Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

L'abusivismo non abita più qui

Casamassima-L'abusivismo non abita più qui-comune casamassima web

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Ordinata la demolizione di alcuni lavori dell'immobile in via Scesciola

La nuova Amministrazione ha deciso di adottare la "mano pesante" non  soltanto per la questione rifiuti, ma anche in merito ad altre vicende nodali. L'abusivismo infatti, a Casamassima, non sarà più tollerato, come è giusto che accada in un paese civile ed attento alla sicurezza e al benessere del proprio territorio.

Secondo le disposizioni di legge (DPR nr380 del 06/06/2001), per il mese di Agosto 2015 è stato redatto dall'Amministrazione e dalla Polizia Giudiziaria un elenco delle ordinanze di sospensione e/o demolizione  delle opere o lottizzazioni abusive di Casamassima. Rientra in questa "lista nera" l'immobile sito in Via Scesciola: in particolare viene contestata la realizzazione del secondo piano in assenza di titolo abilitativo edilizio e se ne ordina l'immediata demolizione e il ripristino dello stato dei luoghi.

L'abusivismo è una  piaga sociale che, tra costruzioni ex novo e ampliamenti significativi, produce più di 20mila case ogni anno.  Una casa abusiva può costare anche la metà di una costruzione in regola, basti pensare che tutta la filiera ha un prezzo ridotto: i materiali acquistati "in nero", la manodopera pagata "in nero" e, soprattutto, zero spese alla voce sicurezza del cantiere.

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#6 Giacomo Nanna 2015-10-01 13:04
Ma il NOPE non vi dice nulla?
 
 
#5 Antonio Modugno 2015-09-27 17:41
Non nascondo che sono onorato che qualcuno ricordi il mio operato nella Citta' di Casamassima !!
Cordiali Saluti a TUTTI.
C.te dott. Antonio MODUGNO
 
 
#4 Biagio Elefante 2015-09-26 17:25
Mi viene da ridere a pensare che qualcuno è tanto ingenuo da credere che la repressione di un piano(o di una camera?) abusivo realizzato magari in economia da parte di un privato sia manifestazione ed espressione di ferma volontà di combattere l'abusivismo da parte dell'amministrazione.
Quello quasi certamente è un intervento obbligato dei vigili a seguito della denuncia di un vicino, o di un anonimo come ai tempi di capitan Modugno.
Meraviglia che non se la siano presi con l'abbattimento di un muretto a secco per passare alla sig.ra Valeria i loro ridicoli proclami.
Occupatevi dei palazzoni e dei ponti, non delle camerette!
 
 
#3 M7S 2015-09-26 09:41
Quali sarebbero i meriti dell'amministrazione? Mi pare che sia un atto dovuto. Non iniziamo a creare FALSI MITI.
 
 
#2 Preoccupato 2015-09-25 12:27
Questa amministrazione, schierandosi contro l'abuso edilizio, vuole ridurre in povertà i valorosi tecnici che sino ad oggi si sono cimentati nel difficile percorso per assumere incarichi! I tecnici, faranno domanda per essere ammessi alla CIG (Cassa Integrazione Guadagni) o manderanno a casa questa gente con le idee "confuse"?
 
 
#1 Elefante nero 2015-09-25 11:42
Se così è, vuol dire che questa amministrazione è lontana dai malfattori che hanno trasformato Casamassima in Cloacamassima. Stento però a credere che potrà durare a lungo. Intanto ...... complimenti ed auguri a chi può consentirsi, anche se per un momento, la libertà di amministrare nell'interesse pubblico!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.