Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

SS172, ‘SPARITI’ I 51 MILIONI PER IL TRATTO CASAMASSIMA-PUTIGNANO

statale_172

Il Piano del Sud è l’unica speranza a cui aggrapparsi per la statale 172 dei trulli. L’unica ‘diritta via’ da seguire. Perché sappiate che nel frattempo, 51 milioni di euro del Cipe si sono smarriti nella selva oscura.

Approfondiamo l’intricata vicenda a colloquio con l’assessore provinciale prof. Onofrio Resta che in esclusiva su Casamassimaweb, dopo i comunicati regionali diramati in pompa magna, rivela particolari agghiaccianti:

'I SOLDI NON CI SONO PIU' - “Sono in contatto con il capostruttura del Ministro delle Infrastrutture Matteoli, direttamente a Roma. Purtroppo i 51 milioni di euro pensati, ma mai impegnati, per la statale dei trulli nel tratto compreso tra Casamassima – Putignano, non ci sono più. Il motivo non te lo saprei dire, e non lo sa nessuno. Questi soldi non sono mai stati impegnati, non c’è una delibera Cipe, sono stati spostati verso altri impegni e capitoli di spesa. Non sappiamo di chi è la responsabilità. Il percorso è così macchinoso, come tutti i problemi italiani del resto. Nemmeno la programmazione Anas prevede infrastrutture per il 2011: per scelta del ministro Matteoli che da indicazioni, ci sono soldi solo per la manutenzione straordinaria delle strade, ma non sono previste somme per strade nuove”.

L’Anas della Regione avrebbe dovuto inviare a Roma il documento paesaggistico. I ritardi e le lungaggini burocratiche avranno favorito il dirottamento altrove di questi 51 milioni destinati alla statale dei trulli.

Non ci resta che il Piano del Sud, ma con una incognita grande quanto una casa: “Se il governo cade – osserva Resta – il Piano del Sud interrompe il suo percorso e chissà quando riprende. Del piano se ne occupa tutto il gruppo tecnico che fa capo al ministro Fitto, più il dicastero dei trasporti Matteoli per il Cipe. Il gruppo di lavoro si è riunito l’altro ieri. Il 10 febbraio andrò personalmente a Roma per un incontro con esponenti e gruppi di lavoro. E’ vero, il Piano del Sud è pure un insieme di enunciazioni, ma il lavoro di Fitto è ammirabile. Il Piano del Sud è appeso al destino di questa legislatura.”.

LA STATALE A 'DUE VELOCITA'' - Sulla stata dei trulli, solo alcuni giorni fa abbiamo raccolto le rassicurazioni della Regione Puglia. Poi abbiamo scoperto che i riflettori si sono improvvisamente spostati dal tratto Casamassima – Putignano al tratto Alberobello – Taranto, passando per Fasano, città che ha dato i natali all’assessore regionale Amati.

Il nostro tratto vantava una posizione di privilegio rispetto ai tempi; era piuttosto avanti nella fase di progettazione. Oggi, chi gestisce il problema sul piano tecnico e politico ha riposizionato la scala delle priorità, tant’è vero che 25 milioni di euro sono destinati alla circonvallazione di Martina.

“Ma da dove li prenderanno questi soldi per la circonvallazione? – si domanda l’assessore Resta – anche perché i fondi Fas nazionali sono congelati. Qualcuno sta premendo perché la regione li tiri fuori. Forse l’unico impegno che la regione ha preso è relativo al programma nella Conferenza Stato Regioni. Tuttavia, il programma quadro non parla di soldi ma di esigenze e auspici. L’impegno di una cifra non si fa con gli auspici o le promesse, ma con delibere e risorse impegnate”.

Intanto questa settimana la statale della morte, verso Casamassima, si è macchiata ancora una volta di sangue: un morto e un ferito grave. Uno dei tanti griderà ancora vendetta.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI