Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Comitato San Rocco: cambio al vertice in arrivo?

Paolo Montanaro e Dino Nanna

Dopo la presidenza di Dino Nanna è il momento di Paolo Montanaro?

Cambio al vertice nel comitato festa San Rocco? Chiariamo subito un dato: al momento conferme o comunicazioni ufficiali a riguardo non ce ne sono, con il presidente delegato Dino Nanna (a destra, nella foto d'apertura), al quinto anno di incarico, che si sta occupando di organizzare la festa di Santa Lucia, il 13 dicembre prossimo. Ma negli ultimi giorni le voci che vorrebbero Nanna sostituito al termine del suo mandato stanno circolando con insistenza. Così come sempre più forti sono le indiscrezioni che vorrebbero Paolo Montanaro (a sinistra, nella foto d'apertura), tra le altre cose anche noto carrista, subentrargli nell'assumere il compito.

L'ultima parola, la più determinante a riguardo, spetta comunque al parroco della chiesa Madre cittadina, Don Carlo Lattarulo, colui al quale è affidato il ruolo di presidente del comitato festa San Rocco, a cui compete poi indicare il presidente delegato.

Ma cosa pensa a riguardo il presidente delegato ancora in carica, Dino Nanna? "Al momento – osserva proprio quest'ultimo, contattato dalla nostra redazione – sono ancora io a ricoprire l'incarico, tant'è vero che mi sto occupando, assieme ai miei collaboratori, tra i quali anche Paolo Montanaro, di dar vita alla prossima festa di Santa Lucia. Non so cosa accadrà dopo perché proposte ufficiali in merito alla mia successione non ne sono arrivate. Se tuttavia il mio compito dovesse chiudersi dopo il 13 dicembre, considerato anche il fatto che ho ultimato i miei cinque anni di mandato, non ci sarebbe nulla di strano di cui meravigliarsi. Sarebbe anche giusto cambiare, dopo cinque anni, così come non ci sarebbero per me problemi se dovesse arrivare una mia conferma.

Qualsiasi decisione deciderà di prendere il parroco e presidente del Comitato, don Carlo Lattarulo, la accoglierò con serenità, senza polemiche che non avrei motivo di alimentare, e che per carattere non mi appartengono. Rimango alla finestra pronto ad accettare e rispettare qualsiasi scelta da parte di don Carlo. Se il nostro parroco riterrà opportuno cambiare, preferirà conferire l'incarico a Paolo Montanaro e a un gruppo più giovane, vorrà dire che avrà fatto le sue valutazioni. Del resto darebbe seguito a quello che prevede lo statuto. Da parte mia, se dovessi lasciare il compito in favore di qualcun altro, conserverei comunque la soddisfazione di essermi messo a disposizione del Comitato e della festa di San Rocco con impegno, voglia di fare e anche qualche idea innovativa. Penso per esempio, tra le altre cose, al bellissimo spettacolo delle fontane danzanti, al concerto apprezzatissimo della cover dei Pooh, alle tante novità che abbiamo introdotto durante la tre giorni di festa e non solo.

Ringrazio tutti per questi anni difficili ma belli, nel corso dei quali ho collaborato molto volentieri anche con Paolo Montanaro. Quindi nessuna polemica. E se Montanaro dovesse realmente prendere il mio posto, di qui a breve, non posso che augurargli un buon lavoro".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI