Lunedì 21 Ottobre 2019
   
Text Size

UNA BATTAGLIA PER LA VITA

IMG-20190915-WA0028

A Casamassima iniziativa Aism contro la lotta alla sclerosi multipla

Venerdì 13 settembre a Casamassima, alle ore 17, nei pressi di Palazzo Monacelle, ha avuto luogo l’attività di sensibilizzazione dell’Associazione AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), a cui hanno partecipato i volontari dell’associazione, persone affette da questa malattia, che hanno dato voce alla propria esperienza, l’Associazione Nazionale Carabinieri di Casamassima e numerosi casamassimesi.

Durante il corso del convegno, ci sono state alcune testimonianze di persone affette da SM, fra cui quella di una ragazza di nome Valeria, alla quale dieci anni fa è stata diagnosticata la SM, vivendo una realtà che nessuno di noi può immaginare. Valeria affronta la malattia con uno splendido sorriso stampato sulle labbra e, grazie alla ricerca e alle nuove terapie, oggi è felicemente mamma di tre stupendi bambini, ciò che prima non si pensava fosse possibile.

Un’altra testimonianza molto gradita è stata quella di una nostra concittadina. Le è stata diagnosticata la SM all’incirca ventitré anni fa, non è stato facile affrontare le varie sfide che la vita le ha imposto, ma con il suo enorme coraggio e tenacia, è riuscita a superarle, ed è oggi mamma di uno splendido ragazzo. Quando la gente le chiede cosa ha e come affronta la malattia, lei risponde: “Faccio finta di niente, io vinco la mia malattia così”.

Successivamente, c’è stato un piccolo spazio chiamato “SENTI COME MI SENTO, ideato per far percepire alle persone del pubblico alcuni dei sintomi più comuni della sclerosi multipla, tra cui: neurite ottica, spasticità e parestesia. Facciamo chiarezza.

convegno aism

 

Cos’è la sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia del sistema nervoso centrale che provoca, all’individuo che ne è affetto, comportamenti anomali a causa della “mal trasmissione” di informazioni da parte del cervello. In Italia, si registrano 122 mila casi di persone affette da sclerosi multipla. Mentre, ben 2 milioni in tutto il mondo. Non è ancora chiaro il motivo per il quale sono le donne le più predisposte ad ammalarsi.

La SM causa una serie di problemi e disturbi, come problemi urologici, di vista, disturbi motori, sensazione di affaticamento, perfino nei più minimi movimenti giornalieri (anche alzarsi dal letto diventa difficile), poca sensibilità al tatto, ecc. Esistono varie forme di SM: fase acuta, ricaduta e sclerosi multipla recidivante remittente.

Sfatiamo i miti. Le prime domande che molto spesso sorgono spontanee riguardanti la sclerosi multipla sono: “E’ contagiosa? E’ ereditaria? E’ una malattia mortale?”. Ebbene, non è nulla di tutto ciò! La SM non si può contrarre da un individuo all’altro, né tanto meno ereditare, e non è una malattia mortale. Chiunque può essere un soggetto perfetto per essa.

Nonostante ci troviamo nel XXI secolo, non vi è ancora nessuna cura in grado di fermarla. Fortunatamente, la ricerca ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, proponendo sul mercato nuovi farmaci in grado di alleviare i vari sintomi della malattia, permettendo alle persone di vivere una vita quotidiana quanto il più serena possibile. La ricerca può solo migliorare grazie all’impegno e al sostegno di tutti. Intervenire è importante, soprattutto per chi soffre di tale disabilità e per sostenere i familiari che gli stanno accanto.

 

L’impegno di AISM

Aism è un’associazione attiva da cinquant’anni sul territorio italiano (da quaranta opera invece su Bari), che si occupa di aiutare le persone colpite da sclerosi multipla, e di sensibilizzazione, grazie anche ai molti volontari che ne fanno parte.

La mission di Aism è di intervenire sulla sclerosi multipla attraverso i diritti, la ricerca e l’informazione, con l’ausilio di eventi formativi in grado di divulgare, e appunto fare informazione su questa malattia, che apparentemente tante volte non è in tutti i casi visibile. La vision di Aism è di un mondo libero dalla SM a 360°, dal punto di vista della ricerca. AISM è molto di più di un’associazione. E’ un insieme di amicizia, sorrisi, unità e senso di appartenenza, una famiglia. Alcuni dei volontari, che aderiscono ad Aism, sono affetti da sclerosi multipla, e hanno deciso di diventare volontari proprio perché, meglio di chiunque altro, comprendono le emozioni e i dolori altrui.

La sclerosi multipla è una malattia imprevedibile. Ci si può svegliare una mattina, e sentire che qualcosa non va. Uno strano formicolio alla gamba, il braccio pesante, una stanchezza infinita, talvolta la difficoltà di ricordare. Anche le cose semplici diventano difficili. La sclerosi multipla può farsi sentire ovunque, in ogni parte del corpo in modo diverso, da persona a persona. A tutti però cambia la vita allo stesso modo. Così ogni giorno è un giorno in più per provare a combatterla. Nel frattempo, ogni momento della vita si fa complicato, ogni traguardo più difficile da raggiungere, perché la sclerosi multipla è una malattia che può ridurre progressivamente la forza. E’ una malattia che prova a fermarti, ma tu combatti e vai avanti, perché la vita è più forte!

Federica Capozzo

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.