Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Scoppia la "Guerra dei Comuni"

raccolta-differenziata

 

Dopo il film campione di incassi "La guerra dei mondi", ecco che scoppia la "Guerra dei Comuni". Solo che in questo caso non si tratta di un film, ma di una realtà, se pur amplificata dai social.

I due Comuni contendenti in questo caso sono Casamassima e la vicina Turi. L'antefatto avviene durante lo scorso Consiglio Comunale di Turi, quando Antonello Palmisano, Assessore all'Ambiente, alla minoranza  che lo aveva interrogato sul perché non fossero stati montati i cestini per le carte e le deiezioni canine sul territorio comunale, aveva risposto che si voleva evitare che i passanti approfittassero di quei cestini per non fare la differenziata. I consiglieri di opposizione, a quel punto, facevano notare come la stessa azienda che opera anche a Casamassima aveva installato i cestini gettacarte senza avere nessun tipo di problema. L'Assessore turese per uscire dall'impasse azzardava la profezia che a Casamassima non si sarebbero raggiunti i risultati eccellenti che Turi poteva vantare.

Poche parole, che hanno però generato un caso: «Montando i cestini gettacarte come a Casamassima non avremmo ottenuto risultati eccellenti per la differenziata» - dichiarava incautamente Antonello Palmisano. E così, apriti cielo: i casamassimesi non hanno ben digerito l'infelice uscita e su Amo Casamassima che, insieme ad un articolo apparso sullo scorso nostro giornale, ha messo a conoscenza di quanto dichiarato da Palmisano, si sono rivoltati contro l'affermazione dell'Assessore.

Amo Casamassima, dopo la conferenza stampa che ha reso pubblico lo straordinario risultato di Casamassima nella raccolta differenziata, raggiungendo il 78,21 %, si è tolta il "sassolino dalla scarpa" ed ha subito postato: «Abbiamo annullato anche le sentenze provenienti dai paesi vicini (Turi). Giorni fa, in Consiglio Comunale di Turi, l'Assessore Palmisano, sottolineò che rimandare l'apposizione dei cestini per le deiezioni canine fosse stata una scelta.[...] Quando gli fu chiesto come mai a Casamassima, AroBA5 come Turi, i cestini fossero stati posti prima dell'inizio della Raccolta porta a porta, l'assessore rispose che a suo parere, certamente, Casamassima non avrebbe raggiunto i risultati di Turi in termini di percentuali di differenziata. Questi i risultati:  Turi, con l'Isola Ecologica, ha ottenuto un buon 77,84%. Casamassima, senza Isola Ecologica, ha ottenuto lo straordinario 78.21%»

Ci auguriamo davvero che il tono di questa diatriba sia scherzoso e che tale rivalità non venga presa da nessuno - come abbiamo ragione di credere - troppo sul serio. Sarebbe meglio invece gioire per l'ottimo risultato di entrambi i Comuni, che parlano di cittadini virtuosi in questo senso. Se poi un po' di sana competizione serve ad aumentare l'attenzione e l'impegno verso la pratica del differenziare, ben venga.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI