Lunedì 16 Settembre 2019
   
Text Size

Casamassima, sequestrata pista sterrata abusiva

sequestro casamassima


Due denunce per violazioni paesaggistiche ed edilizie


Il personale della Stazione del C.F.S. di Acquaviva delle Fonti, al termine di un sopralluogo, ha effettuato a Casamassima, in località Bosco Regio, il sequestro penale di una superficie totale di mq. 620, all’interno della quale è stata realizzata una pista sterrata, priva di qualsivoglia autorizzazione.

In particolare, la pista sterrata era stata stabilizzata con pietrisco, quindi realizzata su un’area della lunghezza pari a m. 155, con una larghezza di m. 4. La sua realizzazione ha comportato l’estirpazione della vegetazione forestale arborea ed arbustiva ivi preesistente, consistente nello specifico in essenze quercine arboree ed arbustive, nonché cespugli di macchia mediterranea. Al contempo, è stato danneggiato il banco roccioso affiorante, con contestuale demolizione dei due muretti a secco di contenimento posizionati sui lati esterni dell’area boschiva. Sulla pista risultava altresì posizionato un tubo nero per irrigazione del diametro di 100 mm, al momento non collegato ad alcuna fonte irrigua.

La superficie oggetto dei lavori ricade interamente in zona boschiva radicata all’interno della “Lama S. Giorgio” denominata “Regio” e tutelata per scopi paesaggistici ambientali. Tale area boschiva, ricadente nel letto alluvionale della Lama San Giorgio, è classificata dal PPTR Puglia come bene paesaggistico “bosco”, in virtù della componente botanico – vegetazionale, come “lama” per la componente Geomorfologica e “Reticolo idrografico di connessione della R.E.R” per la componente idrogeologica.

Gli interventi, che hanno determinato una modifica dello stato dei luoghi, con danneggiamento e deturpamento delle relative componenti paesaggistiche, sono stati eseguiti in assenza di idoneo titolo edilizio e autorizzazione paesaggistica.

Per quanto compiuto, i due trasgressori sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria a seguito della violazione degli artt. 142 c.1 let. g) e 146 del D.L.vo 42/2004, sanzionato dall’art. 181 del medesimo D.L.vo, dell’art. 44 c. 1 lett. c) del D.P.R. 380/2001, nonché degli artt. 635 e 734 del C.P.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.