Mercoledì 24 Aprile 2019
   
Text Size

CHERUBINA LARUCCIA VA IN PENSIONE

Cherubina Laruccia

Lodi e una targa per la dipendente che grazie al suo carattere collaborativo e alla sua professionalità si è fatta apprezzare e amare

La pubblica amministrazione non è fatta di scrivanie, computer e documenti. Ma di persone. Sono stati in tanti, giovedì 17 gennaio scorso, in Sala delle Torri, nel palazzo municipale e al termine del normale orario d'ufficio, a partecipare al saluto di pensionamento di Cherubina Laruccia, addetta da tanti anni all’ufficio protocollo, dove ha prestato servizio e offerto attenzione in un ingranaggio della macchina amministrativa molto delicato.

Si è respirato un clima di assoluta serenità e compiacimento fra tutti i colleghi presenti, che non hanno mancato di omaggiare una persona che ha svolto un compito non facile, portando avanti con impegno, dedizione e serietà i suoi compiti, sempre al servizio dell’utenza.

Cherubina si è fatta voler bene dai cittadini e da vecchi e nuovi colleghi, di cui conosce a memoria compleanni e onomastici, con i quali ha coltivato un legame schietto e sincero. Così infatti la descrive uno dei messaggi che le ha dedicato il personale: “Dispensavi utili consigli al fine di agevolare la popolazione nella ricerca delle soluzioni ai loro problemi e nel rapporto con la pubblica amministrazione. Ti immedesimavi nelle vicissitudini di chi richiedeva il tuo aiuto per rintracciare documenti, migliorando l’iter burocratico. Ricordiamo quando, all’uscita dal lavoro, si notava la luce del tuo ufficio accesa e tu, con spirito di abnegazione, rimanevi finché non avevi ultimato la protocollazione”.

Al momento dei ringraziamenti, il pensiero di Cherubina è andato alle donne che hanno condiviso fianco a fianco insieme a lei questa esperienza, in particolare Rosa Leogrande, Maria Santa Savino, che è intervenuta durante i festeggiamenti, e Giovanna Rotondo, che rappresentano tuttora la parte 'storica' del protocollo di Casamassima.

Cherubina Laruccia è stata assunta nel 1978, e dal 1981 ha registrato giornalmente gli atti in partenza e in arrivo. Sacrificando gli affetti familiari, ha praticamente trascorso la vita intera in municipio. Ora, dopo 41 anni, dal 1 gennaio 2019 è arrivato però il tempo di godersi la meritata pensione. Il Comune di Casamassima perde un altro dei suoi preziosi e infaticabili collaboratori.

Francesca Valentino

Cherubina Laruccia (2)

Cherubina Laruccia (1)

Cherubina Laruccia (4)

Cherubina Laruccia (3)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI