Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Trasforma la sua casa in un rivendita di stupefacenti

ft

 

Il lavoro instancabile e certosino dei Carabinieri del Comando di Casamassima non si scoraggia davanti ai molteplici crimini legati alla droga che continuano a consumarsi a Casamassima. In questa settimana sono stati ben due gli arresti per spaccio di stupefacenti in due distinte attività. L’operazione è stata coordinata dalla Compagnia dei Carabinieri di Putignano, agli ordini del Maresciallo Ennio Maglie, ed eseguita magistralmente dai Carabinieri di Casamassima, guidati dal Comandante Falcone.

Il primo arresto, avvenuto nella serata di venerdì 16 giugno, ha riguardato un casamassimese già noto alle Forze dell’Ordine. Il ragazzo, appena 30enne, si trovava già da qualche mese agli arresti domiciliari per il reato di estorsione. L’uomo, oltre a spacciare droga con altri tre complici (uno in carcere, l’altro anche agli arresti domiciliari e l’altro in libertà), perseguitava e minacciava i clienti che non riuscivano a pagare immediatamente le somme che lui chiedeva per le dosi, vendute ovviamente a carissimo prezzo.

Non contento di avere abbastanza guai con la giustizia, il trentenne sarebbe riuscito, con una disinvoltura davvero disarmante, a trasformare il suo appartamento, ubicato nel centro storico casamassimese, in una vera e propria rivendita di stupefacenti. I dubbi dei Carabinieri sono iniziati quando i militari hanno cominciato a notare un via vai sospetto davanti all’abitazione. Dalla perquisizione sono venuti fuori ben 52 grammi circa tra cocaina e eroina, più tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi. Disperato e un po’ maldestro l’ultimo tentativo del trentenne di disfarsi della droga qualche istante prima della perquisizione, buttandola nel wc. L’uomo è stato ovviamente arrestato.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI