Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Più spazi per tutti

Il campo Multisport lasciato all'incuria

 

La situazione di parchi e campetti a Casamassima non è delle migliori. Anche se gli spazi attualmente disponibili sono molti, nessun presta loro alcun tipo di manutenzione o particolare attenzione.

Da quasi due anni, ad esempio, il campo Multisport situato nei pressi dell'ex carcere, giace nel completo abbandono. I fondi per la ristrutturazione furono messi a disposizione ma i lavori sono ormai da tempo sospesi per motivi del tutto ignoti. Il risultato di questa lunga inerzia è sotto gli occhi di tutti: alcuni attrezzi sportivi sono spariti, l'erba selvatica è comparsa sul campo da gioco e per di più dal muretto fuoriescono ferri arrugginiti. Tempo fa fu fortunatamente chiuso un buco aperto nella recinzione da cui molti ragazzi passavano per poter entrare nel campetto, ma oltre a ciò nessuno si è poi preoccupato di fare altro.

L'erbetta selvatica che ha ormai preso possesso del campoTerriccio, Sabbia e pietroline... una pavimentazione inadeguata

A proposito della villa comunale che il nostro paese offre, è stato fatto un grosso passo avanti. Molti sono i miglioramenti e le aggiunte effettuate durante l'ultimo anno: dalle giostrine rimodernate a quelle aggiunte, dalla recinzione intorno all'area giochi fino al verde generale che sembra essere stato curato. Tutto apprezzabile, certo, ma non mancano come sempre le lamentele, soprattutto dei genitori che vedono tutto con occhi più critici per i loro bambini. Queste lamentele riguardano soprattutto la pavimentazione e i bagni pubblici.

Per quanto riguarda la prima, essa è rivolta per la presenza di sabbia, pietre e terreno nell'area giochi. Molti genitori, quindi, chiedono al sindaco una pavimentazione più adatta e sicura poiché i principali utilizzatori di quell'area sono perlopiù bambini.

La seconda critica è stata accesa per l'inesistente manutenzione dei bagni pubblici della villa comunale: sono in stato pietoso, pericolanti, non conformi alle leggi in vigore e di conseguenza inutilizzabili; ma ciò che infastidisce i cittadini è che i bagni, nonostante la concreta pericolosità della struttura, siano aperti e agibili a chiunque, per cui anche ai bambini.

 

Anche la villetta tra via Ferraris e via Susca urge di una manutenzione. È noto a tutti, infatti, lo stato in cui essa si trova, ormai quasi immersa dagli alberi che la circondano e che non conoscono più cosa significhi la potatura. Risulta infatti difficile camminarci e passeggiarci per adolescenti e adulti, figuriamoci per dei bambini poterci giocare.

 

L'unica soluzione per i genitori casamassimesi sembra essere quella di mandare i propri figli in parchi o campetti custoditi, per saperli al sicuro e lasciarli giocare. Ma custoditi significa anche a pagamento, un "privilegio" che non è alla portata di tutti i casamassimesi e che porta alcuni genitori a dover precludere ai propri figli il piacere di giocare all'aperto.

 

Garantire la possibilità a tutti di poter svolgere attività all'aperto in sicurezza è il minimo che un paese dovrebbe offrire ai suoi abitanti. Come abbiamo visto, il nostro paese offre strutture potenzialmente adeguate a trasformarsi in spazi ludici, basterebbe solo un po' di buona volontà da parte della classe dirigente e altrettanto senso civico da parte degli utenti.

                                                                                    

Foto Amo Casamassima

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI