Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

A MONACELLE EVOCAZIONE MITOLOGICA. MOSTRA

sacerdotessa dellarte_1

Si intitola Arte. La mia seconda pelle la mostra di arte contemporanea che si inaugura domenica 26 giugno a Monacelle a cura di Luna Pastore e che vede la performance dell’artista Rosa Didonna con composizione inedita di Ivan Piepoli. Si tratta del primo dei due eventi artistici che vedranno Monacelle al centro di una mitologica evocazione: il convento è un luogo in cui si sfiorano storia e mito. Anche nel mito esiste una parte di verità, abbellita però da un velo di finzione. Questo luogo cela fra le sue mura le emozioni e i gesti di giovani donne, strappate dai “lupi” della noia, apatia e distrazione di questa umana vita.

"Sei giovani fanciulle hanno deciso di dedicare la loro vita al servizio della Grande divina, l’Arte, per la conquista della propria identità umana e della libertà. La sacerdotessa dell’arte le pone al suo servizio, nominandole sue monacelle, affinché attraverso l’arte queste possano essere elevate alla divinità libera e assoluta lasciando dietro di sé il mondo opprimente e restrittivo degli uomini comuni", come spiega la curatrice.

L’Ass. Turistica Pro Loco Casamassima invita ad assistere al primo di due importanti eventi artistici presso Le Monacelle. L’eclettica artista Rosa Didonna, nei panni di una sacerdotessa, consacrerà il Palazzo delle Monacelle come luogo dedicato all’arte e alla cultura.

Parteciperà alla performance lo staff della Globalart di Noicattaro, galleria d’arte diretta dalla stessa Didonna e che da diversi anni organizza mostre ed eventi originali e di grande interesse.

All’inaugurazione interverranno anche Rosaria Tanzella, presidente della Pro Loco, il sindaco Domenico Birardi e le “narratrici” Sabrina Delliturri, Marilina Pagliara ed Elisa Silvatici.

sacerdotessa dellarte

Commenti  

 
#14 allibito 2011-07-24 18:41
non ho mai visto una cosa più ridicola di questa chi ha il coraggio di chiamarla arte? per favore datevi all'ippica
 
 
#13 pepe 2011-07-04 01:04
forse caro Horst Schumann ci avrebbe pensato qualche altro senza fare tutte le torture che ha inflitto lui.avrei voluto vedere te fare da cavia umana inconsapevole, permettere in opera il macchinario dei raggi X agli uomini utilizzava un dispositivo apposito che irradiava i testicoli. Le radiazioni duravano più minuti con conseguenze letali inevitabili per le ustioni provocate....ma tutto questo per il progresso!!!!ma fammi il piacere!
 
 
#12 Horst Schumann 2011-07-03 13:55
E' grazie alle scoperte fatte da questo "pazzo" che oggi lei è in grado di salvarsi nel caso cadesse in acqua gelida, in stato di ipotermia o nel caso un sub risalisse troppo velocemente..
 
 
#11 arch. A_P 2011-07-03 12:05
Se " UNAQUALSIASI " avesse partecipato sarebbe stata " unatranoi " e se poi al dibattito avesse presentato la Sua protesta sarebbe stata " unagrande " alla quale magari si poteva dare una risposta .......magari capire se aveva compreso il messaggio e verificare se la Sua pelle è ancora spessa e coprente o finalmente un pò più trasparente ..... ecco dal Suo intervento si capisce che non si è ancora liberata del Suo sudario ... non è libera di esprimersi ...e non partecipa per preconcetti a priori ....o se lo fà non lo fà gratis come tutti quelli che collaborano con la Pro Loco . Senza fondi ogni manifestazione risulta un pò naif , ma è proprio questo che li rende più sinceri e abbisognevoli della partecipazione dei presenti , di un loro sforzo intellettuale , della loro fantasia e comprensione ..... siamo quello che siamo , ci esprimiamo al massimo delle nostre potenzialità anche con pochi mezzi .... confidiamo negli amici che ci stimano e ci vogliono bene e ci aiutano ( vedi le recensioni sui giornali , le pubblicazioni , il buon vino e taralli di Casamassima offertici gratuitamente per essere degustati dai presenti sempre per maggior conoscenza di Casamassima ). La prossima esperienza questa sera dalle 18,30 a seguire , REBIS, cerca di esserci potresti trovare te stessa tra noi.
 
 
#10 Unaquasiasi 2011-07-02 09:25
Io non ho neanche partecipato, visto il livello decisamente basso della rappresentazione....quando casamassima mirerà alla qualità sarà veramente tardi.
Ed è ancora piu' pietoso tacciare le persone di ignoranza sull'arte...non è così, perchè anche nell'arte VI DEVE ESSERE UN MINIMO DI BUON GUSTO.

Gli artisti da 4 soldi esaltati, andassero a rubare a san nicola!

Non è che l'arte puo' essere un alibi per il pressapochismo!
 
 
#9 micah 2011-07-01 12:46
ma quante persone lungimiranti sono presenti in questo forum!!!
 
 
#8 micah 2011-07-01 12:43
Caro medico e igienista razziale per me sei più pazzo tu che ti firmi con un nome del genere!!!
 
 
#7 futuro architetto 2011-07-01 11:57
una persona che come pseudnimo usi il nome Horst Schumann non credo possa permettersi di giudicare o criticare il lavoro di ingegneri o architetti..e soprattutto non dovrebbe parlare di pazzi a casamassima senza neanche inserirsi in quella categoria...
grazie
 
 
#6 Horst Schumann 2011-06-28 14:19
Di pazzi ne stanno assai a casamassima; molti dei quali sono architetti od ingegneri..Come quelli che rimaneggiano santa chiara distruggendone le manifatture pregevoli..
 
 
#5 arch A_P 2011-06-28 13:49
PS . all'Ammiratore : La data di nascita anagrafica concide con quella di un artista ? O l'Artista nasce quando decide di non essere più normale (normalità sociale-religiosa-politica ecc. ) ?

A chi sprizza veleno , per non dire che non ha capito niente , credo che perlomenno si è distratto... non ricordo di profezie ancestrali o di invocazioni al soprannaturale ecc.ecc.

Al fruitore, è vero la pazzia si è lucidamente espressa sotto forma di una performance che aveva come scopo l'invito a spellarsi un pò , a mostrarsi per quel che siamo senza sipari o sudari ....
un invito, a noi che spesso ci celimo dietro pseudonimi, a maturare e uscire allo scoperto , a criticare o ad applaudire senza riservo e consci e padroni del Nostro "IO" ...
 
 
#4 arch A_P 2011-06-28 13:34
Fosse facile per noi " normali " riconoscere l'Arte ,,, saremmo noi stessi artisti ... fosse l'Arte "normale" sarebbe artigianato .... l'arte non può essere normale ... deve essere pazza e far sognare - indignare - stravolgere e coinvolgere - mostrarsi sopra e sotto la pelle senza infingimenti, blasoni, titoli, maschere , pura come l'artista la sente e come l'artista la comunica ... La partecipazione dei presenti , la loro emozione, il loro interesse o critica fà parte della performance .... aver suscitato comunque una emozione o un disagio e non essere passata inosservata ecco questo è lo scopo dell'arte ; poi se ha spellato anche noi e ci ha fatto mostrare quello che siamo senza trucco e soprastrutture ha proprio raggiunto lo scopo .... L'arte non si ripete , non si rappresenta , invece comunica e coinvolge . L'ARTE è arte , è un'emozione , una sfida, un sogno, un invito a denudare il proprio io .... e come tale ( per chi si sforza a celare le proprie emozioni ) un invito a non lasciarla da parte.....
 
 
#3 fruitore 2011-06-28 06:30
ritengo giusto quanto espresso da veleno, non solo sono indignato ,per nostra fortuna questa NON E' ARTE è pura follia.
 
 
#2 veleno 2011-06-27 11:36
Signori, dopo aver visto la performance ieri sera posso dire di essere indignato con gli organizzatori: "vi siete resi conto di quello che avete fatto rappresentare? Era l'esaltazione della pazzia, un mago Otelma al femminile".
 
 
#1 ammiratore 2011-06-25 20:30
artisti si nasce ma non lo si diventa.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.