Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Sostegno educativo sociale per minori

SOSTEGNO EDUCATIVO

Approvato il Bando Pubblico per il Progetto “ Sostegno educativo sociale”, con determinazione n. 309/2018 del 07 settembre 2018.

Il Progetto “Sostegno educativo sociale” si propone di farsi carico di minori con situazioni familiari difficili per le quali è indispensabile accompagnare i soggetti nello studio sostenendo così, in via indiretta, i genitori. Le famiglie, seguite dal servizio, cui destinare tali interventi, presentano oltre ai problemi scolastici del minore, anche le seguenti problematiche: conflittualità familiare e difficoltà educativa nella gestione della relazione con i figli, deprivazione socio‐culturale e insufficienza di risorse economiche; emarginazione sociale, che si è concretizzata nella difficoltà a relazionarsi del minore con i coetanei e delle famiglie con le realtà locali di appartenenza.

La finalità del progetto è quella di offrire al minore un sostegno educativo e spazi di ascolto per migliorare le proprie relazioni con gli adulti significativi (genitori, insegnanti) e con i pari (compagni di scuola, amici, ecc.) con l’intento di migliorare la qualità della vita del minore sia attraverso il supporto negli studi sia offrendogli opportunità di svago e di crescita non garantite in famiglia, accompagnandolo ed orientandolo alla conoscenza di offerte territoriali adeguate (associazioni culturali e sportive, centri ricreativi e parrocchiali, agenzie educative, biblioteca).

Si richiede di instaurare un’adeguata rete di comunicazione e contatti con altre risorse e realtà del territorio (associazioni e altri soggetti del privato sociale) per favorire la presa in carico del minore in difficoltà all’interno della comunità sociale.

Il progetto si pone gli obiettivi di stimolare l’apprendimento e le motivazioni del minore in ordine alle attività scolastiche, di aiutare i minori a comunicare adeguatamente i bisogni, riducendo i comportamenti a rischio, di intervenire nella prevenzione del disagio e dell’abbandono scolastico instaurando relazioni con la scuola,infine di rafforzare l'autostima e favorire l’inserimento sociale del minore. L’attività di supervisione sarà affidata al servizio sociale comunale. I destinatari finali del progetto sono minorenni dai 6 ai 17 anni in situazione di svantaggio socio-economico e socio-relazionale, attestato dal servizio sociale del territorio.

L’avviso è rivolto ai soggetti del terzo settore regolarmente iscritti nei registri ed albi previsti dalle relative normative ed a condizione che la gestione del servizio oggetto del bando rientri tra le proprie finalità statutarie. Sono, in particolare, ammessi a partecipare le cooperative sociali di tipo A, le associazioni e gli enti di volontariato e di promozione sociale ed organizzazioni non lucrative di utilità sociale che possono, sulla base della propria natura giuridica, gestire il servizio previsto dal presente avviso, nonché raggruppamenti e consorzi dei suddetti soggetti. Gli operatori dovranno essere qualificati per le diverse attività ed avere il titolo di educatore professionale e/o pedagogista e/o titoli equipollenti e superiori, ed esperienza documentabile nel settore.

I servizi di base richiesti sono: servizio di accompagnamento a scuola per arginare il fenomeno della dispersione scolastica, presente nel nostro paese; servizio di sostegno didattico per la preparazione all’esame di licenza di quei minori che hanno abbandonato la scuola secondaria di primo grado e desiderano comunque, da privatista, conseguire il titolo; servizio di sostegno allo studio per il tempo pomeridiano; offrire un luogo protetto e stimolante per esperienze di aggregazione e amicizia attraverso attività ludiche, espressive e manipolative nei weekend a favore di bambini e bambine, ragazzi e ragazze che non hanno punti di riferimento e sono soliti vagare per strada mettendo a rischio la propria incolumità e quella altrui.

Le domande devono pervenire al Comune a mezzo raccomandata A/R in plico chiuso e controfirmato sui lembi di chiusura, ovvero a mano presso gli uffici del protocollo generale dell’ente, Piazza Aldo Moro 2- 70010 Casamassima, aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30, e comunque entro il 35simo giorno dalla pubblicazione del presente avviso sull’albo pretorio comunale.

Francesca Valentino

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI