Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

IL SISTEMA INTEGRATO DEI TRASPORTI NELL’AREA DEL MEDITERRANEO

locandina3_light_testa

Esperienze e proposte a confronto
Casamassima, venerdì 18 giugno h. 9,00
Università LUM Jean Monnet, Aula Magna


Il sistema integrato dei trasporti nell’area del Mediterraneo” è il titolo della giornata di incontri e dibattiti promossa dall’Università LUM Jean Monnet, dalle Ferrovie dello Stato e dal Cifi (Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani) a cui prenderanno parte Altero Matteoli, ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Raffaele Fitto, ministro agli Affari regionali e Nichi Vendola, governatore della Regione Puglia.
I lavori saranno aperti da Luigi Morisi, segretario generale del Cifi e preceduti dai saluti di Emanuele Degennaro, rettore della Lum Jean Monnet, Michele Emiliano, sindaco di Bari e Francesco Schittulli, presidente della Provincia di Bari e conclusi da Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Spa.
La giornata sarà suddivisa in tre sessioni di lavoro che affronteranno le questione della logistica dei trasporti integrati da diverse angolazioni. “Il progetto integrato delle reti di trasporto”, è il titolo del primo ciclo di interventi che analizzerà gli aspetti legati alla pianificazione strategica dei trasporti. “La piattaforma logistica pugliese. Programmi e progetti”, “La piattaforma logistica pugliese. Scenari e strategie”, sono gli argomenti rispettivamente della seconda parte del convegno e della tavola rotonda che chiuderà la giornata di lavori, incentrati prevalentemente su ruolo della Puglia nel suo ruolo di piattaforma logistica.
Nel trasporto via mare il Mediterraneo ha sempre costituito una grande area di scambio a breve raggio. Tuttavia lo sviluppo dei traffici containerizzati ne ha modificato il ruolo. La rotta Suez-Gibilterra, che consente il collegamento tra Far East e le Americhe, è diventata una delle principali rotte delle navi giramondo affermando il ruolo dei porti mediterranei come scali transhipment, di importanza internazionale. Dagli anni ’90 tali porti hanno progressivamente eroso quote di mercato agli scali del nord Europa. Da alcuni anni tuttavia, tale slancio sembra essersi arrestato e la quota di mercato dei porti del Mediterraneo centrale e dell’Italia in particolare sembra crescere meno di quanto non accada in altre aree geografiche. Nel frattempo accade che gli operatori northern range che offrono una maggiore qualità dei servizi logistici e, soprattutto, ottime connessioni ferroviarie, marittime e stradali.
Più che un’occasione di riflessione e di dibattito questo incontro vuol essere un confronto di esperienze e proposte sul tema della logistica integrata dei trasporti. Oltre alla presenza dei massimi dirigenti dei maggiori scali intermodali del mondo – si pensi a quelli di Rotterdam e Hong Kong – e a quelli delle autorità portuali pugliesi il convegno vedrà la partecipazione dei principali attori della scena della logistica dei trasporti: oltre alle personalità già citate, parteciperanno alla tavola rotonda Ippazio Stefàno, sindaco di Taranto, Domenico Mennitti, sindaco di Brindisi e Pietro Baratono, dirigente del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI