Lunedì 16 Settembre 2019
   
Text Size

CASAMASSIMESE PRESO CON DROGA. GESTIVA UN LABORATORIO

cocaina_droga

I Carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando provinciale di Bari hanno tratto in arresto Gerardo Geruzzi, classe 1981, già noto alle forze di polizia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Giunta una segnalazione sulla linea di pronto intervento 112, circa uno strano andirivieni di persone, in una zona del centro cittadino, la centrale operativa ha disposto l’invio di una gazzella sul posto, per un controllo.

La pattuglia, avendo appurato la fondatezza della segnalazione, e avendo colto qualcosa di “sospetto”, ha subito allertato i colleghi in borghese del Nucleo investigativo.

Dopo un accurato servizio di osservazione i Carabinieri hanno scoperto, nell’insospettabile quartiere Carrassi di Bari, un garage adibito a laboratorio per la lavorazione e il confezionamento di sostanze stupefacenti.

L’uomo, residente a Casamassima, aveva creato in un garage in fitto di un comprensorio condominiale, abitato da professionisti della “Bari bene”, un vero e proprio supermarket della droga.

Quando i militari hanno fatto irruzione nel locale, si sono trovati di fronte a una vera e propria “bottega artigianale”, fornita di ogni attrezzatura utile per la lavorazione degli stupefacenti.

In particolare, nel deposito sono stati rinvenuti 1 Kg di eroina, 4,5 Kg di hashish e 70 gr di cocaina, in parte già confezionata e in parte sfusa in attesa di essere tagliata e immessa sul mercato.

Nel laboratorio inoltre, i militari hanno rinvenuto e sequestrato una grossa pressa idraulica della potenza di 6 tonnellate, diverse forme parallelepipede in ferro e altrettante piastre metalliche, che servivano per far assumere alla sostanza la tipica forma di “panetto”, vari bilancini elettronici di precisione, una valigetta in alluminio contenente materiale per il confezionamento quali forbici, taglierini, nastri adesivi, carte in alluminio e pellicole, un frullatore impregnato di residui di stupefacente ed anche un discreto quantitativo di sostanza da taglio.

Acclarate le inequivocabili responsabilità penali di Geruzzi, in ordine al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, l’uomo si trova ora ristretto presso la locale Casa circondariale.

Commenti  

 
#11 LUCA BATTISTA 2011-10-14 10:49
La cementificazione del paese non è un esclusiva di Casamassima,la cronaca di questi giorni ha portato alla ribalta la vicenda di Barletta,dove è avvenuta una tragedia in cui le sfortunate protagoniste sono delle donne lavoratrici sfruttate,a determinare l'evento infausto hanno concorso vari elementi al vaglio degli inquirenti,ossia una delibera consigliare risalente al 2006,l'operato dell'ufficio tecnico,l'attività delle imprese edili operanti nella zona in cui è avvenuto il crollo,quindi 2 su 3 di questi fattori sono locali,ovvero politici chiamati dai cittadini ad amministrare il territorio,tecnici comunali,di conseguenza lo sviluppo territoriale è collegato a fattori endogeni non imputabili a persone che vengono da fuori,in quanto chi ha potere decisionale opera a Casamassima.Fatta questa doverosa premessa mi chiedo e vi chiedo a chi giova un clima di astio ed ostilità?
 
 
#10 arch_AP 2011-10-13 13:17
Che bello esempio di civiltà ... litigare come polli senza senso nè civico nè di altro genere .... mentre in tanti si prodigano per la integrazione tra tutti i residenti in Casamassima , bastano poche malefatte di delinquenti senza patria che va a monte il buon operato di tante associazioni laico-religiose .... cerchiamo di essere realisti , non fateVi incoraggiare alla rissa , abbiamo l'orgoglio di avere a Casamasssima tante ma tante persone perbene e di elevata rettitudine che poche pecore nere non fanno storia ....
 
 
#9 mister x 2011-10-12 21:25
Al posto di beccarvi cosi con solo lettere perche non scendete in piazza e vi scannate a vicenda?almeno cosi saremo di meno in questo paese ...poveri figli nostri in che razza di paese che sono costretti a vivere ....casamassimesi svegliamoci e ripuliamo il nostro paese da questa gentaglia
 
 
#8 Ma quale integrazion 2011-10-12 15:19
andrebbero rispediti tutti da dove vengono. Il paese è ormai una fogna di cemento e asfalto (laddove c'è) e si continua a costruire a causa della continua affluenza da altre città (bari in primis) senza estendere i servizi pubblici di pari passo. A Casamassima non sarebbe mai servita una circonvallazione se non fosse venuto nessuno a dare fastidio
 
 
#7 LUCA BATTISTA 2011-10-11 21:18
Credo che bisogna operare dei distinguo all'interno della folta comunità residente a Casamassima ma non nativa o che non ci vive da lungo tempo,è necessario differenziare tra i residenti giunti in loco con problemi di carattere sociale e giudiziario,dai residenti che non presentano le problematiche sopra citate che rappresentano la stragrande maggioranza,purtroppo noi casamassimesi tendiamo a generalizzare identificando il forestiero con i criminali, i quali con le loro gesta delittuose per il solo fatto di risiedervi infangano il buon nome della nostra comunità.Evitiamo risse tra casamassimesi di lungo e breve corso che non aiutano l'integrazione propedeutica per una civile convivenza.
 
 
#6 camomilla 2011-10-10 17:36
Chi delinque "rovina il concetto di casamassimese", quindi chiediamo per tutti loro la Beatificazione
 
 
#5 Si 2011-10-10 14:59
Ma, se a quelli di casamassima aggiungiamo quelli di bari abbiamo sia gli uni che gli altri, mentre prima dell'invasione avevamo solo..gli uni...Non portiamola alla lunga nella solita retorica..
 
 
#4 io 2011-10-09 22:35
anche a casamassima ci sono spacciatori,ladri,assassini,prostitute ecc...quindi nn accusate chi è venuto da fuori...anche a csamassima ci sono le M***!
 
 
#3 tonia cipriano 2011-10-09 16:49
avete preso le medicine? quindi siccome non è nativo di casamassima, automaticamente non è una brava persona? la mamma vi ha insegnato che tutto il mondo è paese? volete che vi faccio la lista delle persone nate a casamassima che sarebbe meglio passarci sopra con un treno? ma come vi permettete! ma a vù iè assà u dann!!!!!firmatevi se vate il coraggio.
 
 
#2 veleno 2011-10-09 15:13
Mi dispiace, ma questa volta è meglio mettere i puntini sulle varie i: non è un casamassimese bensì uno che è venuto ad abitare a casamassima. Pertanto rovina il concetto di casamassimese.
 
 
#1 Bene 2011-10-09 15:11
Ripulite un po' questo porcilaio che è diventata Casamassima, dall'invasione a questa parte..
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.