Martedì 22 Settembre 2020
   
Text Size

ASSISTEVANO PROSTITUTE, PRESO ANCHE UN CASAMASSIMESE

prostitute

Due persone, con precedenti penali, sono state arrestate dai carabinieri di Acquaviva delle Fonti per favoreggiamento della prostituzione. Si tratta di Giovanni Lozito, 72 anni, e di Giuseppe Capozzi, 63, di Casamassima.

Durante controlli lungo la strada provinciale 75 Acquaviva-Casamassima, luogo in cui si prostituiscono molte giovani donne, i militari avevano notato in precedenza che in una stradina interpoderale, si era piazzata una donna di 43 anni, originaria di Castellaneta, la quale, ogni giorno, veniva accompagnata da due uomini: Lozito e Capozzi.

I due, alternandosi, provvedevano ai problemi logistici e la riconducevano a casa alla 'chiusura' della giornata lavorativa. Inoltre le portavano da mangiare durante le pause. Cosi', dopo averne osservato i movimenti per alcuni giorni, i militari ieri hanno deciso di arrestare i due signori. A seguito della perquisizione effettuata a casa di Capozzi, dove tra l'altro veniva ospitata anche la donna, è stato trovato materiale vario che non lascia dubbi su quale tipo di attività svolgeva e circa 400 euro, ritenuti provento dell'attività illecita e sottoposti a sequestro unitamente alle auto di proprietà dei due uomini, utilizzate per gli spostamenti.

Lozito e Capozzi, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e dovranno rispondere di rispondere di favoreggiamento della prostituzione.

[Adnkronos]

Commenti  

 
#5 libero pensiero 2011-12-12 17:43
In Italia giustamente è reato l' induzione e lo sfruttamento della prostituzione non la stessa in quanto tale. E' comunque facile far sparire le prostitute indipendentemente dall' essere o non essere un reato, con una frequenza assidua delle forze dell' ordine che provocherebbero inevitabilmente la non presenza di clienti impauriti di essere individuati e controllati. Non mi sembra corretto dire che i CC. di Casamassima dormono sogni profondi, piuttosto sarebbe auspicabile che gli stessi si dedicassero anche a questo, come hanno fatto i colleghi della vicina stazione di Sammichele di Bari e nel caso specifico dell' articolo quelli di Acquaviva. Non è bello che genitori che accompagnano i propri figli all' asilo la mattina su via Turi, assistono allo scempio di donne nude proprio alle porte di Casamassima.
 
 
#4 Donny 2011-12-03 18:34
Per Dante e Franco vorrei ricordare che se c'è molta "offerta" significa che c'é molta "richiesta" . . . . ad ogni modo non é così semplice debellare il fenomeno in quanto nel nostro "bel Paese" la prostituzione non é reato.
 
 
#3 Franco 2011-11-30 16:09
Bravo dante, giusta considerazione, diamo una smossa ai Carabinieri di Casamassima che dormono sogni profondi............
 
 
#2 dante 2011-11-30 11:39
Complimenti ai carabinieri di Acquaviva, sarebbe auspicabile che anche i carabinieri di Casamassima facessero la stessa cosa, tenuto conto che siamo pieni anche noi sulle nostre strade. A Sammichele sono sparite per l' azione dura e continua da parte della locale stazione dei carabinieri.
 
 
#1 casamassimese doc 2011-11-27 23:54
I nostri vanno puniti più duramente dei forestieri, perchè la disciplina va rispettata in casa, per poterla esigere fuori!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.