Venerdì 22 Giugno 2018
   
Text Size

Emergenza neve, scuole chiuse lunedì 9 e martedì 10

chiusura scuole casamassima


Aggiornamento ore 17.00 - "Tutte le scuole cittadine resteranno chiuse domani e dopodomani, lunedì 9 e martedì 10 gennaio, a causa del maltempo e delle nevicate delle ultime ore. Con le precipitazioni che, secondo le previsioni, potrebbero continuare anche nei prossimi giorni. Ho assunto questa decisione, che tutela la sicurezza e l’incolumità di studenti, genitori, personale scolastico e cittadini, dopo aver sentito tutti i dirigenti degli istituti scolastici di Casamassima". 

A comunicarlo il sindaco Cessa, che aggiunge: "L’ordinanza si è resa necessaria anche perchè ci sono classi che si recano a scuola il pomeriggio, quando il rischio di formazione di ghiaccio diventa più alto. Ringrazio, infine, quei dipendenti comunali che in questi due giorni, nonostante le condizioni meteorologiche avverse e la chiusura degli uffici, si sono recati al lavoro per dar corso a tutta una serie di adempimenti".

***

 

"In riferimento al capitolo scuole, e alla loro chiusura a causa del maltempo, al momento stiamo valutando attentamente la situazione, di concerto con la Protezione civile e le forze dell’ordine".

Così il sindaco Vito Cessa annuncia sul suo profilo istituzionale che valuterà l'eventuale ordinanza di sospensione dell'attività didattica domenica 8 gennaio, a differenza di altri colleghi che - recepite le note della Protezione Civile regionale e della Prefettura di Bari - hanno ritenuto di emanare il provvedimento di chiusura dei plessi scolastici già nella giornata odierna.

Un'attesa che non ha mancato di generare qualche polemica, cui il primo cittadino ha subito replicato: "Avrei potuto firmare il provvedimento anche stamattina, ma riteniamo che domani si possa avere un quadro della situazione più chiaro. La sicurezza dei nostri studenti, delle loro famiglie, del personale in servizio nelle nostre scuole – in gran parte proveniente anche da fuori città – è una priorità assoluta, che in quanto tale sto tenendo nella giusta considerazione. Adesso sto continuando a monitorare costantemente la situazione, assieme agli organi preposti. E quando i nostri studenti saranno chiamati a rientrare in classe, faremo trovar loro gli istituti riscaldati, provvedendo all’accensione anticipata dei termosifoni".

neve casamassima

Nel frattempo proseguono le operazioni di monitoraggio da parte dell'unità di crisi costituita dal Comando della Polizia Locale e dai volontari della Protezione Civile. Nella notte tra venerdì e sabato 7 gennaio è stato sparso il sale antigelo e si è lavorato per rendere agibili gli accessi alle strutture nevralgiche cittadine. Arriva, inoltre, la conferma che il Centro Commerciale di Casamassima resterà chiuso domenica 8 gennaio 2017.

Infine, in merito alla viabilità, l'ultima nota della Prefuttura di Bari segnala come impraticabili le seguenti strade:

• SS 96 nel tratto Altamura-Palo del Colle (in entrambe le direzioni);

• SS 100 nel tratto Sammichele di Bari -Gioia del Colle (dir. Taranto);

• SP 18, SP 235 SP 236 Sannicandro Jesce (limite di provincia), SP 127 (Ospedale Miulli-Santeramo) SP 238 di Altamura (Altamura Corato) SP 39 stazione Poggiorsini SP 238, SP 151 Ruvo Altamura, SP 56 Ruvo - Molfetta, SP 19 Corato -San Magno e SP 230 delle Murge SP 231 Andriese Coratina SP 234 di Castel del Monte e SP 35 raccordo Ruvo di Puglia - Gravina in Puglia.

• Tangenziale di Bari nel tratto direzione Nord Iapigia-San Pasquale per la presenza di lastre di ghiaccio e di due automezzi pesanti collocati di traverso sulla carreggiata.

Commenti  

 
#1 Vitoronzo Pastore 2017-01-08 16:14
Una raccomandazione. Dopo aver giustamente spazzato neve e ghiaccio davanti agli uffici pubblici, alle scuole, vorrei ricordare che oltre alle solite vie principali del paese, marciapiedi del centro, ci sono anche le solite vie di "amici e amici degli amici". Non tralasciate le periferie, a 360°. Esempio: Ovest SI', Est NO. Non fate i soliti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI