Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Differenziata da record

raccolta-differenziata

 

Nonostante il sistema di raccolta presenti ancora qualche disservizio da limare, Casamassima continua a credere nella raccolta differenziata, registrando un dato record per il mese di giungo: 80,88%.

«Si tratta di un gran risultato - commenta il sindaco Cessa - il migliore da quando, nel gennaio scorso, ha avuto inizio il porta a porta. A gennaio 2017, considerato il fatto che la differenziata è partita il 23 gennaio soltanto nel centro storico, per poi essere estesa gradualmente a tutta la città nel mese di febbraio, la percentuale di differenziata è stata dell’8,09%. A febbraio si è attestata sul 48,48% mentre a marzo - quando è stato possibile avere un dato più significativo, col porta a porta entrato in vigore a pieno ritmo - Casamassima ha toccato il 78,41%.
Ad aprile e maggio vi è stata una leggerissima flessione, con le percentuali rispettivamente al 78,02 e 76,62%, mentre a giugno, il mese scorso, è stato superato - per la prima volta dal gennaio scorso - il tetto dell’80%. Con la differenziata che, come detto, ha fatto registrare una percentuale pari all’80,88%.
Si tratta di un ottimo risultato raggiunto da tutti noi casamassimesi, che speriamo di poter fare ancora meglio nel mese di luglio e poi in quelli successivi».

«Questi risultati - conclude il primo cittadino - sono stati conseguiti grazie all’impegno e al senso civico di tutti noi. La gran parte dei casamassimesi, infatti, ha dimostrato attenzione e senso civico, facendo la differenziata in modo corretto. La polizia locale diretta dal comandante Ivano Eramo, e l’Anpana, inoltre, hanno fatto la loro parte per contrastare e arginare il più possibile il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sul suolo pubblico: i controlli, in tal senso, sono stati centinaia. Una novantina, invece, sono state le sanzioni elevate a carico dei cittadini indisciplinati, che non hanno rispettato le regole. Anche le fototrappole hanno dato il loro contributo al fine di individuare coloro che si sono resi responsabili dell’abbandono dei rifiuti sulla pubblica via».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI