischio che la struttura possa perdere l'omologazione per la disputa dei vari campionati sportivi provinciali e nazionali.
Sorvolo sulla brutta figura che facciamo allorquando ospitiamo le squadre ospiti, anche di paesi limitrofi, ai quali sinceramente invidio la QUALITA' oltre che in alcuni casi anche la QUANTITA' delle loro strutture sportive...
Ma visto che comunque UNO(!) spazio decente per fare sport finalmente a Casamassima lo abbiamo, non si potrebbe cercare di riparare e risolvere questo problema "idrico"???................. sennò effettivamente lasciando le cose come stanno, con le imminenti gelate di Gennaio e Febbraio, potremmo sempre ritrovarci a pattinare sul ghiaccio, e quindi aggiungere, perche nò, un ulteriore motivo di attrazione nel nostro "PALASPORT"..........
Rivolgo questo ironico, ma sentito e accorato appello a quanti, tra Comune, Gestore dell'impianto e Società Sportive varie, possano efficacemente e rapidamente, risolvere il problema!
 
 
#2 RESIDENTE 2011-12-01 15:21
HANNO FATTO IL PALESTRONE, LO AVETE CHIAMATO PALASPORT, E POI CI FATE TEATRO? A, GIA', SIAMO A CASAMASSIMA, CHE A FARE PAGLIACCIATE SIAMO I PRIMI. LA VERA FIGURA DEL PAGLIACCIO L'HA FATTA ANCHE CHI NON HA PENSATO A UN PARCHEGGIO DI FRONTE. E,COME DICEVA IL GRANDE TOTO':"E IO PAGO!!". OGNI RIFERIMENTO E' PURAMENTE CASUALE. :-x :zzz
 
 
#1 casamassimese doc 2011-11-28 00:03
Eh già. Sagace osservazione l'ultima della giornalista. Non è mica un teatro...E l'avevamo un teatro noi.., ma abbiamo preferito demolirlo! Avevamo poche case a Casamassima, così con un gesto di altruismo abbiamo ceduto il nostro teatro a chi di case ne capisce bene, ed il caro compianto Barone nonchè ex sindaco de tommaso, che definì demagogia, la demolizione quando il cons. Laricchia osò paventare quell'ipotesi, ora cosa dice?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.