Martedì 10 Dicembre 2019
   
Text Size

Vogliamo parchi per figli e nipoti

Domenico Anzelmo

680 firme in 45 giorni, la parola al promotore

È Domenico Anzelmo l’ideatore del gruppo facebook “Vogliamo parchi per i nostri figli e nipoti” che sta riscuotendo un grandissimo apprezzamento sul socialnetwork tanto da registrare ben 960 aderenti in soli due mesi.

Informatico in pensione da 3 anni, Domenico è nato a Taranto e risiede a Casamassima da 32 anni. Non ha mai nascosto il suo amore per l’ambiente, sia esso naturale che urbano, infatti appena giunto a Casamassima si iscrive al Gruppo Natura, associazione ambientalista che i più ricordano per aver ideato e organizzato per oltre vent’anni la Passeggiata ecologica in bicicletta (ancora oggi organizzata nel mese di settembre). Domenico ne diviene presidente negli ultimi tre anni di vita dell’associazione creando insieme agli altri soci una serie di laboratori pomeridiani diretti a bambini e adolescenti per farli innamorare della natura ed evitare di far loro trascorre troppo tempo per strada.

Firma la petizione

Lo scorso 17 settembre volendo evidenziare un’assenza lamentata dai più nel nostro paese e non volendo solo leggere sui social le lamentele di mamme e nonne sulla mancanza di spazi verdi e giochi per bambini decide di fare qualcosa e apre su facebook il gruppo al quale, in pochi giorni, hanno aderito centinaia di casamassimesi. “Lo scopo finale – ci spiega Domenico - è quello di chiedere all’Amministrazione di far rifiorire gli angoli bui e abbandonati del paese e la nascita di nuovi spazi verdi che sono innumerevoli nei vari punti del paese. Questo perché vogliamo cercare di arginare la migrazione nei paesi viciniori alla ricerca di aree per i più piccoli.”

Il motto del gruppo è “ci siamo uniti nell'esigenza di genitori e nonni di chiedere la creazione di parchi giochi per i propri figli e nipoti. Gli spazi ci sono, la volontà di crearli c’è, allora contiamoci e decidiamo quale strategia utilizzare per far sentire le nostre sacrosante esigenze”.

Successivamente, per dare più valore alla richiesta, Anzelmo ha deciso di promuovere una petizione popolare a cui, al momento, si è giunti a 680 firmatari, ora i promotori desiderano raggiungere 900 firme per arrivare a rappresentare il 5% della popolazione casamassimese.

“Presto la petizione sarà protocollata presso il Comune di Casamassima che in virtu’ dell’art.23 dello statuto comunale dovrà entro 30 giorni dare risposte concrete ai richiedenti. Vorrei ribadire che questo gruppo nasce senza alcuna velleità politica né tantomeno è mirato a destabilizzare un equilibrio politico. Vivo a Casamassima da oltre trent’anni e la mancanza di spazi verdi e giochi per i bimbi è un problema dominante di ogni amministrazione avvicendatasi che ha ignorato il diritto dei bambini di trascorrere parte della loro giornata all’aria aperta con giochi adeguati alla loro età. Non spetterebbe a me ricordare che il comune di Casamassima ha un territorio in prevalenza pianeggiante con una superficie di 77,45 mq e una densità di popolazione di 255,00 abitanti/kmq. Negli anni si è assistito a un discreto incremento della popolazione raggiungendo circa 19.800 residenti con conseguenti richieste di nuove necessità disattese. In sintesi l’oggetto della petizione è la richiesta istituzionale di un parco verde cittadino attrezzato, la rivisitazione delle aree verdi ivi esistenti con inserimento di spazi per i più piccoli e soprattutto la garanzia di sorveglianza e manutenzione di questi spazi.”

L’augurio di Domenico e delle altre centinaia di firmatari è quello di avere risposte fattive, inoltre si dichiarano pronti a essere propositivi nella realizzazione di quanto si prefiggono nel proprio motto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.